Insieme per convivere con i terremoti, Amatrice 29-30 ottobre 2017

la-meteo.it – notizie meteo in temp o reale

A più di un anno dall’inizio della sequenza sismica che ha colpito il Centro Italia, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) incontra cittadini e studenti di Amatrice per presentare i risultati del lavoro svolto dall’Istituto durante questi mesi, la storia sismica dell’area, le prospettive di ricerca sui terremoti e le ultime novità sulle tecniche ricostruttive nel campo dell’edilizia. Una due giorni di conferenze, seminari, incontri e caffè scientifici.

Dopo il Festival del Cinema di Venezia 2017, sarà proiettato ad Amatrice il documentario di Gianni Amelio, Casa d’altri, girato e dedicato alla città reatina, prodotto da Bartleby con Rai Cinema. Gianni Amelio torna per la prima volta sui luoghi del set per presentare la sua opera alla città. Saranno presenti il Produttore Massimo Di Rocco e il Responsabile Rapporti Istituzionali Rai Cinema Carlo Brancaleoni.

Un percorso divulgativo descriverà le attività dell’Istituto durante l’emergenza, curato dai gruppi operativi e di ricerca INGV. Si parlerà degli effetti geologici prodotti in superficie da eventi sismici e di quelli di sito legati alla geologia del sottosuolo, del danneggiamento/risentimento, degli spostamenti del suolo visti da satellite e di cosa accade durante un processo sismico. Ampio spazio alle mappe e alle applicazioni multimediali per raccontare la sismicità e la pericolosità sismica del nostro territorio.

Infine, visite alla Sala di Sorveglianza Sismica, riprodotta all’interno della Tenda del Centro Operativo Emergenze Sismiche dell’INGV, per conoscere da vicino cosa fanno i sismologi durante il servizio di sorveglianza sismica e imparare a localizzare un terremoto.

Domenica 29 ottobre dalle 11.00 alle 17.00 – Conferenza, Tenda Cinema

A dare il benvenuto, il Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi e il Direttore Generale dell’INGV Maria Siclari.

Aprirà i lavori il Presidente dell’INGV, Carlo Doglioni, che introdurrà la sequenza sismica del 2016-2017 e il contributo dell’INGV.

Interverranno: i sismologi INGV Romano Camassi e Giovanna Cultrera (I terremoti del passato e gli effetti di sito); l’ingegnere dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Sonia Giovinazzi (Il comportamento sismico degli edifici e le tecniche ricostruttive); il Direttore della Struttura Terremoti-INGV, Daniela Pantosti (Le prospettive di ricerca sui terremoti).

Nel pomeriggio, incontro con il regista Gianni Amelio e proiezione del suo documentario Casa d’altri (2017, 16 minuti), girato e dedicato ad Amatrice, prodotto da RAI Cinema.

A seguire, appuntamento al Caffè scientifico con gli esperti INGV.

Lunedì 30 ottobre, dalle 9.30 alle 16.30 – presso la scuola e la Tenda Cinema

Un programma interamente dedicato alle scuole. La mattina, appuntamento con i ragazzi del liceo scientifico nel laboratorio Le città invisibili. Tratto liberamente dall’omonimo libro di Italo Calvino, il laboratorio si focalizza su ciò che il terremoto ha trasformato, concentrandosi sui concetti di memoria, relazioni, desideri.

Nel pomeriggio, incontro introduttivo al progetto “EDURISK per RIETI” (Percorsi educativi per la riduzione del rischio), rivolto ai docenti.

Scarica la locandina dell’evento

Archiviato in:Informazione, INGV, Sequenza sismica Amatrice, Sismicità Italia Tagged: 2016, 2017, amatrice, Carlo Doglioni, Casa d’altri, Daniela Pantosti, EDURISK, Gianni Amelio, Giovanna Cultrera, INGV, Progetto Edurisk, Romano Camassi, sequenza sismica Amatrice-Visso-Norcia

Insieme per convivere con i terremoti, Amatrice 29-30 ottobre 2017

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le previsioni del tempo del globo passa qui

Per le previsioni d’Europa clicca qui

Per le previsioni meteo nazionali passa qui

Per le previsioni regionali passa qui

Per le previsioni meteo televisive seleziona qui

Per le previsioni sui mari clicca qui

Per l’altezza della neve seleziona qui

www.la-meteo.it

la-meteo.it

In meteorologia la previsione meteorologica consiste nell’uso della scienza e della tecnologia con lo scopo di stimare la condizione dell’atmosfera in un intervallo futuro ed in una data regione.
Ora per prevedere le condizioni future si usano di frequente modelli di previsione numerici. L’intervento umano è ancora necessario per selezionare il miglior modello di previsione sul quale fondare la previsione stessa.
Per di più il previsore deve tradurre i risultati dei modelli matematici in una previsione detagliata e facile fruibile dai non addetti ai lavori

La incredibile potenza computazionale che serve per risolvere le equazioni che descrivono l’atmosfera, l’errore implicato nel valutare le condizioni iniziali ed una conoscenza incompleta dei processi atmosferici implicano che le previsioni siano molto meno accurate quando aumenta l’intervallo temporale della previsione.
Al contrario la previsione meteo diviene più affidabile quando si avvicina l’evento.
L’uso della cosiddetta PREVISIONE DI ENSEMBLE e DEL CONSENSO tra i modelli aiuta a RIDURRE L’ERRORE e a ottenere L’ESITO PIU’ PROBABILE.

Questo website fa uso proprio questo metodo per poter ottenere LE MIGLIORI PREVISIONI DELLA RETE.
Infatti vengono messi a confronto le migliori previsioni del web e i migliori modelli numerici.
Dal loro confronto è possibile ottenere un livello di successo elevatissimo fino a 3 giorni di distanza.

Si calcola un successo delle previsioni

–SINO AL 98% A 1 GIORNO DI DISTANZA
–FINO AL 92% A 2 GIORNI DI DISTANZA
–SINO AL 84% A 3 GIORNI DI DISTANZA

LA METEO – CONFRONTA LE MIGLIORI PREVISIONI DEL WEBInsieme per convivere con i terremoti, Amatrice 29-30 ottobre 2017

I commenti sono chiusi.