Ciclone Idai: l’ONU esprime la sua vicinanza e si dice pronta ad aiutare le regioni colpite

Le Nazioni Unite sono pronte a lavorare con le istituzioni dello Zimbabwe per rispondere ai bisogni umanitari delle popolazioni colpite dalla catastrofe causata dal ciclone Idai“: queste le parole del Segretario generale dell’ONU, Antonio Guterres, che ha espresso il suo dolore per le vittime, le distruzioni e lo sfollamento di interi villaggi a causa delle inondazioni che hanno colpito lo Zimbabwe, il Mozambico e il Malawi.

Le ultime informazioni parlano di oltre 31 vittime e 100 i dispersi nello Zimbawe dove il Presidente Emmerson Dambudzo Mnangagwa ha dichiarato lo stato d’emergenza.
La furia del ciclone Idai aveva già causato 66 morti in Mozambico e 56 vittime in Malawi. Il Programma alimentare mondiale (PAM) delle Nazioni Unite ha stimato che circa 1,7 milioni persone si sono trovate nella traiettoria del ciclone in Mozambico mentre circa 920 mila sono state coinvolte in Malawi.

Il PAM, che si era mobilitato per raccogliere aiuti da destinare ai tre Paesi coinvolti ancor prima che il ciclone arrivasse a toccare il continente africano, questo fine settima ha raggiunto il Mozambico, portando 20 tonnellate di aiuti alimentari.
Ed oggi un elicottero raggiungerà le zone isolate del Paese per le prime operazioni d’urgenza e sempre per via aerea saranno fatti arrivare nelle zone isolate biscotti ad alto valore energetico. Mentre ai Paesi raggiungibili via terra, saranno forniti mais, olio e altri aiuti alimentari. Nei prossimi giorni il Pam traccerà una cartografia delle situazioni di emergenza nel Paese per intensificare l’offerta di aiuti.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Quando il meteorologo in questione è responsabile di il favorito diffusione di informazioni meteorologiche ( bollettini, articoli, televisore trasmissioni) produce un tipo di “sommario”, riassumendo la lingua più adatto, anche utilizzando simboli e mappe.

Mai, tuttavia, a essere preso per come il vangelo, e questo vale per ogni prodotto che è postato, non semplicemente per le stime simboliche.

La ricerca che studia i molti fattori che condizionano le relazioni umane tra il diverso fattori, la loro influenza sull’ambiente fisico e biologico e le variazioni che passare attraverso in relazione alle condizioni geografiche.

Questi ultimi sono meno dettagliati, ma molto importanti perché i grandi movimenti delle masse rendono le vaste zone cicloniche e anticicloniche.

Domani Lunedì5 Giugno

Fra tre giorni Giovedì 20 Novembre

Evoluzione per Giovedì 14 Nord – occidentali: Coperto con poche precipitazioni in Riviera ligure , coperto con debole pioggia sulle pianure lombarde e del Piemonte, neve moderata sulle Alpi occidentali e sulle Alpi centrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*