Brutto tempo Veneto: gara di solidarietà per fronteggiare i danni

  • Brutto tempo Veneto: danni corposi nel territorio. Tantissimi gli alberi abbattuti

    Brutto tempo Veneto: gara di solidarietà per fronteggiare il disastro che ha colpito la regione un mese fa. Fonte: fanpage

    Brutto tempo Veneto: ha raggiunto quasi due milioni di euro la gara di solidarietà di cittadini e aziende

    Un ondata di cattivo tempo che ha lasciato il segno in grande parte del nord-est, quella che ha colpito le aree  Veneto e Friuli Venezia Giulia un mese fa, fra fine ottobre e l’inizio di novembre. Una gara di solidarietà è effettuata ed è tuttora in atto per far risorgere i territori devastati, in specifico de la regione Veneto. Raggiunti i quasi due milioni di euro nella stragrande maggioranza donati da veneti, che hanno dotato un contributo sul conto corrente de la Regione.

    SEGUITECI COME SEMPRE SU GOOGLE NEWS!

    Territori interamente devastati

    La area dell’alto Veneto è interamente devastata dall’ondata di cattivo tempo, in particolar maniera dal forte vento con punte maggiori a i 120 chilometri/h, che ha distrutto un numero di alberi impressionanti. L’altopiano di Asiago ha subito gravi danni. Interi boschi sono andati persi, così che si parla di oltre il 10% del patrimonio boschivo di Veneto e Trentino Alto Adige.

  • Fonte

    Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

    Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

    www.la-meteo.it
    la-meteo.it

    Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia comparazione DOPPIO passa qui
    Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia comparazione QUADRUPLO passa qui
    Per le previsioni meteo globali passa qui
    Per le previsioni meteo d’Europa passa qui
    Per le previsioni meteo dell’italia passa qui
    Per le previsioni meteo de la tua regione passa qui
    Per le previsioni meteo in TV passa qui
    Per le previsioni meteo del moto ondoso passa qui
    Per l’quota de la neve passa qui

    www.la-meteo.it
    la-meteo.it

    Ti potrebbero interessare anche:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *