Episodio INVERNALE di breve persistenza sull’Italia

SITUAZIONE: una massa d’aria più fredda raggiunge da est la nostra Peninsula accompagnata da una sostenuta ventilazione orientale; essa andrà a determinare dell’instabilità anche accentuata al sud, su le Isole Maggiori e sul medio Adriatico. Altrove si avvertirà tuttavia una diminuzione delle temperature.

EVOLUZIONE: lunedì un vortice depressionario ciclonico in quota raggiungerà il nord, approfondendo una bassa pressione sul Mediterraneo del centro che favorirà un netto peggioramento del tempo al centro e al sud, martedì anche su grande parte del nord.

PRECIPITAZIONI: fra lunedì e martedì risulteranno abbondanti al centro e al sud, mentre al nord la presenza di aria ancora fredda favorirà nevicate a altezze molto basse nelle Alpi, sul Trentino Alto Adige, il Cadore e maggiormente l’Emilia occidentale, laddove la neve potrà arrivare anche le altezze pianeggianti.

RITORNO all’AUTUNNO: l’episodio invernale si concluderà già mercoledì con l’allontanamento del vortice depressionario freddo verso l’ovest del Continente e l’inserimento di aria sempre più temperato sul Mediterraneo. Il resto de la prossima settimana vedrà ancora il attraversamento di qualche stimolo instabile associato ad certune precipitazioni, ma in un contesto più temperato, tipicamente autunnale.

FINE MESE: quasi tutti i modelli hanno ridimensionato l’evoluzione fredda prevista a la fine del mese. L’alta pressione in sede anormale a ridosso de la Groenlandia non più avrebbe una grossa influenza nel forzare l”aria fredda a rovesciarsi verso sud dal Polo in direzione del centro Europa; emerge viceversa chiaramente la volontà delle correnti dell’atlantico di riportare in auge la classica corrente temperato da ovest, accompagnata da depressioni che potrebbero certamente catturare aria fredda da nord, ma a latitudini bene più alte delle nostre. In fin dei conti l’autunno sembrerebbe avere ancora molte cose da dire sul nostro Paese.

OGGI: al nord presenza di nuvole irregolare con addensamenti più importanti su ovest Alpi, laddove saranno probabili anche discontinue precipitazioni di neve oltre i 1000metri; al centro instabile su la Sardegna con locali precipitazioni, variabile altrove con addensamenti più compatti su Marche ed Abruzzo, laddove potranno intervenire certune precipitazioni, di neve oltre i 1200metri sul comparto appenninico. Al sud presenza di nuvole irregolare con precipitazioni quasi tutte concentrate sul versante jonico e su la Sicilia in un contesto di generale variabilità. Probabili nubifragi acquazzoni su le coste joniche de la Calabria, del Golfo di Taranto, sul Salento e sull’est de la Sicilia. Ventoso al centro e al sud, temperature in diminuzione.

DOMANI: condizione pressoché simile con precipitazioni concentrate maggiormente su medio Adriatico, estremo sud e Sardegna, probabili nubifragi acquazzoni su le coste joniche, altrove nuvolaglia irregolare ma tempo asciutto, ancora un po’ più freddo ma niente gelo in pianura nemmeno al nord. Tenui nevicate sull’Appennino abruzzese oltre i 1000metri.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO in Italia paragone DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI METEO in Italia paragone QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni del tempo del pianeta clicca qua
Per le previsioni del tempo d’Europa clicca qua
Per le previsioni del tempo in Italia clicca qua
Per le previsioni del tempo de la tua regione clicca qua
Per le previsioni del tempo in TV clicca qua
Per le previsioni del tempo del moto ondoso clicca qua
Per l’quota de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*