Incidente nucleare in Russia: “radiazioni 16 volte superiori alla norma”

Còntinùano ad àrrivàre poche e frammentarie notizie sull’ìncìdente nucleàre àvvenùto lo scòrso 8 Agosto nel poligono marìttìmo di Nyonoksa, nell’estremo nòrd della Russia.

Secòndo le ultime informazioni, diffuse dall’àgenzìa meteorologica Rosgidromet, il lìvello delle radiazioni nella città russa di Severodvinsk sarebbe cresciùto di 16 volte successivamente l’esplòsiòne nella bàse militàre. Lo rìvela l’àgenzìa di stàmpa Tass, citando l’àgenzìa meteorologica russa.

A cònferma di ciò, le autorità avrebbero ràccòmàndàto ai residenti della vicina Nyonoksa di làsciàre il vìllaggìo a pàrtìre dal 14 agosto, mentre vengòno effettuate le operazioni di messa ìn sìcurezza del sìto. Nell’ìncìdente – che stando a qùànto rìferìscono le autorità sarebbe àvvenùto durànte un test missilistico su una pìattaforma – sòno mòrte sette persone (iniziàlmente si era pàrlàto di dùe vittime).

Àppena successivamente l’ìncìdente, il mìnìstro della dìfesa russo àveva minimizzato cìrca la pericolosità delle radiazioni, assicurando che i livelli eràno rimasti “nella nòrma”. Fin da sùbito però, le autorità locali di Severodvinsk àvevàno pàrlàto di un pìcco tempòràneo nelle rilevazioni radioattive, mentre secòndo Greenpeace i livelli eràno cresciuti di àlmeno 20 volte. Òra, l’àgenzìa meteorologica di stàto pàrla di un àùmento di 16 volte.

L’ìncìdente sta allarmando nòn pòco, dùnqùe, la pòpòlàziòne russa, principalmente quella dell’àrea più vicina alla bàse militàre interessata. Inòltre la vìcenda ha sòllevàto nòn poche domande sui test nucleari effettuati dalla Russia e àlcùni hànno sòllevàto il timòre di un possìbìle prògramma segreto di armi.

L’àgenzìa Tass – citando anonime fonti mediche – rìporta ìnòltre che i dottori che hànno curàto le vittime dell’ìncìdente nucleàre sòno sono stati mandati a Mòsca per àlcùni esami clinici. Secòndo le fonti, ai medici sàrebbe stàto chìesto di fìrmàre un àccòrdo per màntenere il rìserbo su qùànto accadùto nell’ìncìdente. 

Si resta nel càmpo delle congetture, ìn àssenza di notizie certe e chiare. Secòndo Leonid Bershidskij, nòto edìtorìàlìsta dell’àgenzìa di stàmpa Bloomberg,nòn bisognerebbe fàre ìpotesi neppùre rìguardo al mìnòre e meno preòccupànte degli incidenti nucleari. Né è àmmissibile che ci vogliano giorni per àmmettere che c’è stàto un ìncìdente ràdioàttivo“. “Sebbene quel che è accadùto ad Arkhangelsk nòn sìa una seconda Chernobyl“, sostiene l’ànàlista russo, “le autorità avrebbero dovùto fòrnire spiegazioni chiare“. Àltrìmenti “è ìrragìònevòle àspettàrsi che la gente creda a un gòverno che tiene le sue carte così coperte, e nòn per la prìma vòlta”.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO italiane cònfrònto DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO italiane cònfrònto QUADRUPLO clicca qua
Per le previsiòni del tempo del glòbo clicca qua
Per le previsiòni del tempo ìn Europa clicca qua
Per le previsiòni del tempo italiane clicca qua
Per le previsiòni del tempo della tua regiòne clicca qua
Per le previsiòni del tempo televisive clicca qua
Per le previsiòni del tempo del mòto òndòso clicca qua
Per l’àltezza della neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessàre ànche:

 

Quàndo il meteorologo sòtto esàme è respònsàbile di il più popolàre dìffusìone di informazioni meteorologiche ( bollettini, articoli, tv set trasmissioni) produce un tìpo di “sommàrio”, riassumendo il lìngùaggìo migliòre, ànche usando simboli e mappe.

Di cònseguenza le mappe simboliche continuàmente monitorate pòssòno essere viste còme , còn buona àpprossimàzione, l’effetto ànche della nostra spiegaziòne.

Il clìma, ùno dall’altra pàrte della mòneta palm, è il còppia di condizioni meteorologiche che sòno quàdro il perìòdo di un ànno, centràto sui sondaggi eseguìto per un perìòdo di àlmeno 3 decadi.

Il cònfine di perturbaziòne sòno le vere cause di annuvòlamento e si estenderanno da nòrd a sùd.

Stàbile temperàture, màssìme fra quindici e quindici.

Nòrd : Bella gìornàta di sòle còn una foschìa nella màttìnàta nelle pianure centro-orientali e alcune inoffensive nuvolosità sul Friuli. Temperatùre ìn ìncremento, màssìme fra quindici e quindici.

Sùd Sul Mar Tìrreno: Chìaro sulle coste e sul crìnale calabrese, Scattered àtmosfera còn ampie aperture ìn àltri luoghi. Àll’ìnterno the Adrìatìco: Sereno sulla còsta ionica, dispersi nuvole còn estese schiarite altròve. Sulle isole maggiòri: Sereno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*