METEO: Domenica 15 Luglio SPIETATA LOTTA fra LINGUA AFRICANA a 45°C e CICLONE POLARE, fra Estate e Autunno

METEO: Domenica 15 Luglio SPIETATA LOTTA fra LINGUA AFRICANA a 45°C e CICLONE POLARE, fra Estate e Autunno
Durante del prossimo fine settimana assisteremo a forti contrasti, dal Caldo a 45°C a la Grandine e Trombe d’Aria e Tornado
Articolo del 8/07/2018

ore 19:00

scritto da

Antonio Sano’

Fondatore

Domenica 15 Luglio 2018 dai terribili contrastiDomenica 15 Luglio 2018 dai atroci contrasti Già fra Venerdì 13 e Sabato 14 una lingua di aria calda, nel caso specifico tecnicamente un cuneo, un promontorio anticiclonico per parlar difficile, si espanderà dall’Africa verso il Mediterraneo e dunque l’Italia, soffiando masse d’aria sahariane verso il nostro paese, con valori eccezionali di + 30°C a 1500 m, indice di caratteristiche arroventati pure in quota nell’alta atmosfera, e non solo al suolo: su la base di queste premesse durante del fine settimana le temperature al centro-meridionale saliranno repentinamente, sino a toccare i 45° C a Decimomannu, in zona di Cagliari in Sardegna, ma di fatto tante città boccheggeranno oltre i 35°C come Firenze, Bologna, Roma, e addirittura i 40°C potrebbero essere raggiunti a Foggia, Catania e in molte aree interne lontane dal mare. Al Nord sebbene si farà fatica a salire sovra i 35°C, l’afa sarà fortissima, e se in altre zone di mare come Ancona, Pescara, Napoli non si supereranno i 34°C, questi valori saranno percepiti come 40 per via dell’umidità trasportata dal vento caldo lungo il suo lungo tragitto sul mare dall’Africa verso il Bel Paese passando per il mare Libico, il mare di sardegna, il mare Tirreno, il mare Jonio: in queste configurazioni appunto l’afa gioco un ruolo cruciale nel malessere percepito.

Poi il colpo di scena: in pochissime ore, forse nemmeno 24, come un missile si sgancerà un nocciolo freddo dal circolo polare, che, sospinto di ardente correnti a getto, scenderà di latitudine, si porterà su la Francia e Domenica 15 Luglio entrerà sull’Italia valicando le Alpi dalla Valle del Rodano, scontrandosi spietatamente con la lingua infuocata africana che tentava di salire dall’Africa; l’esito sarà inevitabilmente durissimo, con l’innesco di forti rovesci crudeli al Nord e su la Toscana, con grandine di considerevole dimensioni e concreto rischio tornado. Ribadiamo, come reiteratamente detto, che i eventi estremi stanno diventando sempre più assidui, e il rischio tornado anche nel nostro paese nel mese di Luglio è abbastanza elevato, e in ogni modo non da sottovalutare, particolarmente su le pianure ampie come la ValPadana, e lungo i litorali liguri e toscane, nonché poi anche su la pianura veneta e sul veneziano, come già accaduto in passato.

Il passato, appunto, ci deve sempre insegnare che la Natura tende a ripetersi, inesorabilmente, e a noi rimane il compito arduo, se non di prevederla, per lo meno di capirla.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia comparazione DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia comparazione QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni del tempo del globo seleziona qui
Per le previsioni del tempo d’Europa seleziona qui
Per le previsioni del tempo dell’italia seleziona qui
Per le previsioni del tempo de la tua regione seleziona qui
Per le previsioni del tempo televisive seleziona qui
Per le previsioni del tempo del moto ondoso seleziona qui
Per l’quota de la neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

I commenti sono chiusi.