Meteo >> PROSSIMA SETTIMANA sotto attacco POLARE, un FINE MARZO con TEMPORALI di NEVE! Ecco DOVE

Meteo >> PROSSIMA SETTIMANA sotto attacco POLARE, un FINE MARZO con TEMPORALI di NEVE! Ecco DOVE

Attacco invernale dalla prossima settimanaAttacco invernale dalla prossima settimanaDopo lo spavaldo pavoneggiarsi in area mediterranea, l’anticiclone delle Azzorre, forse troppo pieno di se, spingerà il suo baricentro verso l’europa settentrionale. Uno scenario già visto e rivisto nel corso di questo “strano” inverno. Gli effetti saranno sempre i medesimi. Anticiclone troppo in alto ed aria gelida che scende sul suo bordo più orientale, con obbiettivo l’Italia. Insomma, un finale di Marzo COL BOTTO.

Da Lunedì sera infatti, ecco pronto quello che potrebbe essere l’ultimo ATTACCO INVERNALE. Una massa d’aria molto fredda in discesa direttamente dal Polo Nord infatti, comincerà ad addossarsi all’arco alpino, il quale, fungerà da barriera. I venti gelidi saranno dunque costretti ad entrare parzialmente da Est (correnti di Bora) e in parte dal versante opposto, ovvero dalla valle del Rodano, favorendo la formazione di un vortice di bassa pressione tra il Mar Ligure e l’alto Tirreno. Da lunedì sera quindi gli effetti negativi di questa situazione non si faranno attendere. Forti temporali potranno scoppiare dapprima al Nord-Est, ma in rapido movimento verso il resto delle regioni settentrionali. Comincerà a cadere la neve via via a quote sempre più basse e fino in collina specie fra la notte e le prime ore di Martedì.
Martedì mattina, il freddo maltempo insisterà ancora su tutto il Nord, ma comincerà a coinvolgere la Toscana e a seguire l’Umbria e le Marche. Fra il pomeriggio e la sera avremo un miglioramento al Nord mentre il meteo diverrà perturbato su tutte le regioni centrali e sulla Sardegna. In questa fase avremo un rinforzo dei venti di Bora e freddo in intensificazione.

Mercoledì, il vortice di bassa pressione sfilerà in direzione delle le isole Baleari pilotando le masse d’aria fredda in direzione di un altra bassa pressione nord africana. Il tempo peggiorerà di conseguenza sulle due isole maggiori, sul Lazio con forti temporali anche a Roma, inoltre il tempo peggiorerà altresì su parte del Sud.
Giovedì invece, la situazione migliorerà ulteriormente su tutto il Nord e su gran parte del Centro, ultime precipitazioni invece sulle isole maggiori. In seguito, se tutto verrà confermato, da Venerdì, l’alta pressione potrebbe riaffacciarsi in modo più deciso al nostro Paese con generale miglioramento.

if(adv_cm<2){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: 'organic-thumbnails-a', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix'});
}

if(adv_cm==0){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: ‘thumbnails-a’, container: ‘taboola-below-article-thumbnails-2nd’, placement: ‘Below Article Thumbnails 2nd’, target_type: ‘mix’});
}

if(adv_cm>0){(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({});} else document.getElementById(‘gad-nat’).style.display=’none’

Attacco invernale dalla prossima settimanaAttacco invernale dalla prossima settimanaDopo lo spavaldo pavoneggiarsi in area mediterranea, l’anticiclone delle Azzorre, forse troppo pieno di se, spingerà il suo baricentro verso l’europa settentrionale. Uno scenario già visto e rivisto nel corso di questo “strano” inverno. Gli effetti saranno sempre i medesimi. Anticiclone troppo in alto ed aria gelida che scende sul suo bordo più orientale, con obbiettivo l’Italia. Insomma, un finale di Marzo COL BOTTO.

Da Lunedì sera infatti, ecco pronto quello che potrebbe essere l’ultimo ATTACCO INVERNALE. Una massa d’aria molto fredda in discesa direttamente dal Polo Nord infatti, comincerà ad addossarsi all’arco alpino, il quale, fungerà da barriera. I venti gelidi saranno dunque costretti ad entrare parzialmente da Est (correnti di Bora) e in parte dal versante opposto, ovvero dalla valle del Rodano, favorendo la formazione di un vortice di bassa pressione tra il Mar Ligure e l’alto Tirreno. Da lunedì sera quindi gli effetti negativi di questa situazione non si faranno attendere. Forti temporali potranno scoppiare dapprima al Nord-Est, ma in rapido movimento verso il resto delle regioni settentrionali. Comincerà a cadere la neve via via a quote sempre più basse e fino in collina specie fra la notte e le prime ore di Martedì.
Martedì mattina, il freddo maltempo insisterà ancora su tutto il Nord, ma comincerà a coinvolgere la Toscana e a seguire l’Umbria e le Marche. Fra il pomeriggio e la sera avremo un miglioramento al Nord mentre il meteo diverrà perturbato su tutte le regioni centrali e sulla Sardegna. In questa fase avremo un rinforzo dei venti di Bora e freddo in intensificazione.

Mercoledì, il vortice di bassa pressione sfilerà in direzione delle le isole Baleari pilotando le masse d’aria fredda in direzione di un altra bassa pressione nord africana. Il tempo peggiorerà di conseguenza sulle due isole maggiori, sul Lazio con forti temporali anche a Roma, inoltre il tempo peggiorerà altresì su parte del Sud.
Giovedì invece, la situazione migliorerà ulteriormente su tutto il Nord e su gran parte del Centro, ultime precipitazioni invece sulle isole maggiori. In seguito, se tutto verrà confermato, da Venerdì, l’alta pressione potrebbe riaffacciarsi in modo più deciso al nostro Paese con generale miglioramento.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI nazionali confronto DOPPIO clicca qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO nazionali confronto QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni del tempo globali passa qui
Per le previsioni del tempo in Europa clicca qui
Per le previsioni in Italia passa qui
Per le previsioni regionali seleziona qui
Per le previsioni televisive clicca qua
Per le previsioni del tempo sui mari clicca qui
Per l’altezza della neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Se il meteorologo in questione è responsabile di il popolare diffusione di informazioni meteorologiche ( bollettini, articoli, tv set trasmissioni) crea a tipo di “sommario”, riassumendo il linguaggio migliore, anche usando simboli e mappe.

Disegni sono inizializzati usando questo i dati osservati.

Le previsioni del tempo sarebbe l’applicazione dell’uso di scienza e tecnologia per predire il loro stato dell’atmosfera a un futuro tempo e Posizione.

Uno di questi fronti parte dall’isola per raggiungere le coste atlantiche del Portogallo, dove esiste una vasta area anticiclonica di grandi dimensioni.

Sabato passage da ovest a est di qualsiasi perturbazione debole con precipitazioni molto estese e deboli fragili. Venerdì e Mercoledì Correnti occidentali in alta quota con nuvolosità variabile ma senza precipitazioni.

Centro: un po ‘di ispessimento irregolare in prima prima mattina ma senza degno di nota fenomeno , più soleggiato dal pomeriggio. Temperature senza variazioni , massimo tra 15 e 18.

Fra tre giorni Lunedì 16 Gennaio Nord : Nuvole che si innalzano nel nord-ovest con un fenomeno debole nella notte, nevoso nelle Alpi a partire da 1500m, per lo più buono altrove. Temperature in slight declino, massime tra 16 e 17.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*