Allerta Meteo, avviso de la protezione civile: “neve in Sardegna, Liguria e al Centro/Sud” [MAPPE e BOLLETTINI]

Allerta Meteo, avviso de la protezione civile: “neve in Sardegna, Liguria e al Centro/Sud” [MAPPE e BOLLETTINI]

Allerta Meteo, avviso de la protezione civile per le prossime ore: tanta neve in arrivo fin a bassa quota

Allerta Meteo – All’interno del flusso di correnti nord-occidentali che pilota sistemi perturbati dall’Atlantico verso il Mediterraneo, domani un altro evento di instabilità, accompagnato da una diminuzione delle temperature, apporterà nevicate a bassa quota su le aree centro-meridionali, maggiormente sul settore tirrenico. Su la base delle previsioni disponibili, il Dipartimento de la Protezione Civile d’intesa con le Aree immischiate – a le quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile ne i territori interessati – ha emesso un altro avviso di situazioni meteorologiche malevole che integra ed estende quello diffuso ieri. I eventi meteo, impattando su le diverse regioni del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi statale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento.

L’avviso prevede dalla prima serata di oggi, martedì 13 febbraio, nevicate su la Liguria al di sovra dei 100-300 m, e su la Sardegna al di sovra dei 600-800 m, con apporti al suolo tenui, fin a contenuti su le regioni più interne dell’Isola. Dal mattino di domani, 14 febbraio, si prevedono nevicate oltre i 200-400 m sul Lazio, sull’Abruzzo e sul Molise, con apporti al suolo tenui; dal nel primo pomeriggio predette nevicate al di sovra dei 300-600 m su la Campania, su la Basilicata, su la Puglia e, al di sovra dei 600-800 m, su la Calabria e su i versanti del Nord de la Trinacria, con apporti al suolo globalmente contenuti, fin ad su i settori tirrenici de la Campania del mezzogiorno, de la Basilicata e de la Calabria.

Su la base delle previsioni disponibili è valutata per domani, 14 febbraio, allerta gialla su la Basilicata, su la Calabria, su la Puglia del mezzogiorno, sul settore tirrenico centro-orientale de la Trinacria. Permane l’allerta arancione per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell’Alto Piave, per colpa de la frana de la Busa del Cristo, nel Comune di Perarolo di Cadore (Belluno), su la quale è in corso un continuato e concentrato controllo.

Il quadro meteorologico e delle criticità predette sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base a le altre previsioni e all’evolversi dei eventi, ed è disponibile sul sito del Dipartimento de la Protezione Civile, insieme a le norme generali di comportamento da tenere in caso di brutto tempo. Le notizie su i livelli di allerta regionali, su le criticità specifiche che potrebbero riguardare i isolati territori e su le azioni di prevenzione adottate sono gestite da le strutture territoriali di protezione civile, in contatto con che il Dipartimento seguirà l’evolversi de la condizione.

Il Bollettino di Vigilanza Della meteorologia Statale per Mercoledì 14 Febbraio 2018:

Precipitazioni:
– qui e là, anche a carattere di rovescio, su i versanti tirrenici de la Trinacria centro-orientale, su i versanti tirrenici e su questi ionici del Nord de la Calabria, su la Basilicata e su la Puglia del mezzogiorno, con quantitativi cumulati puntualmente contenuti;
– da isolate a qui e là, localmente anche a carattere di rovescio, su i rimanenti versanti di Calabria, Trinacria e Puglia, su la Campania e su i versanti dell’ovest e del Nord e regioni interne de la Sardegna, con quantitativi cumulati tenui.
Nevicate: a altezze di fondo-vallata/pianura nelle ore notturne su Piemonte sud-orientale, Lombardia sud-occidentale, entroterra della liguria e versanti più dell’ovest dell’Emilia, in veloce compimento entro il primo mattino, con apporti al suolo da tenui a localmente contenuti; al di sovra dei 200-400 metri dal mattino su Lazio, Abruzzo, regioni interne delle Marche del sud e Molise, in veloce compimento nel nel primo pomeriggio a cominciare dal Lazio, con apporti al suolo tenui; al di sovra dei 400-600 metri, prevalentemente nella prima parte de la giornata, su la Sardegna, con apporti al suolo da tenui a contenuti; al di sovra dei 300-500 metri nella seconda parte de la giornata su Puglia centro-settentrionale, Campania orientale e Basilicata del nord, con apporti al suolo da tenui a contenuti; al di sovra dei 600-800 metri nella seconda parte de la giornata sul resto di Campania e Basilicata, su la Calabria e su la Trinacria del nord, con apporti al suolo globalmente contenuti, fin ad su i versanti tirrenici di Campania del mezzogiorno, Basilicata e Calabria.
Visibilità: nessun evento efficace.
Temperature: minime basse al Centro-Nord e su le regioni interne del Sud.
Venti: consistenti nord-occidentali su le isole maggiori, con raffiche di burrasca specialmente su i versanti dell’ovest e del sud de la Trinacria e su i versanti del sud de la Sardegna; localmente consistenti del Nord su i versanti tirrenici di Toscana, Lazio e Campania; dalla tarda sera consistenti del Nord su i versanti ionici di Basilicata e Calabria centro-settentrionale e su la Puglia del mezzogiorno, in altro rinforzo nella nottata.
Mari: affannati lo Stretto di Trinacria, il Mare e il Canale di Sardegna, il Tirreno del mezzogiorno e lo Ionio del mezzogiorno; molto manovrati il resto dello Ionio, il Tirreno del centro al largo e l’Adriatico del mezzogiorno.

Il Bollettino di Vigilanza Della meteorologia Statale per Giovedì 15 Febbraio 2018:

Precipitazioni: da isolate a qui e là, localmente anche a carattere di rovescio, su Puglia del mezzogiorno, versanti ionici de la Basilicata, versanti ionici centro-settentrionali e tirrenici del sud de la Calabria e versanti nord-orientali e tirrenici del centro de la Trinacria, in veloce compimento da metà giornata, con quantitativi cumulati da tenui a puntualmente contenuti.
Nevicate: al di sovra dei 200-500 metri su Basilicata e Calabria del nord e dei 400-700 metri sul resto de la Calabria e monti del Nord de la Trinacria centro-orientale, in veloce compimento entro metà giornata, con apporti al suolo da tenui a contenuti.
Visibilità: nessun evento efficace.
Temperature: minime basse al Centro-Nord e su le regioni interne del Sud, fin a localmente molto basse in Pianura Del Po, nella Valle dell’Adige e nelle regioni interne del Centro.
Venti: di burrasca del Nord su Puglia Centro-Sud e versanti ionici di Basilicata e Calabria; consistenti del Nord sul resto del meridione e localmente su i versanti tirrenici e adriatici del Centro de la peninsula.
Mari: affannati lo Ionio, il Canale d’Otranto e lo Stretto di Trinacria, fin a molto allarmato lo Ionio al largo; molto manovrati l’Adriatico Centro-Sud, il Tirreno del centro al largo e il Tirreno del mezzogiorno.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni meteo del globo seleziona qui
Per le previsioni meteo in Europa seleziona qui
Per le previsioni meteo in Italia seleziona qui
Per le previsioni meteo de la tua area seleziona qui
Per le previsioni meteo televisive seleziona qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso seleziona qui
Per l’altitudine de la neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*