Io non rischio torna in piazza sabato 14 ottobre

la-meteo.it – meteo news in real time

Siamo ormai vicini alla settima edizione della campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Sabato 14 ottobre torna IO NON RISCHIO in un’unica giornata di informazione e comunicazione, un evento trainante per un grande obiettivo: diffondere buone pratiche di protezione civile e sensibilizzare i cittadini sul tema della prevenzione.  IO NON RISCHIO 2017 quest’anno si arricchirà di iniziative ed eventi legati alla conoscenza dei luoghi e dei rischi presenti sul territorio e si svolgerà in tutti i capoluoghi di provincia, vedendo come attori principali i volontari delle associazioni di protezione civile di ciascuna provincia.

IO NON RISCHIO è una campagna nazionale di comunicazione sulle “buone pratiche di protezione civile”, intese nel senso più pieno, vale a dire su tutte le azioni che i cittadini possono mettere in atto fin da subito per ridurre il rischio. Lo slogan scelto per identificare la campagna “Io Non Rischio” è l’affermazione di un proposito ben preciso, è una dichiarazione di intenti che ogni cittadino e ogni comunità può fare come parte del sistema nazionale di protezione civile.

La campagna è promossa dal Dipartimento di Protezione Civile (DPC), in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), l’Associazione Nazione delle Pubbliche Assistenze (ANPAS) e la Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica (ReLUIS) ed è realizzata in collaborazione con Regioni e Comuni.

L’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali, ma la reale consistenza del rischio può essere sensibilmente ridotta attraverso una conoscenza reale dell’ambiente in cui viviamo, delle sue caratteristiche di pericolosità e l’adozione, fin da subito, di scelte consapevoli che riducano, in particolare, la vulnerabilità dell’ambiente costruito e della nostre comunità.

L’INGV, come partner scientifico della campagna, partecipa attivamente alla formazione dei volontari che andranno in piazza sui rischi terremoto e maremoto e alle altre numerose attività, tra le quali lo sviluppo delle mappe interattive per il portale www.iononrischio.it.
L’inserimento del rischio maremoto e alluvione ha visto il coinvolgimento anche dell’Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra), dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (INOGS), dell’Agenzia Interregionale per il fiume Po (AiPo), Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, Università della Calabria (CamiLab), Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

L’elenco dei comuni che, il 14 ottobre 2016, ospiteranno IONONORISCHIO2017  con la descrizione degli eventi e delle iniziative che animeranno le piazze della campagna sono disponibili sul sito ufficiale della campagna http://iononrischio.it/, dove è possibile consultare e scaricare i materiali informativi sui diversi rischi e consultare le mappe interattive realizzate per l’occasione dall’INGV.

La mappa interattiva dei terremoti recenti dal 2005 al 2017.

Un’iniziativa importante per promuovere la partecipazione dei cittadini nelle piazze delle proprie città è prevista per venerdì 13 ottobre, quando i promotori della campagna#iononrischio danno appuntamento a tutti per una mobilitazione virtuale su Twitter. L’idea è quella di realizzare un tweetstorm, un flusso di tweet simultaneo, utilizzando l’hashtag #IoNonRischio2017 che accompagnerà la campagna quest’anno.

Sul portale www.iononrischio.it sono disponibili tutte le informazioni sulla campagna e tutti i materiali (pieghevole e schede dei rischi) che i volontari distribuiscono nella giornata del 14 ottobre nelle piazze italiane.

Segui “Io Non Rischio” sul sito web www.iononrischio.it e sui canali social della campagna.

social


a cura di Concetta Nostro, Maurizio Pignone Romano Camassi, INGV.

Archiviato in:Informazione, INGV, Mappe interattive – Story maps, Maremoti, Protezione Civile, Rischio sismico, Video Tagged: #alluvione, #iononrischio2017, alluvioni, anpas, appnews, campagna informativa, Dipartimento della Protezione Civile, DPC, INGV, iononrischio, mappe interattive, maremoti, maremoto, ReLUIS, rischio, rischio alluvione, rischio maremoto, rischio sismico, social media, terremoti, terremoto

Io non rischio torna in piazza sabato 14 ottobre

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le previsioni globali clicca qui

Per le previsioni del tempo europee clicca qua

Per le previsioni del tempo in Italia passa qui

Per le previsioni della tua regione clicca qui

Per le previsioni del tempo TV clicca qua

Per le previsioni del tempo del moto ondoso clicca qui

Per l’altezza della neve clicca qui

www.la-meteo.it

la-meteo.it

In meteorologia la previsione meteo consiste nell’applicazione della scienza e della tecnologia con lo scopo di prevedere lo stato del tempo in un periodo futuro ed in una determinata zona.
Ora per predire le condizioni future si utilizzano diffusamente modelli di previsione matematici. L’intervento umano è ancora richiesto per selezionare il miglior modello di previsione sul quale basare la previsione stessa.
Oltre a questo il previsore deve tradurre i risultati dei modelli matematici in una previsione detagliata e semplice utilizzabile dal pubblico non esperto

La eccezionale potenza di calcolo che serve per calcolare le equazioni che descrivono l’atmosfera, l’errore implicato nel misurare le condizioni di partenza ed una conoscenza incompleta dei eventi atmosferici causano che le previsioni divengano molto meno precise quando aumenta l’intervallo di tempo della previsione.
Differentemente la previsione meteo diviene più affidabile quando si approssima l’evento.
L’uso della cosiddetta PREVISIONE DI ENSEMBLE e DEL CONSENSO tra i modelli matematici aiuta a DIMINUIRE L’ERRORE e a determinare L’ESITO PIU’ PROBABILE.

Questo website utilizza proprio questo metodo per poter ottenere LE MIGLIORI PREVISIONI DEL WEB.
Infatti vengono messi a confronto le migliori previsioni di internet e i migliori modelli matematici.
Dal loro confronto è possibile ottenere un livello di successo elevatissimo sino a 3 giorni di distanza.

E’ stata calcolata un successo delle previsioni

–SINO AL 98% A 1 GIORNO DI DISTANZA
–FINO AL 92% A 2 GIORNI DI DISTANZA
–FINO AL 84% A 3 GIORNI DI DISTANZA

LA METEO – CONFRONTA LE MIGLIORI PREVISIONI DEL WEBIo non rischio torna in piazza sabato 14 ottobre

I commenti sono chiusi.