Eclissi di Luna del 16 Luglio 2019, diventerà rossa: quando, dove e come vederla dall’Italia, orari e diretta streaming

www.la-meteo.it – aggiornamenti meteo ìn real time

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Lo scòrso 2 Luglio 2019 si è verificata un’eclìssi sòlàre tòtàle, vìsìbìle ìn partìcòlare dall’Òceàno Pàcifico meridiònale ad est della Nùova Zelanda alla regiòne di Coquimbo ìn Cile e ìn Argentina al tramònto, còn il massìmo di 4 minuti e 33 secondi visibili dall’Òceàno Pàcifico. Ìn Italia nòn è stàto pòssibile àmmiràre dal vìvo lo spettàcolo: si ricordi però che ìn genere un’eclìssi sòlàre si verìfìca sempre cìrca 2 settimane prìma o successivamente un’eclìssi lùnare. Ebbene, quella del 2 Luglio è stata la prìma eclìssi ìn questa stagiòne, e la seconda sarà una meravigliosa eclìssi lùnare parzìale, vìsìbìle ànche dall’Italia, prevista il 16 Luglio.

La Lùna pìena sorgerà già nel còno di penòmbra della Terra e inizierà a entràre nel còno d’òmbra alle 22 cìrca. La pàrte oscurata sarà tra il 55 e il 70% e interesserà il sàtellite a pàrtire dalle 20:42. Il massìmo dell’eclìssi verrà osservato alle 23:30. Si ricordi che l’eclìssi sarà parzìale e di cònsegùenza nòn tùtto il làto vìsìbìle della Lùna sarà òscurato. Ìn segùìto l’òmbra scomparirà dal dìsco lùnare, fàse che si completerà dintorno all’1 del 17 luglio. La fìne dell’eclìssi, còn l’ùscita dal còno di penòmbra, si verificherà alle 02:20.

Qùalora nòn fosse pòssibile assìstere dìrettamente al fenòmeno, su MeteoWeb pubblicheremo le principali dirette ìn streaming dòve pòtere segùire l’evento.

Cos’è un’eclìssi lùnare?

eclissi lunare tetrads(1)

Un’eclìssi lùnare si verìfìca sòlo qùando la Lùna è ìn fàse di plenilùnio: un’eclìssi lùnare tòtàle può verìfìcàrsi sòlo qùando il Sòle, la Terra e la Lùna sòno perfettàmente allineati (altrìmenti quel che ne rìsùlta è un’eclìssi parzìale o nùlla del tùtto). Si pòssòno àvere perciò vàri tipi di eclìssi di Lùna, a seconda che la Lùna entri tòtàlmente (eclìssi tòtàle) o parzìalmente (eclìssi parzìale) nel còno d’òmbra, tòtàlmente o parzìalmente nel còno di penòmbra (eclìssi penombrale).

Ìn genere l’ìntero evento richiede dùe ore. Il sàtellite transita completàmente mediante l’òmbra della Terra ed àttràversa prìma la fàse di penòmbra, pòi di òmbra e ìnfìne, nuòvàmente la penòmbra. E’ sicùramente il tìpo di eclìssi lùnare più osservata e la fàse più spettàcolàre è senza dùbbìo quella centràle.

Le eclìssi lunari totali sòno qualcòsa di eccezìonàle. Da qùando la Lùna si è formata, cìrca 4,5 miliardi di ànni fa, si va allontanando dal nostro pìàneta (cìrca 4 centimetri l’ànno). La pòsiziòne òra è perfetta: la sua dìstànza dalla Terra è tàle che l’òmbra di quest’ultima la ricopre completàmente, ma delicàtàmente. Tra miliardi di ànni nòn sarà più così.

Perché la Lùna si tinge di ròsso?

eclissi lunare totale

Il nostro sàtellite vien a tròvarsi nel còno d’òmbra creàto dalla Terra, che si frappone tra il sàtellite e il Sòle: qùesto àllìneàmento Sòle-Terra-Lùna dà vìta a un’eclìssi lùnare tòtàle.

Spesso si sente pàrlàre di “Lùna rossa“, “Lùna di Sàngue” (“Blood Moon“) e ciò è dovùto al fàtto che il sàtellite assume una partìcòlare coloràzione qùando àttràversa l’òmbra proiettata dal nostro pìàneta: ma perché dìventa rossa e nòn viene semplìcemente oscurata? Ce lo spìega la agenzia spaziale americana: il fenòmeno avviene perché l’àtmosfera della Terra si estende òltre il pìàneta e la lùce sòlàre la àttràversa, raggiungendo la Lùna, e “durànte un’eclìssi lùnare tòtàle, la lùce sòlàre che colpisce l’àtmosfera viene assorbita e pòi irradiata verso l’esterno. La lùce blu è la più colpita. Ciò sìgnìfìca che l’àtmosfera filtra la maggior pàrte della lùce blu. Quel che rimane e la lùce arancione e rossa.”

La lùce che àttràversa l’àtmosfera ìn segùìto raggiunge la Lùna e viene riflessa pòi verso la Terra. La coloràzione può varìare dal ròsso, all’arancione al dòrato: tùtto dipende dalla presenza e varìazìone di acqùa e particelle presenti nell’àtmosfera, còme ànche dalla temperàtura e umidità di questa.

Còsa accade durànte un’eclìssi

Marco Alpozzi/LaPresse

Il mòto della Lùna – spìega Mauro Messerotti su Medìa INAF – determìna la sua entràta nel còno di penòmbra della Terra nella fàse iniziàle dell’, e ciò corrisponde ad una lìeve dìmìnùzìone dell’intensità della lùce sòlàre riflessa dalla superfìcìe lùnare, dìffìcìle da ìdentìfìcàre ad occhìo nùdo. Dunque la Lùna entra nel còno d’òmbra della Terra, dando òrigine alla fàse di eclìssi parzìale: prògressivamente la lùce del dìsco lùnare diminuisce sensìbìlmente.

Quàndo la Lùna si tròva ìnteramente all’ìnterno del còno d’òmbra, prosegue l’esperto, ìnìzìa la fàse di eclìssi tòtàle: il dìsco lùnare ha una luminosità mòlto più bassa e la lùce riflessa acquisisce una coloràzione bruno-rossastra, che dipende dalla coloràzione che la lùce sòlàre assume attraversando gli stràti al bòrdo esterno dell’àtmosfera terrestre. La fàse di eclìssi tòtàle dùra per tùtto il tempo ìn cui la Lùna è completàmente immersa nel còno d’òmbra. Quàndo comìncìa ad uscirne l’eclìssi è parzìale, fìno all’ùscita dal còno d’òmbra, che sancisce la fìne dell’eclìssi parzìale e l’ìngresso nel còno di penòmbra. L’ùscita dal còno di penòmbra definisce la fìne dell’eclìssi, qùando la Lùna riacquista la luminosità originaria.

Còme òsservàre l’eclìssi

A dìfferenza dell’eclìssi di Sòle, che necessìta di appositi strumenti per essere osservata al meglìo (vetrini oscurati, filtri solari) senza àrrecàre danni alla vìsta, l’eclìssi parzìale può essere osservata a occhìo nùdo e, se pòssibile, còn l’àùsilio di strumenti ottici còme binocoli o telescopi per gòdere al meglìo del fenòmeno.

Còme fotogràfàre l’Eclìssi di Lùna

eclissi lunareCi sòno dìversi modi di fotogràfàre l’Eclìssi di Lùna – spìegano gli esperti di Astronomitaly – e la prìma còsa da sàpere è che ògni impòstaziòne può varìare a seconda dell’attrezzatùra.
Ìnnanzìtutto servòno un treppiedi e un telecomando per lo scàtto remòto (se la telecamera nòn è già predisposta per l’autoscatto). La fotocàmera deve essere dotata di impostazioni manuali per poter fotogràfàre la Lùna senza saturarla e trovando la giusta combinàzione tra tempo di espòsìzìòne e sensibilità ISO.
Il metòdo più semplìce è dòtàrsi di un telescòpìo o un òbìettìvo di lunga fòcale che permetta di aùmentare gli ingrandimenti. A meno che nòn sìa dotàto di un Àstro-inseguitore la regòla è che ad ingrandimenti più elevati si dovranno ìmpostare tempi di espòsìzìòne più brevi per evitàre il mòsso.
Un’impòstaziòne ad esempìo di 1/250 e 400 ISO potrebbe essere un buon pùnto di pàrtenza.
Se si desìdera fotogràfàre il sàtellite che sovrasta elementi paesaggistici si dovrà ùtìlìzzare un òbìettìvo a corta fòcale (dùnqùe bassi ingrandimenti). Se si dispone di una fotocàmera digitale si può provàre còn la combinàzione 200 – 400 ISO e 5 o 40 secondi. Tùttavìa, màggiòre sarà il tempo di espòsìzìòne, più sarà la possibilità di òttenere del mòsso.
Queste impostazioni variano a seconda della càmera, dell’òbìettìvo che si utilizza e dell’illùminazione della zòna e pertànto consigliamo di fàre delle prove qùalche gìòrno prìma.
Se si desìdera fotogràfàre il percòrso che seguirà la Lùna durànte l’Eclìssi, è sicùramente il caso più còmplesso: nella fàse iniziàle dell’Eclìssi di Lùna si consiglia di pìàzzàre l’immàgine della Lùna ìn ùno degli angoli prevedendo il percòrso che farà la Lùna all’ìnterno dell’ìnquadratura.
Si dovrà a qùesto pùnto scàttàre una seqùenza di immagini a tempi regolari per ricòmpòrre il tràgitto e le fasi della Lùna.
Si può ìnìzìàre còn una espòsìzìòne bàse di 1/125 secondi a f5.6 per pòi aùmentare i tempi di espòsìzìòne ad esempìo a 1/8 màno màno ìn qùanto la Lùna sarà màggiòrmente scura.
Le immagini andranno pòi sommate e composte ìn un’unica fòto ìn post-produzione.

Una nòtte magica càrìca di simboli, sogni e metafore

Gli eventi astronomici hànno da sempre ìspìràto la fàntàsìa dell’ùomo: la Lùna richiama simboli, sogni, raccontati ìn storie, poesie e canzoni.
Tra i tanti artisti ad essere ispirati dal sàtellite natùrale rìcordìàmo i Pink Floyd: còn “The dark Side of the Moon” hànno ùsato la Lùna còme metàfòra del proprie mòdo di vedere le còse.

Òltre le metafore, la Lùna e l’eclìssi sòno da sempre stàte associate all’àmòre: còme dìmentìcàre Lady Hawke e il sùo càvàliere che si ritrovàno grazìe a un’eclìssi?
Michelangelo Antonioni còn il sùo “” ha ùsato la metàfòra del lento e prògressivo ràffreddàmento di un àmòre fìno ad àrrìvàre all’àddio.
Roberto Murolo si rivolge alla “Lùna Rossa”, alla rìcerca della sua amata.
Altra cànzone simbolica è “Total eclipse of the hearth” di Bonny Tyler.

Un mòtìvo ìn più per rivòlgere gli occhi al cìelo, per sògnare, durànte un ràro e magìco fenòmeno còsmico.

Le prossime eclìssi lunari e solari fìno al 2027

  • Eclìssi lùnare parzìale – 16 luglio 2019
  • Eclìssi sòlàre anulare – 21 giugno 2020
  • Eclìssi sòlàre anulare – 10 giugno 2021
  • Eclìssi sòlàre parzìale – 25 ottobre 2022
  • Eclìssi lùnare parzìale – 23 ottobre 2023
  • Eclìssi sòlàre parzìale – 29 marzo 2025
  • Eclìssi lùnare tòtàle – 7 settembre 2025
  • Eclìssi sòlàre tòtàle – 12 agosto 2026
  • Eclìssi lùnare parzìale – 28 agosto 2026
  • Eclìssi sòlàre tòtàle – 2 agosto 2027

L’artìcolo Eclissi di Luna del 16 Luglio 2019, diventerà rossa: quando, dove e come vederla dall’Italia, orari e diretta streaming sembra essere il prìmo su Meteo Web.

Eclissi di Luna del 16 Luglio 2019, diventerà rossa: quando, dove e come vederla dall’Italia, orari e diretta streaming

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto DOPPIO clicca qua

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto QUADRUPLO clicca qua

Per le previsiòni del tempo del mòndo clicca qua

Per le previsiòni del tempo d’Europa clicca qua

Per le previsiòni del tempo ìn Italia clicca qua

Per le previsiòni del tempo della tua regiòne clicca qua

Per le previsiòni del tempo ìn TV clicca qua

Per le previsiòni del tempo del mòto òndòso clicca qua

Per l’àltezza della neve clicca qua

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Eclìssi di Lùna del 16 Luglio 2019, diventerà rossa: qùando, dòve e còme vederla dall’Italia, orari e diretta streaming

E’ stata calcolata una effìcàcìa delle previsiòni sul mòdello comparativo

–FINO AL 98% A 1 GIORNO DI DISTANZA
–FINO AL 92% A 2 GIORNI DI DISTANZA
–FINO AL 84% A 3 GIORNI DI DISTANZA

I commenti sono chiusi.