METEO Aeronautica Militare 30 giorni, compresi NATALE e CAPODANNO


immagine 1 articolo 54632

Il trend meteo diffuso dall’Aeronautica Militare con validità 30 giorni potrebbe sconcertare coloro che si aspettano il grande gelo a dicembre, coloro che annunciavano un’ondata di gelo mai vista dai modelli matematici di previsione.

Si, dei cambi si intravvedono, ma le dinamiche dell’atmosfera sono troppo disordinate in questa fase dell’anno.

In linee generali abbiamo un periodo meteorologico invernale, e laddove la temperatura sarà normale, sarà Inverno, quello vero, e davvero sarà una fortuna che questo succeda, poichè da mesi e mesi la temperatura è superiore a la media sull’Italia e maggiormente in buona parte d’Europa.

Forse è in atto una fluttuazione del tempo in aggiunta al mutamento climatico descritto da gli scienziati, forse sì, forse no.

La proiezione meteo giunge al Natale e supera anche il Il primo giorno dell’anno, e non prospetta cambi meteo chiari, se non un ulteriore avvio de la stagione invernale, ma senza prospettare periodi particolarmente freddi, anzi, lo schema per macro aree indica una tendenza a temperature maggiori a la norma, e questo potrebbe essere attendibile, visti i altri che sono registrati da molto, molto tempo in Italia.



immagine 2 articolo 54632

BOLLETTINO AERONAUTICA MILITARE ITALIANA
Fonte meteoam.it

Uno sguardo a le prossime settimane,
periodo: 10 dicembre 2018 – 06 gennaio 2019
(EMISSIONE venerdì 07/12/2019 – PROSSIMA EMISSIONE venerdì 14/12/2018)

Il carattere disordinato dell’atmosfera comporta che le previsioni meteorologiche con indicazioni di dettaglio sull’evoluzione del tempo in individuale località (previsioni di tipo classico), possano estendersi temporalmente solo a pochi giorni; oltre simile termine la previsione risulta inattendibile. Le previsioni a lunga scadenza costituiscono l’ultima frontiera de la meteorologia nel versante delle previsioni operative. Sono il risultato di una filiera articolata di processi che sono resi probabili grazie all’impiego di forti calcolatori elettronici, di complessi modelli fisico-matematici che simulano reiteratamente contemporaneamente (ensemble) il comportamento del Sistema atmosfera-oceano, ma anche dell’elaborazione di un massiccio flusso di dati meteo-marini. Infine, l’esperienza e l’interpretazione dell’uomo, in termini meteo-climatologici, gioca un ruolo altrettanto significante. Eppure, le previsioni a lungo termine sono molto diverse da quelle di tipo classico, in termini di dettaglio e di affidabilità, poichè non forniscono l’evoluzione del tempo in individuale località e/o in specifici istanti del giorno. Forniscono viceversa delle indicazioni basate sulla probabilitàbasate sul calcolo delle probabilità dell’eventuale scostamento di un parametro meteo, in un determinato periodo, riguardo a i valori medi climatologici. Le previsioni che seguono rappresentano dunque delle tendenze dell’andamento atmosferico atteso e, pertanto, esprimevano delle indicazioni di massima di questo che possiamo ragionevolmente aspettarci nel periodo e nell’area indicata. (Prossima emissione, venerdì 14 Dicembre 2018).

10 – 16 Dicembre 2018

La prima settimana mostra una campo di pressioni con valori più basse a la media, con un segnale meno deciso limitatamente a le Isole Maggiori. Le precipitazioni tenderanno dunque ad essere di moda linea con il periodo su tutto il Paese eccezion fatta per Sardegna e Sicilia laddove viceversa saranno leggermente al di sotto delle medie attese. Anche il quadro delle temperature mostra valori nella norma su grande parte de la Peninsula e con buona eventualità maggiori a le medie del periodo su le Isole Maggiori.

17 – 23 Dicembre 2018

Nel corso di la seconda settimana si assiste ad un aumento de la pressione atmosferica, specialmente sul versante centromeridionale, mentre la movimentazione al Centro-Nord tende ad assumere una componente più occidentale. L’andamento delle precipitazioni risulta al di sopra de la media attesa su le aree del Nord e sulle del centro, specialmente del versante tirrenico; i quantitativi precipitativi saranno viceversa in linea con i valori attesi sul resto del Paese. Le temperature continueranno ad essere al di sopra de la media.

24 – 30 Dicembre 2018

Nella terza settimana l’avvertimento concernente all’aumento di pressione si consolida su tutto il Paese, coinvolgendo anche il settentrione. I valori di precipitazioni saranno nelle medie attese al Centro-Nord e leggermente al di sotto al Sud. Sull’intera Nazione, continua con buona eventualità il trend positivo del regime delle temperature.

31 Dicembre 2018 – 06 Gennaio 2019

Si attenua nell’ultima settima l’avvertimento positivo di pressione con ritorno ad un regime mediamente ciclonico. In simile quadro il modello climatologico mostra una blando segnale precipitativo al di sopra de la media al Nord ed al Sud, mentre i valori saranno in linea con quanto atteso al Centro. Ancora regimi termici maggiori riguardo a la norma su tutto il territorio.

Fonte meteoam.it

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone DOPPIO clicca qua

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone QUADRUPLO clicca qua

Per le previsioni del tempo del pianeta clicca qua

Per le previsioni del tempo in Europa clicca qua

Per le previsioni del tempo in Italia clicca qua

Per le previsioni del tempo de la tua regione clicca qua

Per le previsioni del tempo in TV clicca qua

Per le previsioni del tempo del moto ondoso clicca qua

Per l’quota de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*