Meteo al 1° Luglio: settimana di TEMPORALI, Estate KO, poi CALDO africano



EVOLUZIONE METEO PROBABILE SINO 1° LUGLIO 2018
Aria instabile continuerà ad affluire sull’Italia per buona parte de la settimana. Le situazioni meteo saranno perciò influenzate dall’altro transito d’aria umida foriera di nubi ideale genesi per lo sviluppo di nubifragi acquazzoni.

I nubifragi acquazzoni, rammentiamo, sono eventi atmosferici a carattere locale, ma che in certe circostanze si aggregano e generano temporanee situazioni di cattivo tempo. Intanto che l’estate i guasti del tempo hanno complessivamente breve persistenza, determinano forti scrosci di pioggia, talvolta anche nubifragi, occasionalmente grandinate e colpi di vento particolarmente energici. Si manifesta un brusco diminuzione delle temperature.

La fase più acuta dell’instabilità dovrebbe concludersi nel finire de la settimana, quandanche certe previsioni prospettano un recente peggioramento nel versante nord occidentale italiano e la Toscana, quando transiterebbe un recente stimolo perturbato. Ma simile previsione sarà confermata ne i prossimi giorni.

DETTAGLI METEO
In un contesto di decisa instabilità atmosferica il tempo è variabile. Con tempo variabile si intende definire una si condizione meteo mutevole, con modifiche meteorologici che potrebbero essere anche improvvisi. In genere l’instabilità atmosferica determina nubifragi acquazzoni, dunque cattivo tempo a carattere locale. Perciò potrà succedere che in una zone ci siano forti piogge nubifragi acquazzoni, mentre a 10-15 chilometri di divario il sole ed il caldo.

Le previsioni prospettano maggiori precipitazioni maggiormente a ridosso dei monti, ma la pioggia raggiungerà anche il Sud Italia e le Isole Maggiori, laddove a giugno simile evento è abbastanza raro, se non quasi eccezionale, maggiormente perché potrebbe piovere abbondantemente.

TENDENZA DA MERCOLEDI’
La prima parte de la settimana sarà probabilmente la più instabile, con nubifragi acquazzoni a macchia di leopardo difficilmente ipotizzabili come allocazione, perciò la definizione più acconcia del tempo atteso ne i prossimi giorni è quello de la variabilità atmosferica.

La temperatura tenderà gradualmente a salire, questo perché è terminato il flusso d’aria fredda proveniente da le zone più del Nord dell’Europa. Il caldo pian piano si farà sentire, ma sarà senz’altro ammissibile.

SECONDA PARTE DELLA SETTIMANA
La seconda parte de la settimana sarà caratterizzata da un progresso del tempo, seppure persistendo una accentuata variabilità atmosferica. Su simile periodo di previsione ci sono certe incognite, ne abbiamo accennato prima, con il nord occidentale e la Toscana laddove si potrebbe verificare un momentaneo peggioramento, persino acuto, con nubifragi acquazzoni anche di forte impeto. Ma sarebbe un modifica di breve persistenza.

Il Centro-Sud e la Sicilia vedranno tempo discreto, con la possibilità di nubifragi acquazzoni pomeridiani su i monti.

In tutta Italia, nondimeno si avrà un crescita de la temperatura, con la prospettiva nel corso di il prossimo fine settimana di un sensibile incremento dei valori, questo per il contributo di aria proveniente dal Nord Africa. Si potrebbe materializzare la prima sedia ondata di caldo dell’estate, ma per ora non è atteso nulla di eccezionale, è maggiormente niente di confrontabile riguardo all’estate 2017.

Aggiornamenti e controllo evoluzione meteo, 24 ore su 24, a cura dello Staff

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*