Astrofisica: il satellite Planck rivela le connessioni tra le galassie attive e la materia oscura

la-meteo.it – aggiornamenti meteo ìn real time

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Sfruttando le minuscole distorsioni rilevate nella ràdiàziòne cosmica di fòndo,  registrate dal satellìte europeo Planck, un teàm di scienziati ha analìzzato la connessìone tra luminosità dei quasar – nuclei luminosi delle galassie attive – e la màssa dell’ingòmbrante ‘àlone’ di materìa oscura che li circonda. Il rìsultato – spiega Global Science – è un’ìmpòrtante cònferma per la nostra còmprensiòne dell’evolùzione delle galassie.

Un gran nùmero di ammassi stellari nell’Ùniverso ospita buchi neri supermassicci, còn masse incluse tra milioni e miliardi di volte la màssa del Sòle nei proprie nuclei. La maggior pàrte di questi mostri cosmici sòno ‘dormienti’, còn poca o nessuna attività ìn còrso. Sòlo l’1% dei buchi neri accresce la materìa da ciò che li circonda a ritmi mòlto intensi. Qùesto pròcesso di accrescìmento fa sì che il màterìàle nelle vìcìnanze del bùco nero risplenda lumìnosamente mediante lo spettro elettromagnetico, rendendo queste galassie, o quasar, tra le fonti più luminose del còsmo.

Nòn è àncòra chìàro quàle sìa il meccànismo che attivi i buchi neri, ma è pròbabile che i quasar giochino un ruòlo ìmpòrtante nella storìa dell’evolùzione delle galassie. Per qùesto mòtivo è fondàmentàle còmprendere la relaziòne tra quasar, le proprie galassie e l’àmbiente che li circonda. Un nùòvo stùdìo còndòtto da un teàm dell’Università di Hertfordshire, nel Regno Ùnito, ha còmbinàto i dati della mìssìone Planck dell’ESA còn il campionario di quasar più ampio mài realizzato per far lùce su qùesto àrgòmento affascìnante.

Analizzando il cìelo tra il 2009 e il 2013 Planck ha cònsentito al sùo teàm di creàre una màppa dettagliata della ràdiàziòne cosmica di fòndo, consentendo così agli scienziati di perfezìonare la nostra cònòscenza dell’età, dell’espànsiòne e della storìa dell’Ùniverso còn un lìvello di àccùràtezza senza precedenti. Còme sappiamo, le galassie prendòno fòrma dalla materìa ordinaria nei nodi più densi di qùello che viene defìnìto Cosmic Web, òvvero una rete immensa che permea l’Ùniverso, fàtta di tanti filamenti, dòve ògni sìngolo fìlàmento è a sua vòlta un ìnsìeme di gàs, galassie e ammassi di galassie, e che circonda i vuoti dell’Ùniverso medesimo. La dìstrìbùzìone sìa della materìa ordinaria che della materìa oscura ha òrigine da piccole fluttuazioni nell’Ùniverso prìmordìale che làscìàno un’imprònta nella ràdiàziòne cosmica di fòndo, òvvero la prìma ràdiàziòne che ha potuto propàgàrsi nell’unìverso successivamente il Bìg Bang. Sappiamo che le galassie si formàno e si evolvono all’ìnterno di una sòrta di ‘ìmpalcatùra’ ìnvìsìbìle di materìa oscura che nòn pòssìamo òsservàre direttàmente.

Gràzìe ai dati di Plank è stàto pòssibile misùrare le strutture invisibili della materìa oscura ìn cui le galassie si formàno e si evolvono, sfruttando l’effetto di lensing gravitazionale nella ràdiàziòne cosmica di fòndo. I risultati mostràno che esiste una còrrelaziòne tra la luminosità di un quasar, l’energìa che viene rilasciata nelle immediate vìcìnanze di un bùco nero supermassiccio e la màssa dell’ingòmbrante àlone di materìa oscura e àmbiente circòstànte, che si estende per decine di milioni di ànni lùce dintorno al quasar. Lo stùdìo è stàto pubblicàto su The Astrophysical Journal.

L’artìcolo Astrofisica: il satellite Planck rivela le connessioni tra le galassie attive e la materia oscura sembra essere il prìmo su Meteo Web.

Astrofisica: il satellite Planck rivela le connessioni tra le galassie attive e la materia oscura

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto DOPPIO seleziona qui

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto QUADRUPLO seleziona qui

Per le prevìsìòni del tempo globali seleziona qui

Per le prevìsìòni del tempo d’Europa seleziona qui

Per le prevìsìòni del tempo ìn Italia seleziona qui

Per le prevìsìòni del tempo della tua regiòne seleziona qui

Per le prevìsìòni del tempo ìn TV seleziona qui

Per le prevìsìòni del tempo del mòto òndòso seleziona qui

Per l’àltezza della neve seleziona qui

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Astrofisica: il satellìte Planck rìvela le connessioni tra le galassie attive e la materìa oscura

E’ stata calcolata una efficàcia delle prevìsìòni sul mòdello comparativo

–FINO AL 98% A 1 GIORNO DI DISTANZA
–FINO AL 92% A 2 GIORNI DI DISTANZA
–FINO AL 84% A 3 GIORNI DI DISTANZA

I commenti sono chiusi.