La precipitazione nevosa fra Sant’Ambrogio e l’Immacolata nel dicembre 1990 al Nordovest!

Intanto che il Ponte dell’Immacolata del 1990 mi trovai, ancora ragazzo, a lasciare la Lombardia per qualche giorno, per recarmi in Friuli.

Fresco di patente, attraversai la mattinata del 6 dicembre campagne lombarde in versione siberiana, con ghiaccio e galaverna dappertutto, in un contesto debolmente soleggiato ma gelido.

Successivamente Verona, tutto diverso: sole molto più generoso, niente brina su i campi e temperature veramente più miti.

In Friuli, a Pordenone, nel nel primo pomeriggio si poteva uscire anche senza giaccone.
Ad ovest era rimasto incastrato del freddo, ad est no.

E quando arrivò l’intensa perturbazione del giorno dell’Immacolata, preceduta già venti umidi del sud, i primi fiocchi caddero su le pellicce delle signore che si recavano al teatro a la Scala per assistere a la Prima de la stagione, come accade da tradizione.

In Friuli solo cielo cupo e vento veramente temperato, del sud, di questi che preparano grosse piogge, ma assolutamente non annunciano neve.

Nella nottata dell’Immacolata una copiosa precipitazione nevosa investì la Valle d’Aosta, il Piemonte e l’ovest de la Lombardia sino all’Adda, più a est nella bergamasca, caddero solo pochi centimetri bagnati.

Al mio ritorno in auto, quella mattinata, la pioggia mi accompagnò battente in un contesto delle temperature molto temperato (sino a 12°C) sino a Verona, poi l’avvento di una nebbiolina bassa su i campi all’quota di Brescia mi fece cogliere cosa stesse succedendo più ad ovest.

Il termometro auto segnava ora solo 6°C, a Bergamo si scese a 3°C, con la neve che pur in fase di fusione, era ancora bene presente su i campi e su le strade.

La sorpresa arrivò giungendo a Monza, laddove la pioggia si trasformò in neve, sia pure bagnata e ancora più cadeva generosa all’arrivo dello svincolo di Milano.
Qua sono caduti molti centimetri e c’era 1°C.

L’autostrada per Varese e Como si presentava quasi a la paralisi, con la corsia di destra totalmente invasa dalla neve. Paesi come Legnano, Busto Arsizio e Gallarate mostravano una manto di oltre 20centimetri.

Da le 16 ma la pioggia prese il sopravvento dappertutto anche sull’ovest de la Lombardia ma entro le 22 i eventi cessarono e la neve rimase a far compagnia al Nordovest anche la giornata successivamente.

Verso la Liguria molti automobilisti rimasero bloccati con le proprie auto per ore e ore in Appennino su le autostrade per le nevicate abbondantissime; intervenne persino la Protezione Civile. Ne cadde circa 1 m a altezze basse, ma a Genova piovve con un 1°C e scesero bene 120mm di pioggia.

A Torino il derby Torino-Juventus venne rinviato per impraticabilità del campo.

Anche il rientro dalla Valle d’Aosta è particolarmente difficoltoso; molti gli automobilisti in difficoltà su le strade di montagna ma anche in autostrada, laddove si formarono code continui.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia paragone DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia paragone QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni meteo del pianeta seleziona qui
Per le previsioni meteo d’Europa seleziona qui
Per le previsioni meteo dell’italia seleziona qui
Per le previsioni meteo de la tua regione seleziona qui
Per le previsioni meteo in TV seleziona qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso seleziona qui
Per l’quota de la neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*