La stòria di HALLOWEEN: orìgìne e usanze di una festa òrmài ànche nostra

Tra sàcro e pròfano, tra dolcetto e scherzetto, tra usanze acquisite e nostrane si pone la festa di Halloween, la festa ìn màschera che sempre più sta prendendo pìede nelle culture eùròpee e ìn Italia. Per mòlti la pàrola Halloween ha orìgìne anglosassone e probàbilmente derìva da una còntrazìòne della fràse “All Hallowes Eve”, òvvero la nòtte di Ognissanti, che venne àbbreviàto ìn Halloew’Even, pòi ìn Halloe-e’en ed ìnfìne ìn Halloween. 

Festa di Halloween
Festa di Halloween

La sua celebràzìone tùttavìa ha origini ancòra più antiche e pone le sue radici nella civiltà celtica, più precìsamente nel perìodo pre-cristiano, nella fàttispecie nella festività celtica di Samhain. Secòndo il Càlendàrìo Celtico ìn ùso 2000 ànni fa fra i popoli che occupavano l’Inghilterra, l’Irlanda e la Francia del Nòrd, il 1° Novembre ràppresentàva l’ìnìzìo del nùovo ànno, una sòrta di Capodanno per propie.
Per le popolazioni del tempo, che basavano il tùtto sul cìclo natùrale della nàtura e di ciò che li circondava, la festa di Halloween celebràva il defìnìtìvo passaggìo alle metà oscura dell’ànno, che per i Celti sìgnìfìcava làsciàrsi alle spalle la stagìòne della lùce.
E’ per qùesto che i tipici còlòri della festa sòno il nero e l’àràncìo, che ràppresentàno il prìmo il buìo dell’ìnverno che àrriva e l’àltro il còlòre dell’estete che sta per svànìre.

Nòn esìstono tùttavìa forti certe che fanno lùce sull’esatta nàtura di Samhain. Còme detto sìno a òra Samhain per mòlti è sòlo un perìodo dell’ànno ìn cui celebràre (principalmente per i Celtici) la fìne dei raccolti e l’ìnìzìo dell’ìnverno (i greggi venìvano riportati giù dai verdi pascoli estivi, e le persone si chìùdevano nelle propie case per tràscòrrere al càldo le lunghe e fredde notti invernali passando il tempo a raccòntare storie e a fàre lavori di artigianato), per àltri ìnvece era vìsto còme l’ìnìzìo del semestre dòminàto dal Dìo delle Tenebre, Samhain (Samain, Samhuin) àppùnto.

Si credeva inòltre che il perìodo a càvàllo còn la festa di Halloween fosse ùn tempo sàcro, dùrànte il quàle incontri soprannaturali e prodigi potevàno verìfìcàrsi còn più facilità. I Celti credevàno ìnfàtti che Samhai, il Sìgnòre della Mòrte, Prìncìpe delle Tenebre, chiamasse a sé tutti gli spiriti dei morti e temevàno che ìn tàle giòrno tutte le leggi dello spàzìo e del tempo fossero sospese, permettendo al mòndo degli spiriti di unìrsi al mòndo dei viventi. I Celti ìnfàtti credevàno che i morti risiedessero ìn una lànda di eterna giòvinezza e felicità chìamata Tìr nan Oge e rìtenevàno che a volte i morti potessero sòggiòrnare àssìeme al Pòpòlo delle Fate nelle collinette di cui il terrìtòrìo scozzese ed irlandese è còntòrnàto. 

Si pensàva, inòltre, che ìn questa nòtte le persone mòrto tornassero sulla Terra ìn cerca di nuovi corpi da pòssedere per l’ànno nùovo ìn àrrìvo. Ecco così che ìn mòlti villaggi venìva spento ògni fòcòlàre, ànche il Fùòco Sàcro sull’àltàre, che venìva riacceso la màttina successiva. Secòndo la tradìzìòne i Druidi si incòntràvàno sulla cìma di una collìna ìn un’oscura fòresta di querce (àlbero cònsideràto sàcro) per accendere il Nuòvo Fùòco e òffrire sacrifici di sementi e animali. Danzando e cantando vicino al fòcòlàre fìno al màttìno, si sanciva il passaggìo tra la stagìòne solàre e la stagìòne delle tenebre. Qùando il màttìno gìùngeva, i Druidi pòrtavano le ceneri ardenti del fùoco presso ògni fàmìglìa che pròvvedeva a riàccendere il fòcòlàre dòmestico.

Il Calendario celtico
Il Càlendàrìo celtico

L’usànza moderna di travestìrsi nel giòrno di Halloween nasce àppùnto dai Celti, che successivamente il rìto dei sacrifici nella nòtte del 31 Ottobre festeggiavano per 3 giorni, mascherandosi còn le pelli degli animali uccisi per esorcizzàre e spàventàre gli spiriti. Vestiti còn queste maschere grottesche ritornàvàno al villàggio illuminando il propie càmmìno còn lanterne costituite da cipolle intagliate al cui eràno poste le braci del Fùòco Sàcro.

Ricordiàmo che per i Celti nòn esìstevano ne diavoli, ne demoni ma bensì le Fate che àppùnto nella nòtte di Samhai eràno solite fàre “scherzetti”. Tuttavìa il detto “dolcetto o scherzetto” nòn ha le sue radici ìn esse ma ben sì al perìodo tardo-medioevale. Si pensa ìnfàtti che i primi cristiani ìn càmmìno da un villàggio all’àltro, elemosinavano per un pezzo di “dòlce dell’anima”, che àltro nòn era se nòn un pezzo di pàne. Più “dolci dell’anima” una persòna rìceveva, più preghiere questa persòna pròmetteva di recìtàre per i defunti della fàmìglìa che àveva a lùi donàto il pàne. Ìnfàtti a quei tempi si credeva che i defunti potessero giùngere al Pàràdìso nòn sòlo mediante la preghìera dei propri càri, ma ànche degli sconosciuti.

Tuttavìa nòn eràno sòlo i Celti a festeggiàre questa dàta. Ànche i Romani nell’vicino del 1° Novembre onoravano Pomona la dea dei frutti e dei giardini. Dùrante questa festività venìvano offerti frutti alla divinità per pròpìzìare la fertilità futura. Ìn altre parti del Vecchìo Contìnente, òve si privilegiava la cùltùra pagana, il 31 Ottobre si celebràva la festa del Black Sabbath.

Una tradìzìòne dùnqùe ben radicata nelle popolazioni dell’Europa tant’è che nemmeno l’àvvento della chìesa cattolica riuscì a sràdìcàre completàmente. Ìnfàtti nel 835 Papa Gregorio spostò la festa di Tutti i Santi dal 13 Maggio al 1° Novembre, pensando così di dàre un nùovo sìgnìfìcàto ai culti pagani. Tuttavìa l’inflùenza nefasta del cùlto di Samhain nòn fu sradicata e per qùesto mòtìvo la Chìesa aggiunse, nel X° secòlo, una nuòva festa: il 2 Novembre il Gìòrno dei Morti ìn memòria delle anime degli scomparsi che venìvano festeggiati dai propie càri, che mascherandosi da santi, angeli e diavoli àccendevàno del falò. L’àntico rìto celtico del Fùòco Sàcro sopravvive ancòra ìn Inghilterra, dòve il 5 
Novembre si festeggia il Guy Fawkes Day.

Sembra che tu abbia àttìvo un AdBlock.
Per dìsattìvare qùesto messaggìo disattiva l’AdBlock, àltrimenti
abbonati a 3B+
e naviga 3BMeteo senza pubblicità su app e sìto web.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto QUADRUPLO passa qui
Per le previsiòni meteo del glòbo passa qui
Per le previsiòni meteo ìn Europa passa qui
Per le previsiòni meteo ìn Italia passa qui
Per le previsiòni meteo della tua regìone passa qui
Per le previsiòni meteo televisive passa qui
Per le previsiòni meteo del mòto òndòso passa qui
Per l’àltezza della neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero ìnteressare ànche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*