PRIMAVERA: meteo pessimo, ultimi aggiornamenti


immagine 1 articolo 56758

Il trend meteo della Primavera appare molto instabile, ma d’altronde come potrebbe presentarsi una stagione mite iniziata a Febbraio, ovvero nel culmine della stagione invernale? Come abbiamo sottolineato altre volte, non ci sono riscontri nel passato di un mese di Febbraio caratterizzato da caldo di tale portata sull’Europa occidentale e il Nord Italia.

FEBBRAIO 2019 è stato il più caldo mai registrato da misurazioni termometriche per quanto concerne i valori diurni sul Nord Italia e gran parte dell’Euoropa occidentale. Per rafforzare il concetto, è stato equivalente alle più terribili ondate di calore.

Meteo d’inverno pronto a tornare la prossima settimana. Freddo e neve

Ma vediamo quelle che sono le tendenza meteo climatiche primaverili, peraltro già anticipate in un precedente approfondimento.

Marzo è un mese di primavera meteorologica che si combina a volte fortemente con l’Inverno, tanto che la prossima settimana in Europa si verificherà un robusto calo della temperatura con il ritorno a condizioni meteo della stagione fredda. In termini pratici ci saranno diffuse gelate soprattutto nelle ore notturne, ghiaccio nell’Europa dell’est anche di giorno, neve sui rilievi fin sull’Italia e a bassa quota.

Meteo Italia: irrompono caldo al Sud e fresco al Nord. Torna il Maestrale

Niente di quanto descritto è inedito per il mese di Marzo. Questo mese, molte volte ha presentato caratteristiche invernali.

Ma come ormai scriviamo innumerevoli volte, quello che sconquassa il trend di questa stagione è soprattutto il clima avuto a Febbraio, con le sue altissime temperature che si sono propagate in parte anche agli inizi del mese di Marzo. Ciò ha innescato una marcata variabilità nel nostro Emisfero che tenderà a determinare un’accentuazione delle caratteristiche climatiche estreme anche nel nostro Continente.

Meteo Europa: insolita siccità invernale. La situazione

Questo significa che ci dovremo attenderci repentini cambiamenti del tempo.

Sarà una Primavera con temperature mediamente superiori alla media, e non usiamo appositamente il condizionale, in quanto lo indicano tutti i modelli matematici stagionali, anche se sarà da confermare. Ma lo ricordiamo, è la scienza che queste distribuisce previsioni. La medesima che prospetta il ritorno delle precipitazioni in Italia, compreso il Nord ove si vive ormai una situazione di siccità, tanto che il grande fiume che attraversa la Valle Padana è in secca e con livelli di mancanza d’acqua prossimi a quelli record. Ci riferiamo al fiume Po.

Meteo Europa: caldo inusuale anche in Polonia

Quindi, torneranno le piogge e una sorta di balletto termico con sbalzi di temperatura ragguardevoli, e si potrebbe passare in pochi giorni dal freddo al caldo eccessivo.

Ma torniamo alla gravità di quanto avvenuto in Febbraio, per consentirci di esprimere un concetto che ci auguriamo giunga chiaro ed esplicito. A Febbraio abbiamo avuto un anticiclone estivo, di quelli che durante la stagione calda procurano temperature altissime.

Pronti per i temporali? Salutiamo il ribaltone meteo

A luglio o ad agosto avremmo avuto in Italia del Nord per circa tre settimane temperature prossime a 40° centigradi. Vi sembra impossibile? Ebbene, in pieno Inverno, quando la radiazione solare è ben più contenuta rispetto all’Estate, abbiamo avuto temperature massime mediamente superiori alla media di oltre 10° centigradi. Ora, dato che in Valle Padana la temperatura massima di Luglio e Agosto è attorno, se non superiore a 30° centigradi, e 10°C di anomalia positiva nelle massime estive vuol dire avere circa 40°C, ma sappiate che anche 37-38°C sarebbero drammatici se dovessero persistere per 3 settimane.

Ma per ora ci sarà la Primavera con i suoi caos, che dovrebbero avere inizio dopo l’episodio di freddo, con un nuovo repentino surriscaldamento verso la fine del mese, dopo che il Vortice Polare avrà terminato la sua influenza fredda verso l’Europa.

Il meteo farà il botto

Con le nuove ondate di caldo saremo forse già in Aprile, la temperatura facilmente potrebbe superare i 30°C all’Nord Italia, evento già avvenuto in passato qualche anno fa per effetto di un anticiclone nordafricano. E nel caso di avvezione di aria calda proveniente dal Sahara, nel Sud Italia e la Sicilia i 35°C sarebbero un valore già sperimentato nel vicino passato, e siccome parliamo di meteo estremo, tali eventi potrebbero replicarsi.

Poi ci sono i temporali, questi potrebbero essere frequenti e molto intensi, ciò perché i modelli matematici stagionali prospettano temperature medie più alte rispetto alla norma, ma anche precipitazioni più abbondanti. Il risultato dovrebbe essere quello di avere temporali, e con essi anche il rischio di grandine.

Meteo ITALIA: tra maltempo e caldo precoce. Prossima settimana cambia tutto

Così ci dovremmo abituare all’idea che il mese di Maggio, in occasione di periodi molto caldi, sia per l’intrusione di aria calda dal deserto del Sahara verso il Sud Italia, oppure nei periodi di anticiclone africano, la temperatura potrebbe salire sui valori esagerati. Qui parliamo già di valori estremi vicini a 35° centigradi per il Nord Italia e 40°C per il Sud. Valori già raggiunti nel passato.

Abbiamo parlato di record facilmente raggiungibili, ciò perché il meteo del passato recente, ha visto tali eventi ripetersi con straordinaria frequenza. E le previsioni stagionali sono favorevoli ad avere stagioni dal clima estremo.

METEO 15 giorni: aria polare verso Europa, freddo invernale

LINK rapido alle PREVISIONI METEO sino 15 giorni dei capoluoghi di regione d’Italia, oppure vai su CERCA la tua località nel campo form in alto alla pagina:

Meteo ANCONA

Meteo AOSTA

Meteo BARI

Meteo BOLOGNA

Meteo CAGLIARI

Meteo CAMPOBASSO

Meteo CATANZARO

Meteo FIRENZE

Meteo GENOVA

Meteo L’AQUILA

Meteo MILANO

Meteo NAPOLI

Meteo PALERMO

Meteo PERUGIA

Meteo POTENZA

Meteo ROMA

Meteo TORINO

Meteo TRENTO

Meteo TRIESTE

Meteo VENEZIA

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI italiane confronto DOPPIO clicca qui

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO nazionali confronto QUADRUPLO clicca qui

Per le previsioni globali seleziona qui

Per le previsioni meteo in Europa clicca qua

Per le previsioni meteo nazionali passa qui

Per le previsioni della tua regione seleziona qui

Per le previsioni TV seleziona qui

Per le previsioni sui mari clicca qua

Per l’altezza della neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

 

Questi mappe sono piuttosto tecnologici e quindi generalmente dedicato a probabilmente il più esperto.

Tutto accade automaticamente, è vero, ma il dispositivo è stato stato affrontato con interpretando dati e risultati come ogni volta noi lavoriamo “manualmente”, quello è come avremmo fatto .

La scienza che studia i vari fattori che condizionano le relazioni tra le varie fattori, la loro influenza sull’ambiente fisico e biologico e le variazioni che subiscono in relazione alle condizioni geografiche. In meteorologia, i seguenti sono più noti.

Tipicamente le zone cicloniche indicano con la lettera ‘B’ (in alcune lingue inglesi con la lettera ‘L’ -low-).

Verso nord: Nuvole e piogge in transito da ovest a est soprattutto dal pomeriggio. Neve dal 1700-2000m. Miglioramento serale nel nord-ovest.

Sud: alcuni danno tra Campania, Molise e Gargano senza fenomeni, sole illuminato o più velato sull’altro regioni.

Verso il nord-est: Sparse nuvole con considerevoli radure nelle pianure venete e nelle Dolomiti, Sereno altrove .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*