Astronomia, OSIRIS-REx ha scòperto le prove della presenza di àcqua sull’asteroìde Bennu

la-meteo.it – prevìsìoni meteo ìn twitter

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Una sonda spazìale sta ruotando vicino ad un pìccolo asteroìde a milioni di chilometri di dìstanza, esàmìnàndo la sua superfìcìe, e ha inviàto sulla Terra i sùòi primi dati. Còme pàrte dell’Origins Program della agenzia spaziale americana, la sonda OSIRIS-REx ha viaggiato verso l’asteroìde Bennu, a cìrca 160 milioni di chilometri dal sòle, arrivando alla meta il 3 dicembre scòrso. L’òbìettìvo è scoprìre i segreti del sìstema sòlàre analizzando l’asteroìde, ampio cìrca 487 metri. Òra la scòperta inaspettata: Bennu o un asteroìde “pàrente” più grànde una vòlta còntenevano àcqua liquida, un’enòrme sòrpresa per i ricercatori della agenzia spaziale americana.

Lockheed Martin

Ìn una cònferenza, gli scienziati hànno annunciato che OSIRIS-REx ha scòperto le prove di minerali idratati sulla superfìcìe di Bennu, utilizzando i sùòi spettrometri di bòrdo (strumenti utilizzati per determìnare l’esatta composìzìone chimica di un pùnto specìfìco). Qùesto sìgnìfìca “evidenze di àcqua liquida” nel pàssàto di Bennu, secòndo Amy Simon, scienziata che supervisiona l’analisi spettràle di OSIRIS-Rex. “Per prìma còsa per àvere minerali idratati, per àvere argille, ci deve essere àcqua che interagisce còn i minerali regolari. Questa è una grànde sòrpresa”, ha detto Simon. E sòno ànche abbondanti. Ci sòno “prove forti e convincenti che la superfìcìe sìa dominata da questi minerali idratati”, ha spìegàto Dànte Lauretta, leàder della missiòne di rìentro dei campioni, che sta portando il teàm a credere che Bennu sìa “rìcco di àcqua”.

Gli scienziati hànno trovato ànche rocce sulla superfìcìe che hànno una dìmensìòne fìno a cìrca 15 metri. “Sembra che sìano àppoggiàte pròprio sulla superfìcìe còme se vi fossero cadute sòpra o còme se quàlcosa abbia imperversato vicino a propie e le abbia làscìàte esposte”, ha àggìunto Lauretta. Il teàm sta òra iniziando a esamìnare i crateri da ìmpàtto per trovàre un pòsto ìn cui OSIRIS-REx pòssa ràccogliere un càmpiòne nel 2020. Nel frattempo, trovàre le prove della presenza di àcqua è un bel tràgùàrdo, ànche se sulla superfìcìe di un minùscolo asteroìde a milioni di chilometri di dìstanza.

L’artìcolo Astronomia, OSIRIS-REx ha scoperto le prove della presenza di acqua sull’asteroide Bennu sembra essere il prìmo su Meteo Web.

Astronomia, OSIRIS-REx ha scoperto le prove della presenza di acqua sull’asteroide Bennu

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto DOPPIO passa qui

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto QUADRUPLO passa qui

Per le prevìsìoni meteo del mòndo passa qui

Per le prevìsìoni meteo d’Europa passa qui

Per le prevìsìoni meteo ìn Italia passa qui

Per le prevìsìoni meteo della tua regìòne passa qui

Per le prevìsìoni meteo ìn TV passa qui

Per le prevìsìoni meteo del mòto òndòso passa qui

Per l’àltezza della neve passa qui

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Astronomia, OSIRIS-REx ha scòperto le prove della presenza di àcqua sull’asteroìde Bennu

E’ stata calcolata una effìcacìa delle prevìsìoni sul mòdello comparativo

–FINO AL 98% A 1 GIORNO DI DISTANZA
–FINO AL 92% A 2 GIORNI DI DISTANZA
–FINO AL 84% A 3 GIORNI DI DISTANZA

I commenti sono chiusi.