Allerta massima in Messico: in arrivo il devastante uragano Willa di categoria 5

Uragano Willa a breve sul Messico, si teme un disastro. Venti oltre 250 chilometri/h.

Non c’è un attimo di tregua in Messico successivamente il angoscioso impatto de la tempesta tropicale Vicente che ne gli ultimi giorni ha causato bene 11 vittime nello stato di Oaxaca. La nuova minaccia ora si chiama Willa e sarà molto più potente dell’appena “defunto” Vicente : Willa è un uragano di categoria 5 e mostra venti mediamente maggiori a i 250 chilometri/h con raffiche bene oltre i 300 chilometri/h.

Mentre Vicente si era abbattuto su le coste del mezzogiorno messicane, Willa colpirà in pieno i versanti più a nord, compresi fra San Blas, Mazatlan, Teacapan, Las Labores, Zacualpan, Sinaloa e Jalisco. Il Pacifico è dunque pronto a sfornare l’ennesimo flagello de la natura che su i litorali messicani potrebbe causare ampie inondazioni, venti fortissimi e danni giganteschi.

 

 

 

 

IMPATTO DEVASTANTE DOMANI SUL MESSICO

Il ciclone tropicale Willa, nel suo stadio di uragano di categoria 5, sta mantenendo senza problemi l’attuale livello di forza grazie a le elevate temperature superficiali del Pacifico orientale. Dunque possiamo ormai confermare che l’impatto del ciclone, ormai imminente, sarà davvero distruttivo come lo è Michael per la Florida poco più di una settimana fa.

L’uragano Willa attualmente si rinviene a poco più di 100 chilometri da le coste messicane laddove impatterà entro stasera o al limite in notte. Purtroppo talune isole messicane sono già sotto i venti burrascosi di Willa, in specifico le isole di San Juanito, Madre Maria, Madre Maddalena e Cleopha : si teme un vero e giusto disastro su queste piccole isole laddove sono situati diversi piccoli centri abitati.

 

Entro le prossime 6-8 ore è atteso l’impatto sul messico fra San Blas, Teacapan e Jalisco : il “landfall” sarà estremamente azzardato per questi territori laddove è emanato l’allarme massimo. I venti burrascosi oltre 250 chilometri/h, le piogge torrenziali e le inondazioni derivanti da lo “storm surge” potranno letteralmente sconvolgere l’intero paesaggio. La condizione non cambierebbe nemmeno in presenza di un tenue indebolimento dell’uragano, ormai troppo vicino a le coste per subire una netta involuzione.

L’linea perpendicolare dell’uragano è davvero eloquente : si passa dai +29°C de la superficie marina a i -80°C a la sommità dell’uragano. Willa è riuscito a sopraggiungere anche i bassi strati de la stratosfera, segno dell’impressionante attività convettiva presente nell’anello di convezione, ovvero i cumulonembi che circondano l’occhio del ciclone, responsabili de la “auto-alimentazione” dell’intero uragano.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni meteo del pianeta clicca qua
Per le previsioni meteo in Europa clicca qua
Per le previsioni meteo in Italia clicca qua
Per le previsioni meteo de la tua regione clicca qua
Per le previsioni meteo in TV clicca qua
Per le previsioni meteo del moto ondoso clicca qua
Per l’altitudine de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*