DUE fasi perturbate in arrivo entro i prossimi 7 giorni, vediamo DOVE

L’aria più fresca di origine oceanica tenterà bene due sortite sul Mediterraneo durante dei prossimi giorni. La prima fase di instabilità è prevista ormai nel breve termine, il fronte responsabile dei FORTI TEMPORALI che si sono verificati nelle ultime ore sull’Europa del centro ed occidentale, raggiungerà con la sua coda le aree del nord Italia nella sera di giovedì. In questa sede, nubifragi acquazzoni anche intensi sono previsti su la striscia alpina e prealpina, in sconfinamento parziale su certi versanti di Valpadana nel cuore de la nottata. Venerdì mattinata potrebbe verificarsi qualche temporale anche fra la Liguria e la Toscana, toccando anche i litorali. Sul resto del Paese le situazioni dell’atmosfera resterebbero calde, con punte sino a +35°C questa volta più probabili al centro e maggiormente al sud. 

Quando l’tavola di risalita delle masse d’aria più calde non interessa più le aree del Nord dell’italia ma tende a trasferirsi sul Mezzogiorno, il più delle volte significa che l’europa viene a trovarsi in presenza di ad un cambio significativo de la movimentazione, un cambio che, come in questo caso, poggia radici in un rinforzo de la movimentazione occidentale. 

Un secondo stimolo di instabilità, attraverserà il continente europeo sotto le festività di Ferragosto. Ad esserne interessate, saranno prima di tutto le aree dell’Italia del nord ma qualche temporale refrigerante potrebbe spingersi anche sul centro Italia. La giornata di ferragosto l’stimolo d’aria instabile scivolerebbe rapidamente verso l’area balcanica, concedendo un progresso del tempo su i settori occidentali italiani ma regalando ancora instabilità al nord-est e su i settori adriatici. Le temperature segnerebbero finalmente una riduzione più convinta, con il ripristino di una condizione di caldo più gradevole. Valori termici elevati resisterebbero soltanto sul Mezzogiorno. 

LUNGO TERMINE. 

Uno sguardo al tempo predetto successivamente la festività di Ferragosto, la movimentazione generale dell’atmosfera andrebbe ad inserirsi in una condizione più dinamica e variabile. Le correnti dell’atlantico con le adeguate ondulazioni potrebbero interessare i paesi europei oltralpe, con qualche intermezzo burrascoso probabile anche su i bacini del Nord del Mediterraneo, comprese le nostre aree del Nord (da confermare). 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni meteo del globo seleziona qui
Per le previsioni meteo d’Europa seleziona qui
Per le previsioni meteo in Italia seleziona qui
Per le previsioni meteo de la tua regione seleziona qui
Per le previsioni meteo in TV seleziona qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso seleziona qui
Per l’quota de la neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

I commenti sono chiusi.