Flash: il ciclone sta continuando a fare a pezzi un’area vastissima. Si temono 1.000 morti

Ciclone Mozambico: bilancio delle vittime destinato a salire. Fonte: daily express

  • Ciclone Mozambico: situazione critica nel Paese africano

    Il Ciclone Idai ha portato morte e devastazione in  Mozambico e continua a far parlare si se poichè la situazione resta ancora critica nel Paese. L’area attorno alla città di Beira, dopo quasi una settimana dal suo passaggio, è ancora sott’acqua e le foto satellitari mostrano un lago alluvionale lungo oltre 120 km e largo 25 attorno all’estuario del fiume Buzi. Non solo la zona di Beira ma anche numerose altre zona del Paese risultano ancora allagate e invase dal fango.

    Venti fino a 170 km/h

    E’ una corsa contro il tempo“, “la gente sta aspettando soccorsi ormai da più di tre giorni” ha affermato Celso Correia ministro della Terra e dell’Ambiente. Il ciclone Idai ha colpito Beira con venti fino a 170 km/ h giovedì scorso, per poi trasferirsi nell’entroterra dello Zimbawe e del Malawi, uccidendo centinaia di persone e mettendo a rischio la vita di milioni di persone. I funzionari delle Nazioni Unite sostengono purtroppo che questo potrebbe essere il peggior disastro climatico che si è andato a verificare nell’emisfero meridionale.

  • Si temono oltre 1000 morti

    Il presidente del Mozambico Filipe Nyusi, ha dichiarato emergenza nazionale e tre giorni di lutto per il Paese. Le vittime potrebbero ulteriormente aumentare, poichè molte zone risultano ancora allagate e sommerse, tanto che si pensa che vittime potrebbero ancora aumentare e superare le 1.000 persone. Nel frattempo, l’ufficio umanitario delle Nazioni Unite ha detto che l’area centrale di Buzi, con circa 200.000 persone, rischia di essere parzialmente sommerse. Il presidente della Commissione dell’Unione Africana ha dichiarato che andrebbe a fornire $ 350.000 in supporto immediato ai paesi colpiti dalle devastanti inondazioni. Secondo l’agenzia di stampa Emirates, gli Emirati Arabi Uniti avrebbero donato invece 4,9 milioni di dollari al Mozambico, allo Zimbabwe e al Malawi.  La situazione resta critica nonostante il peggio del maltempo è ormai alle spalle. (Fonte:www.news24.com)

Iscriviti alla nostra newsletter

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO italiane confronto DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI in Italia confronto QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni meteo del mondo clicca qui
Per le previsioni del tempo d’Europa clicca qua
Per le previsioni del tempo nazionali clicca qua
Per le previsioni meteo regionali passa qui
Per le previsioni meteo TV clicca qui
Per le previsioni meteo sui mari clicca qua
Per l’altezza della neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Se il meteorologo in questione è responsabile di il favorito diffusione di informazioni meteorologiche ( bollettini, articoli, tv trasmissioni) crea a tipo di “sommario”, riassumendo il linguaggio migliore, anche utilizzando simboli e cartine.

Gli elementi principali input dai servizi meteorologici nazionali sono le osservazioni di superficie dalle stazioni meteorologiche computerizzate al livello base e dalle boe meteorologiche in mare.

Previsioni meteorologiche sono fatte da collezionando dati quantitativi su lo stato corrente dell’atmosfera e usando tecnici comprensione della dei processi atmosferici per prevedere come si evolverà l’atmosfera.

Le linee le quali circondano le zone ciclonica e di alta pressione sono dette isobare e evidenziano i punti al di sopra di una data pressione.

Stabile temperature, massime fra 20 e 10.

Temperature in aumento, massime tra sedici e dieci.

Oggi Giovedì 29 Dicembre Nord : nuvole che si innalzano nel nord-ovest con un fenomeno debole nella notte , nevoso nelle Alpi a partire da 1500m, per lo più buono altrove. Temperature in slight declino, massime fra 15 e diciassette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*