Meteo: a fine Maggio arriva l’ANTICICLONE africano SCIPIONE; oltre 30°C. Ma vediamo l’origine dei NOMI METEO

Meteo: a fine Maggio arriva l’ANTICICLONE africano SCIPIONE; oltre 30°C. Ma vediamo l’origine dei NOMI METEO
Meteo: a fine maggio e primi di Giugno si espanderà l’alta pressione africano Scipione, si supereranno i 30°C. Vediamo anche l’origine dei nomi a le illustrazioni meteorologiche
Articolo del 13/05/2018

ore 12:05

scritto da

Antonio Sano’

Fondatore

Anticiclone Africano Scipione a fine Maggio 2018Alta pressione Africano Scipione a fine Maggio 2018 La scena meteorologica a scala europea sarà ancora compromessa dall’azione perturbata del maestoso vortice ciclonico semi-permanente d’Islanda per lo meno fin a Domenica 20 Maggio o addirittura fin a Lunedì 21 e Martedì 22.

Successivamente, le elaborazioni su base statistico-matematica denominate ENSEMBLE, ovvero che tengono in considerazione diverse evoluzioni meteorologiche (di insieme appunto) partendo da dati iniziali opportunamente e stocasticamente cambiati, mettono in evidenza un crescita de la pressione sul Mediterraneo, ovvero un’espansione, un promontorio, detto CUNEO ANTICICLONICO che simpaticamente chiameremo “SCIPIONE”, come Scipione l’Africano.

Simile conformazione ANTICICLONICA spingerà masse d’aria di origine tunisino-algerina verso il Mediterraneo e dunque l’Italia fra la fine del mese di Maggio e i primi di Giugno, giusto in concomitanza con la festa de la Repubblica.
L’Alta pressione Scipione farà innalzare la colonnina di mercurio fin a 30-32°C al Nord, ma anche al Centro-Sud lontano da le coste, mentre il mare ancora debole e non caldo di questa stagione mitigherà come di consueto il tempo delle migliaia di kilometri delle nostre magnifiche coste.
Su le Alpi nasceranno dei forti rovesci in trasporto verso Piemonte e Lombardia, mentre altri acquazzoni interesseranno le regioni appenniniche de la Toscana, Umbria, Lazio, e Abruzzo-Molise fin a la Lucania.

Dare un nome a le illustrazioni meteorologiche NON è affatto una novità e l’usanza, si far per dire, nasce nel corso di la seconda guerra eccezionale quando gli aviatori statunitensi sono soliti assegnare a le perturbazioni nomi di donna, preferendo questi delle proprie promesso spose, moglie o ancora meglio, delle Suocere 😉

Poi con il ’68, per par condicio, si iniziarono ad assegnare anche i nomi mascolini a le illustrazioni meteorologiche come gli Uragani che attraversavano gli Stati uniti, e così questa usanza vede oggi alternare nomi femminei e mascolini ordinatamente ne gli anni pari e dispari.

L’usanza del nome si estese bene presto anche a gli altri paesi anglosassoni, così come in Inghilterra, ma anche in Germania, laddove oggi simpaticamente l’Università di Berlino concede la possibilità di acquistare con pochi spiccioli i nomi preferiti, prenotandosi ma con largo anticipo, pensate, anche differenziati anni prima.

In Italia NON esiste un ente ufficiale preposto, ma consideriamola questa attività come un gioco se noi lo facciamo, non c’è nulla di male. Non credete? Voi che ne pensate?

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia comparazione DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia comparazione QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni meteo globali clicca qua
Per le previsioni meteo in Europa clicca qua
Per le previsioni meteo dell’italia clicca qua
Per le previsioni meteo de la tua regione clicca qua
Per le previsioni meteo in TV clicca qua
Per le previsioni meteo del moto ondoso clicca qua
Per l’quota de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

I commenti sono chiusi.