Il MALTEMPO tra giovedì sera e venerdì: PIOGGE e NEVICATE, tutte le mappe!

Non si è ancora spento l’eco del primo grosso vortice ciclonico che ha attraversato il Paese e già si pensa al peggioramento altrettanto intenso in arrivo tra nord e centro tra il tardo pomeriggio-sera di giovedì e venerdì.

Si tratterà di un passaggio intenso anche se rapido, accompagnato da precipitazioni intense che, grazie all’aria secca affluita in queste ore sin sul catino padano occidentale, potrebbero favorire nevicate sin nei fondovalle tra Piemonte, Valle d’Aosta ed estremo ovest della Lombardia, a quote più alte sui restanti settori del nord, dove oltretutto risulterà più netto un temporaneo richiamo sciroccale più mite.
Fiocchi si prevedono a Cuneo, Aosta, collina di Torino, alto Varesotto, Ossola, compresa Domodossola.

Qui la situazione attuale in VAL BADIA a Colfosco (BZ): accumuli davvero notevoli, intervenuti nella notte scorsa:


In ogni caso la neve potrà cadere anche in alcuni fondovalle dell’area alpina centrale ed orientale, dalla Valtellina alla Valsugana, su tratti locali della Val d’Adige, sull’alto Cadore, nel Burgraviato.  

Dietro al fronte principale tra l’altro affluirà aria più fredda in quota e al suolo seguiteranno ad originarsi piccoli vortici depressionari, in grado di incentivare l’instabilità atmosferica anche nel corso del pomeriggio e della serata di venerdì 15 novembre, rinnovando il rischio di nevicate a quote decisamente basse.

Piogge e temporali sono invece attese lungo le regioni centrali tirreniche e la Sardegna, in spostamento anche verso il medio Adriatico, coinvolta anche la Campania. Ecco la sequenza di tutte le mappe partendo dagli accumuli precipitativi previsti tra le 18 e le 24 di giovedì 14 novembre:

Ed ecco gli accumuli previsti tra le 24 o le 06 di venerdì 15 novembre:

Ed ecco quelli attesi tra le 6 e le 12 di venerdì 15 novembre:

Ed infine tra le 12 e le 18 di venerdì 15 novembre, quando il modello americano prevede rovesci su Lombardia, Liguria, Lazio e Campania, anche nevosi sulle Alpi a quote basse:

Ed ecco gli accumuli NEVOSI attesi sulle Alpi per tutto il periodo in oggetto. Questi accumuli vanno valutati ad una quota media di 1500m e mostrano picchi compresi tra 50 e 70cm, in alcuni casi anche sino al metro. Vanno tutti ovviamente presi con beneficio d’inventario, ma testimoniano la forza del passaggio perturbato in arrivo.

QUOTA NEVE: come detto ad ovest tra il fondovalle e i 500-600m, sui settori centrali ed orientali tra il fondovalle e i 700-1000m, a seconda dell’esposizione allo Scirocco. Le vallate più a sud avranno un limite più alto, quelle più strette e a nord più basso.

 

 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO italiane confronto DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI METEO in Italia confronto QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni meteo del globo passa qui
Per le previsioni d’Europa clicca qui
Per le previsioni nazionali seleziona qui
Per le previsioni regionali clicca qua
Per le previsioni televisive seleziona qui
Per le previsioni del moto ondoso clicca qua
Per l’altezza della neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

 

Quando il meteorologo in questione è responsabile di il favorito diffusione di informazioni meteorologiche ( bollettini, articoli, televisore trasmissioni) fa a tipo di “sommario”, riassumendo il linguaggio più adatto, anche usando simboli e cartine.

Mai, ancora, a essere studiato per come il vangelo, e anche questo si riferisce a ogni prodotto che è rilasciato , non semplicemente per le stime simboliche.

La scienza che studia gli elementi , come definito sopra, è chiamato meteorologia.

Questo è nominato foen: si verifica quando fra il nord e il sud delle Alpi c’è una differenza pressoria

Lunedì e Lunedì situazioni atmosferiche di stabilità, velatura e un po ‘di annuvolamenti nel tardo pomeriggio, assenza di piogge, limitata presenza di vento.

Centro: un po ‘di ispessimento insolito in prima ora di mattina ma senza degno di nota tendenza , più soleggiato dal pomeriggio. Temperature senza versioni, massime tra 15 e 18.

Temperature stabili, massime fra sedici e 20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*