Meteo: 25 Aprile, Italia colpita da TEMPORALI e FREDDO per TUTTA la PROSSIMA SETTIMANA. Ecco DOVE

Meteo: 25 Aprile, Italia colpita da TEMPORALI e FREDDO per TUTTA la PROSSIMA SETTIMANA. Ecco DOVE

25 aprile aggredito dai temporali 25 aprile aggredito dai temporali La PROSSIMA SETTIMANA ci aspettiamo una DOPPIA PERTURBAZIONE sull’Italia che metterà a repentaglio anche la festività del 25 Aprile con serio rischio di freddo e TEMPORALI. Vediamo subito i dettagli con l’evoluzione attesa e le regioni che vedranno più precipitazioni.

Partiamo velocemente con la giornata di Martedì 23 Aprile quando una prima perturbazione provocherà rovesci temporaleschi su buona parte del Centro Nord, con grandine e raffiche di vento su pianure lombarde, piemontese e tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Anche le temperature sono previste in generale calo con la neve che tornerà a cadere sulle Alpi a 1600 metri di quota. Mercoledì 24 le piogge imperverseranno sulle Alpi e medie e alte pianure del nord del Veneto e della Lombardia, ed in seguito è atteso pure un peggioramento in Piemonte.

L’attenzione MASSIMA è riposta a Giovedì 25 Aprile, Festa della Liberazione, giornata in cui l’Italia sarà colpita dal maltempo non solo sulle regioni del Nord, alle prese con il secondo attacco perturbato spinto vortice ciclonico alimentato dalle correnti atlantiche ricche di umidità con un rinnovato tempo spesso instabile o addirittura perturbato con temporali in estensione pure al Centro. Tornano le piogge e i fenomeni temporaleschi. Al momento, sotto stretta osservazione e con il rischio di forti temporali e nubifragi, saranno le zone alpine e prealpine in particolare il Trentino, il Veneto e gran parte del Friuli. Tempo instabile anche al Sud soprattutto fra Campania, Basilicata, settore garganico della Puglia, Abruzzo e Molise. Contesto meteorologico più tranquillo sulla Sicilia, la Calabria e l’area ionica. Più a rischio in ogni caso saranno i settori alpini con la possibilità di temporali in locale estensione anche alle vicine pianure.

Ne giorni successivi l’alta pressione riguadagnerà terreno su tutta la penisola garantendo più sole con temperature in deciso aumento fino a Domenica 28 Aprile. In seguito altre novità….

if(adv_cm<2){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: 'organic-thumbnails-a', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix'});
}

if(adv_cm==0){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: ‘thumbnails-a’, container: ‘taboola-below-article-thumbnails-2nd’, placement: ‘Below Article Thumbnails 2nd’, target_type: ‘mix’});
}

if(adv_cm>0){(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({});} else document.getElementById(‘gad-nat’).style.display=’none’

25 aprile aggredito dai temporali 25 aprile aggredito dai temporali La PROSSIMA SETTIMANA ci aspettiamo una DOPPIA PERTURBAZIONE sull’Italia che metterà a repentaglio anche la festività del 25 Aprile con serio rischio di freddo e TEMPORALI. Vediamo subito i dettagli con l’evoluzione attesa e le regioni che vedranno più precipitazioni.

Partiamo velocemente con la giornata di Martedì 23 Aprile quando una prima perturbazione provocherà rovesci temporaleschi su buona parte del Centro Nord, con grandine e raffiche di vento su pianure lombarde, piemontese e tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Anche le temperature sono previste in generale calo con la neve che tornerà a cadere sulle Alpi a 1600 metri di quota. Mercoledì 24 le piogge imperverseranno sulle Alpi e medie e alte pianure del nord del Veneto e della Lombardia, ed in seguito è atteso pure un peggioramento in Piemonte.

L’attenzione MASSIMA è riposta a Giovedì 25 Aprile, Festa della Liberazione, giornata in cui l’Italia sarà colpita dal maltempo non solo sulle regioni del Nord, alle prese con il secondo attacco perturbato spinto vortice ciclonico alimentato dalle correnti atlantiche ricche di umidità con un rinnovato tempo spesso instabile o addirittura perturbato con temporali in estensione pure al Centro. Tornano le piogge e i fenomeni temporaleschi. Al momento, sotto stretta osservazione e con il rischio di forti temporali e nubifragi, saranno le zone alpine e prealpine in particolare il Trentino, il Veneto e gran parte del Friuli. Tempo instabile anche al Sud soprattutto fra Campania, Basilicata, settore garganico della Puglia, Abruzzo e Molise. Contesto meteorologico più tranquillo sulla Sicilia, la Calabria e l’area ionica. Più a rischio in ogni caso saranno i settori alpini con la possibilità di temporali in locale estensione anche alle vicine pianure.

Ne giorni successivi l’alta pressione riguadagnerà terreno su tutta la penisola garantendo più sole con temperature in deciso aumento fino a Domenica 28 Aprile. In seguito altre novità….

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO nazionali confronto DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI METEO italiane confronto QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni mondiali clicca qui
Per le previsioni meteo in Europa passa qui
Per le previsioni del tempo in Italia seleziona qui
Per le previsioni della tua regione clicca qua
Per le previsioni meteo in TV clicca qui
Per le previsioni del tempo del moto ondoso seleziona qui
Per l’altezza della neve clicca qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Quando il meteorologo in questione è responsabile di il favorito diffusione di informazioni meteorologiche ( bollettini, articoli, tv set trasmissioni) crea a tipo di “sommario”, semplificando la lingua migliore, anche usando simboli e mappe.

Tutto accade automaticamente, è vero, ma il dispositivo è stato già stato affrontato con interpretando dati e risultati come quando noi lavoriamo “manualmente”, cioè come avremmo fatto .

Per tempo atmosferico intendiamo il complesso delle condizioni meteorologiche che si contraggono, il meno costoso lo strato dell’atmosfera, in un dato momento secondo e in specifico luogo; per “momento” consideriamo un breve intervallo periodo di tempo, che può essere un giorno o più giorni.

Tipicamente le zone cicloniche indicano con la lettera ‘B’ (in alcune lingue inglesi con la lettera ‘L’ -low-).

Protetta temperature, massimo tra di sedici e 19.

Centro: un po ‘di ispessimento insolito in prima ora di mattina ma senza degno di nota tendenze, più soleggiato dal pomeriggio. Temperature senza variazioni , massimo tra 15 e 18.

Fra tre giorni Martedì 3 Aprile Verso nord: Nuvole che si innalzano nel nord-ovest con un fenomeno debole nella sera , nevoso nelle Alpi a partire da 1500m, per lo più buono altrove. Temperature in minor declino, massime tra fourteen e 17.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*