METEO: da Lunedì 15 in poi, per tanti tanti giorni, Italia AGGREDITA da due VERI cicloni

METEO: da Lunedì 15 in poi, per tanti tanti giorni, Italia AGGREDITA da due VERI cicloni
Articolo del 12/10/2018

ore 12:24

scritto da

Marco Castelli

Meteorologo

Due vortici ciclonici in discesa dall'Islanda fin sul nostro PaeseDue vortici ciclonici in discesa dall’Islanda sin sul nostro PaeseIl mese di ottobre sta procedendo all’insegna de la accentuata variabilità del tempo laddove, a giornate soleggiate e con temperature più gradevoli, si alternano brevi fasi di brutto tempo talvolta anche molto gravoso come in questi giorni fra Sardegna, Liguria e Piemonte. Da gli ultimi aggiornamenti dai primarie centro di calcolo meteo (European Centre for Medium-Range Weather Forecasts) tuttavia prende sempre più piede l’ipotesi di una seconda metà del mese certamente più instabile e perturbata con un generale diminuzione delle temperature in specifico su le Aree del Centro Nord.

Nel dettaglio giusto a iniziare dalla metà del mese di Ottobre sembrerebbe che a più riprese l’area depressionaria collegata al Vortice depressionario Islandese possa pilotare per lo meno due perturbazioni che investirebbero dapprima le Isole Britanniche e la Francia ed infine anche l’area del Mediterraneo. Qua, fra le molteplici ipotesi, da Domenica 24 Ottobre una seconda e bene più strutturata bassa pressione potrebbe approfondirsi ulteriormente su i nostri mari con la probabile formazione di un secondo ciclone che, richiamando correnti più umide da Sud, innescherebbe una lunga fase di brutto tempo su diverse Aree.Questo è uno situazioni già visto in passato, caratteristico appunto di queste settimane quando i flussi provenienti da Nord Ovest si fanno progressivamente più incisivi con abituali giorni di pioggia e temperature in generale diminuzione. Vista la provenienza delle correnti in questo caso a farne le spese sarebbero maggiormente i versanti a iniziare da Piemonte, Liguria, Lombardia ed in appressa diffusione al resto delle Aree del Centro Nord. Novità significante sarebbe il ritorno de la la neve, che dovrebbe finalmente fare la sua comparsa sull’Arco Delle alpi a iniziare dai 1200 m di quota, localmente anche più abbasso fra Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Diamo uno sguardo infine anche a le temperature che, successivamente una fase contraddistinta da correnti dai quadranti del sud e dunque leggermente sovra media, sono predette in diminuzione per causa dell’avvicinarsi del fronte perturbato in discesa da Nord. Il diminuzione sarà fulmineo in specifico su le Aree del Nord e quelle del settore adriatico, più a i margini se non addirittura ancora sotto l’afflusso di correnti più miti occidentali la Sicilia e la Sardegna. Dopotutto l’Alta Pressione e le temperature più miti per un po’ di tempo spariranno dalla nostra Peninsula lasciando tratto a flussi perturbati ed instabili in discesa dall’Artico.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia paragone DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia paragone QUADRUPLO passa qui
Per le previsioni meteo del pianeta passa qui
Per le previsioni meteo d’Europa passa qui
Per le previsioni meteo dell’italia passa qui
Per le previsioni meteo de la tua regione passa qui
Per le previsioni meteo televisive passa qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso passa qui
Per l’quota de la neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*