Atlantico : il Ciclone tropicale Ernesto e’ gia’ da record. Tocchera’ l’Europa

Ciclone Ernesto a spasso per l’Atlantico, colpirà anche l’Europa. Ciclone tropicale già record, vediamo perchè.

Ne gli ultimi giorni abbiamo ascoltato parlare del ciclone tropicale Ernesto sull’Atlantico occidentale, nel mare dei Caraibi, laddove ha causato diversi disagi per i suoi venti intensi e le piogge torrenziali. Come annualmente a metà agosto iniziano a svilupparsi i cicloni tropicali (da noi conosciuti come uragani), segno dell’imminente e inesorabile arrivo dell’autunno e la celebrata “stagione de gli uragani”.

Ernesto ha abbandonato già da due giorni il mare dei Caraibi dirigendosi verso nord ovest, ovvero verso l’Atlantico del nord laddove ha perso un po’ di energia divenendo una tempesta tropicale (grado inferiore riguardo al ciclone tropicale) con raffiche di vento fra i 70 e i 90 chilometri/h. Ernesto nelle ultime ore è appeso da le forti correnti del nord Atlantico, appartenenti a la corrente a getto polare, che ne hanno mutato un po’ la fisiologia ma permettendole di mantenere tuttavia parte de la sua potenza da tempesta tropicale.

La tempesta si muove a circa 29 chilometri/h verso est mantenendo ancora bene visibile l’occhio del ciclone. La sua prossima tappa potrebbe essere giusto l’Europa nelle prossime ore e ne i prossimi giorni. Entro stasera raggiungerà l’Irlanda sotto le sembianze di un “ciclone post-tropicale”, dopodichè colpirà l’Inghilterra e la Danimarca causando venti sino a 100 chilometri/h e piogge molto forti.

CICLONE DA RECORD

Ernesto è entrato sin da subito nella cronologia : si tratta proprio così del primo ciclone tropicale a formarsi ad una latitudine di bene 42.4°N, evento mai accaduto nell’oceano Atlantico da quando esistono i rilevamenti ( dal 1958). Dunque si tratta del primo uragano a nascere così così più a nord del solito.

QUALI EFFETTI SULL’ITALIA?

Il ciclone Ernesto non colpirà assolutamente l’Italia, ma riuscirà a produrre qualche effetto indiretto, in verità già in atto. Appunto nel suo movimento da ovest verso est, sull’Atlantico del nord, sta innescando un richiamo di aria calda oceanica sul suo bordo orientale, che si “spalma” sull’Europa occidentale e anche sul nord Italia. Dunque questo ciclone sta causando un incremento delle temperature su Spagna, Francia, Germania e nord Italia, laddove ne i prossimi 2-3 giorni raggiungeremo temperature sino a 34°C. Il tempo si presenterà complessivamente costante fra oggi e martedi ad eccezione di qualche isolato temporale su i monti delle alpi e prealpini.

 

COME SI FORMA UN URAGANO? Tutte le info >>>

 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia comparazione DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia comparazione QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni meteo del pianeta seleziona qui
Per le previsioni meteo d’Europa seleziona qui
Per le previsioni meteo dell’italia seleziona qui
Per le previsioni meteo de la tua regione seleziona qui
Per le previsioni meteo in TV seleziona qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso seleziona qui
Per l’quota de la neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

I commenti sono chiusi.