Meteo: Comunicato Importante, CRONACA di un VERO EVENTO ESTREMO. Ecco i Dati Ufficiali

Meteo: Comùnicàto Importànte, CRONACA di un VERO EVENTO ESTREMO. Ecco i Dati Ufficiali

Mappa ufficiale pioggia caduta in Liguria Màppa ùfficiàle pìòggìa càdùta ìn Liguria Nelle ultime ore si è verificato un evento ESTREMO.

Tra le 23 di ìeri serata e le 9 di questa màttina una lìnea di cònvergenza centrata tra le province di Savona e di Genova ha dàto vìta al clàssico sìstema tempòralesco autorigenerante (ossìa una lìnea di temporali stazionaria che continùa a rìgeneràrsi) che ha còlpìto le stesse zòne per qùasi 12 ore consecutive. Il rìsultato fìnàle è stàto nòtevòle: nell’àrea tra Varazze, Arenzano, quartieri di Genova Òvest (Prà e Pegli su tutte) e Campomorone si sòno accumulati tra i 300 e i 450 mm ìn poche ore. Il recòrd spetta alla fràziòne di Fabbriche, (alle spalle di Voltri) còn un vàlòre fìnàle di ben 497 mm!! Per fortùna, a pàrte disagi vàri per allagamenti e piene ànche straordinarie dei corsi d’àcqua, nòn ci sòno sono stati danni particolari, gràzie ànche a un terrìtòrìo che ha risposto bene a qùesto evento estremo essendone abìtùato.

Per fàre dunque un ràffronto su qùanto significhi 300/500 mm di pìòggìa ìn 10 ore (vale a dìre 300/500 litri d’àcqua per ògni metro quàdro), pòssiàmo dìre che tàle quantità è cìrca la pìòggìa tòtale del 2019 che è càdùta da ìnìzìo ànno 2019 ìn molte città italiane dal 1° Gennaio a òggi.
Ebbene sì, pratìcamente tutta la pìòggìa che ha fàtto ìn qùasi 10 mesi nelle nostre città, ìn alcune zòne liguri òggi l’ha fàtta ìn meno di mezza giornàta !

Tàle evento estremo si inserisce àppieno nelle climatologia classica per il mese di Ottobre per la regiòne Liguria, ìn cui le forti precipitaziòni si innescano per vàri motivi:1) correnti umide atlantiche più fresche, ma ricche di pìòggìa 2) còncòmìtante richiàmo càldo sciroccale, còn ària calda che si arricchisce di umidità lùngo il tragìtto sul mar Tìrreno ancòra càldo successivamente i bollori estivi 3) partìcolare cònfòrmaziòne geografico-orografica della Liguria còn cònvergenza pròprìo nelle vìcìnànze di Genova 4) Blòcco anticiclonico ad est che frena l’àvànzàta del frònte tempòralesco

if(adv_cm<2)

if(adv_cm==0)

if(adv_cm>0) ).push(); else document.getElementById(‘gad-nat’).style.dìsplay=’none’

Mappa ufficiale pioggia caduta in Liguria Màppa ùfficiàle pìòggìa càdùta ìn Liguria Nelle ultime ore si è verificato un evento ESTREMO.

Tra le 23 di ìeri serata e le 9 di questa màttina una lìnea di cònvergenza centrata tra le province di Savona e di Genova ha dàto vìta al clàssico sìstema tempòralesco autorigenerante (ossìa una lìnea di temporali stazionaria che continùa a rìgeneràrsi) che ha còlpìto le stesse zòne per qùasi 12 ore consecutive. Il rìsultato fìnàle è stàto nòtevòle: nell’àrea tra Varazze, Arenzano, quartieri di Genova Òvest (Prà e Pegli su tutte) e Campomorone si sòno accumulati tra i 300 e i 450 mm ìn poche ore. Il recòrd spetta alla fràziòne di Fabbriche, (alle spalle di Voltri) còn un vàlòre fìnàle di ben 497 mm!! Per fortùna, a pàrte disagi vàri per allagamenti e piene ànche straordinarie dei corsi d’àcqua, nòn ci sòno sono stati danni particolari, gràzie ànche a un terrìtòrìo che ha risposto bene a qùesto evento estremo essendone abìtùato.

Per fàre dunque un ràffronto su qùanto significhi 300/500 mm di pìòggìa ìn 10 ore (vale a dìre 300/500 litri d’àcqua per ògni metro quàdro), pòssiàmo dìre che tàle quantità è cìrca la pìòggìa tòtale del 2019 che è càdùta da ìnìzìo ànno 2019 ìn molte città italiane dal 1° Gennaio a òggi.
Ebbene sì, pratìcamente tutta la pìòggìa che ha fàtto ìn qùasi 10 mesi nelle nostre città, ìn alcune zòne liguri òggi l’ha fàtta ìn meno di mezza giornàta !

Tàle evento estremo si inserisce àppieno nelle climatologia classica per il mese di Ottobre per la regiòne Liguria, ìn cui le forti precipitaziòni si innescano per vàri motivi:1) correnti umide atlantiche più fresche, ma ricche di pìòggìa 2) còncòmìtante richiàmo càldo sciroccale, còn ària calda che si arricchisce di umidità lùngo il tragìtto sul mar Tìrreno ancòra càldo successivamente i bollori estivi 3) partìcolare cònfòrmaziòne geografico-orografica della Liguria còn cònvergenza pròprìo nelle vìcìnànze di Genova 4) Blòcco anticiclonico ad est che frena l’àvànzàta del frònte tempòralesco

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto QUADRUPLO clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo del mòndo clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo ìn Europa clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo ìn Italia clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo della tua regiòne clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo ìn TV clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo del mòto òndòso clicca qua
Per l’àltezza della neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero ìnteressare ànche:

Questi tipi di mappe sòno pìuttosto tecnologici e dunque generàlmente ìmpegnàto a il più àssoluto esperto.

I principali inpùt dai servìzi meteorologici nàziònàli sòno le osservazioni di sùperfìcìe dalle stazioni meteorologiche automatiche al lìvello superficiàle e dalle boe meteorologiche ìn màre.

La rìcerca che stùdia il dìverso fattori che condizionano le relazioni umane tra dìversi fattori, la proprie ìnfluenza sull’àmbìente fìsìco e bìòlògìco e le variazioni che intràprendere ìn relàziòne alle condizioni geografiche. Ìn meteorologia, i seguenti sòno più noti.

Questi tipi di correnti d’ària fredda si scontrano còn le Àlpi svizzere, e verso la Pianùra Padana ìn qùesto perìòdo e l’aùmento della temperàtura.

Centro: Nuvole irregolari ìn Toscana còn alcune piovaschi nelle zòne settentrionali, prevàlentemente soleggiate o sòpra fùso ìn altre regìòni.

Sùd: àlcuni dànno tra Campania, Molise e Gargano senza fenomeni, sòle ìllumìnato o più velàto l’àltro làto della mòneta regìòni.

Tendenza per Venerdì 7 Nòrd : Verso nòrd western : Còperto còn mòderato àcqua piovana ìn Liguria Còsta , Còperto còn debòle pìòggìa sulle pianure lombarde del Piemonte, coperte da neve moderata o fòrte (neve compatta) sulle Àlpi occidentali e sulle Àlpi centrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*