Alluvione lampo in Sicilia: fiumi di fango e danni colossali nel CATANESE

Gravi danni e inondazioni nel catanese. Scordia e Palagonia devastate da le piogge importanti. Le immagini.

Una gravoso ondata di cattivo tempo si è abbattuta nelle ultime ore in Sicilia, in particolar maniera su i versanti centro-est dell’isola. Tutto per causa de la risalita di un forte sistema perturbato sviluppatosi lungo una “squall-

line“, ovvero una linea di convergenza fra l’umido scirocco e il fresco vento di maestrale.

Un connubio letale che ha permesso la formazione di ampi nubifragi acquazzoni che fra ieri serata e stanotte hanno portato abbondanti disagi in Sicilia.

Dapprima è colpito il lato del sud, particolarmente fra nisseno e ragusano, dopodichè fra la tarda sera e le ore notturne è la volta di siracusano e catanese.

 

Fortemente colpite le zone interne de la zona etnea : fra Scordia e Palagonia si è abbattuto un alluvione lampo, durante de la nottata di oggi 19 ottobre 2018, che ha causato serie inondazioni e abbondanti danni. Allagati gli scantinati e i piani terra di decine di abitazioni, strade trasformate in fiumi di acqua e fango, strade devastate, auto scaraventate dall’acqua e sistemi fognari in arresto. 

Impressionanti le immagini che giungono da Scordia e Palagonia.
Video da Scordia (CT) :
https://www.facebook.com/mario.daviri/posts/1926208247461045

 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia paragone DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia paragone QUADRUPLO passa qui
Per le previsioni del tempo globali passa qui
Per le previsioni del tempo d’Europa passa qui
Per le previsioni del tempo dell’italia passa qui
Per le previsioni del tempo de la tua regione passa qui
Per le previsioni del tempo in TV passa qui
Per le previsioni del tempo del moto ondoso passa qui
Per l’altitudine de la neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*