BONINO: instabilità padrona del Mediterraneo sino a fine mese?

REDAZIONE: allora Bonino, quanto dobbiamo aspettare per avere un po’ di stabilità e bel tempo sull’Italia?

BONINO: prima di rispondere a la domanda faccio una breve premessa: maggio è un mese primaverile e non estivo. Pur promuovendo già le prime irruzioni di caldo, il mese mariano risente a pieno titolo dell’influenza de la primavera…e la primavera è una stagione statisticamente instabile e mutevole in Italia; conseguentemente non c’è nulla di eccentrico che a maggio piova. Non dimentichiamoci che i massimi di pioggia nell’arco dell’anno per talune aree del nord (specialmente le Alpi e l’alta pianura) sono attesi giusto in questo periodo.

Detto questo, anche da le cartine contemporanee si nota la presenza di una leggera bassa pressione che seguiterà ad inglobarci anche ne i prossimi giorni. Le alte pressioni saranno lontane dalla scena dell’italia e come minimo sino a la metà de la settimana prossima non dovrebbero entrare in maniera franca nel Mediterraneo.

In altre parole abbiamo sicuramente bei momenti soleggiati e gradevoli, ma alternati periodicamente veramente instabili con piogge e forti rovesci sempre dietro l’angolo. I forti rovesci saranno in ogni modo più probabili nelle aree interne e su i vette nelle ore pomeridiane.

REDAZIONE: dunque da metà de la settimana prossima si può sperare in un cambio di marcia delle situazioni dell’atmosfera in Italia?

BONINO: forse! Le indagine di ieri sono quasi tutte concordi nel vedere una rimonta dell’alta pressione africana sul Mediterraneo successivamente la giornata 23 maggio. Questo avrebbe garantito la così sospirata stabilità e un generale crescita delle temperature.

Oggi certi modelli portano avanti questa tesi, mentre altri hanno già avaro i remi in barca, prolungando la fase instabile sull’Italia sino a fine mese. Solo le aree del mezzogiorno e parte di quelle del centro potrebbero beneficiare di un po’ di stabilità successivamente la data sopraddetta; niente da attuare viceversa per il nord che resterà sotto il tiro di correnti instabili sud-occidentali.

REDAZIONE: è in ogni modo un maggio molto diverso riguardo a gli anni scorsi; perchè la condizione è cambiata in maniera così radicale?

BONINO: non è facile rispondere. A dare il via al modifica di pattern che ci interessava da oltre 3 anni è il riscaldamento stratosferico di metà febbraio sfociato poi nell’episodio di Buran sul Continente capitato ne i primi giorni di marzo. Forzanti come questa riescono a sovvertire gli equilibri che la natura segue per anni, senza dimenticarci che la natura medesima è un’entità ignava e se non è limitata “con la forza” non cambia mai i suoi assetti.

Successivamente la forzante dello “Stratwarming” di metà febbraio i vecchi equilibri sono stati sovvertiti e la natura adesso si muove su binari difformi. Si tratta di binari molto diversi riguardo a questi percorsi sino a lo scorso anno.

In altre parole, la natura appare voglia ripetere lo schema che ha dato origine al Buran di inizio marzo…ovviamente con temperature più edulcorate.

L’estate di per sé è una forzante e tende quasi sempre a resettare le anomalie se esse non sono troppo attecchite o decise. Vedremo se la stagione calda riuscirà nuovamente a far cambiare strada a la natura; attualmente è impossibile dire se questa impresa andrà a buon fine ovvero no, vedremo…

 

 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia paragone DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia paragone QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni del tempo del globo clicca qua
Per le previsioni del tempo in Europa clicca qua
Per le previsioni del tempo dell’italia clicca qua
Per le previsioni del tempo de la tua regione clicca qua
Per le previsioni del tempo in TV clicca qua
Per le previsioni del tempo del moto ondoso clicca qua
Per l’altitudine de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

I commenti sono chiusi.