Meteo: GIUGNO partirà MALISSIMO, IRRUZIONE POLARE, FREDDO e MALTEMPO. Ecco la TENDENZA del PROSSIMO MESE

Meteo: GIUGNO partirà MALISSIMO, IRRUZIONE POLARE, FREDDO e MALTEMPO. Ecco la TENDENZA del PROSSIMO MESE

Partenza autunnale per il  mese di Giugno, ma poi...Partenza autunnale per il mese di Giugno, ma poi…Davvero sbalorditivo lo scenario previsto per il prossimo mese, GIUGNO, quando inizierà ufficialmente l’estate meteorologica (1° Giugno). Ma di ESTATE, almeno nella prima parte del mese, non ci sarà traccia poiché dall’ultimissimo aggiornamento di qualche ora fa da parte dei principali modelli fisico-matematici, viene confermato un serio peggioramento sull’Italia per l’IRRUZIONE di ARIA POLARE dal Nord Europa (primissimi giorni di Giugno). Un peggioramento che causerà una violenta ondata di maltempo su quasi tutte le regioni.

Un avvio più autunnale che estivo su gran parte del Mediterraneo. La causa che determinerà questo avvio stagionale ricco di SORPRESE (autunnali) sarà lo sbilanciamento verso le latitudini settentrionali dell’Anticiclone delle Azzorre mentre quello africano prediligerà i territori orientali e quindi si allungherà fino a raggiungere la Russia, lasciando così il nostro Paese scoperto e quindi attaccabile da fronti instabili e freschi provenienti dal Nord Europa. La prima parte quindi, dal 2 Giugno al 12 GIUGNO, sarà più fresca e piovosa anche se comunque non escludiamo delle giornate soleggiate tra un peggioramento ed un altro. Lo scenario subirà un netto cambiamento dalla metà del mese.

Prevediamo difatti, sempre secondo le mappe mensili a nostra disposizione, che dal 14-15 GIUGNO sull’Italia giunga definitivamente l’Estate 2019. Le masse d’aria calda inizieranno ad avere una traiettoria più centrale e quindi ingloberanno tutte le nostre regioni fin verso le nazioni centrali europee (Germania, Austria, Svizzera). Questo improvviso cambio di rotta determinerà un sensibile rialzo delle temperature con valori che gradualmente (specie verso la fine del mese) raggiungeranno e supereranno (al Sud) i 30°C-32°C. Al Centro-Nord qualche grado in meno (28°C-29°C). Pertanto, seppur in netto ritardo, l’ESTATE 2019 arriverà e regalerà giornate calde, soleggiate e stabili anche se si intravede che la stagione possa essere zoppicante (piovosità oltre la norma).

if(adv_cm<2){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: 'organic-thumbnails-a', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix'});
}

if(adv_cm==0){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: ‘thumbnails-a’, container: ‘taboola-below-article-thumbnails-2nd’, placement: ‘Below Article Thumbnails 2nd’, target_type: ‘mix’});
}

if(adv_cm>0){(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({});} else document.getElementById(‘gad-nat’).style.display=’none’

Partenza autunnale per il  mese di Giugno, ma poi...Partenza autunnale per il mese di Giugno, ma poi…Davvero sbalorditivo lo scenario previsto per il prossimo mese, GIUGNO, quando inizierà ufficialmente l’estate meteorologica (1° Giugno). Ma di ESTATE, almeno nella prima parte del mese, non ci sarà traccia poiché dall’ultimissimo aggiornamento di qualche ora fa da parte dei principali modelli fisico-matematici, viene confermato un serio peggioramento sull’Italia per l’IRRUZIONE di ARIA POLARE dal Nord Europa (primissimi giorni di Giugno). Un peggioramento che causerà una violenta ondata di maltempo su quasi tutte le regioni.

Un avvio più autunnale che estivo su gran parte del Mediterraneo. La causa che determinerà questo avvio stagionale ricco di SORPRESE (autunnali) sarà lo sbilanciamento verso le latitudini settentrionali dell’Anticiclone delle Azzorre mentre quello africano prediligerà i territori orientali e quindi si allungherà fino a raggiungere la Russia, lasciando così il nostro Paese scoperto e quindi attaccabile da fronti instabili e freschi provenienti dal Nord Europa. La prima parte quindi, dal 2 Giugno al 12 GIUGNO, sarà più fresca e piovosa anche se comunque non escludiamo delle giornate soleggiate tra un peggioramento ed un altro. Lo scenario subirà un netto cambiamento dalla metà del mese.

Prevediamo difatti, sempre secondo le mappe mensili a nostra disposizione, che dal 14-15 GIUGNO sull’Italia giunga definitivamente l’Estate 2019. Le masse d’aria calda inizieranno ad avere una traiettoria più centrale e quindi ingloberanno tutte le nostre regioni fin verso le nazioni centrali europee (Germania, Austria, Svizzera). Questo improvviso cambio di rotta determinerà un sensibile rialzo delle temperature con valori che gradualmente (specie verso la fine del mese) raggiungeranno e supereranno (al Sud) i 30°C-32°C. Al Centro-Nord qualche grado in meno (28°C-29°C). Pertanto, seppur in netto ritardo, l’ESTATE 2019 arriverà e regalerà giornate calde, soleggiate e stabili anche se si intravede che la stagione possa essere zoppicante (piovosità oltre la norma).

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO nazionali confronto DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI italiane confronto QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni del tempo del globo clicca qua
Per le previsioni meteo in Europa clicca qui
Per le previsioni in Italia clicca qui
Per le previsioni meteo regionali clicca qua
Per le previsioni in TV seleziona qui
Per le previsioni del tempo sui mari clicca qui
Per l’altezza della neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Se il meteorologo in questione è responsabile per il più popolare diffusione di informazioni meteorologiche ( bollettini, articoli, tv trasmissioni) crea a tipo di “sommario”, semplificando la lingua migliore, anche usando simboli e mappe.

Ecco perché fornire una versione “simbolica” di i risultati dei modelli, ovvero a genere di “traduzione” il cui scopo è produrre più comprensibile ciò che i modelli da soli .

Il clima, dall’altra mano , è il gruppo di condizioni meteorologiche che sono circostanza nel corso di un anno, basato sui sondaggi completato per un periodo di almeno 30 anni .

mappe ad alta quota, normalmente prodotte con i dati delle sonde lanciate nell’atmosfera .

Sud: Stabile e tempo prevalentemente soleggiato, a parte alcune nuvole non dannose sulle coste peninsulari del Tirreno. Aumento temperature , massimo tra 15 e 18.

Temperature in aumento, massimo tra 15 e 19 .

Sud Sul Mar Tirreno: Chiaro sulle coste e sul crinale calabrese, Scattered nuvole con ampie radure da qualche altra parte . Around the Adriatico: Serene sulla costa ionica, dispersi nuvole con grandi radure altrove. Sulle isole maggiori: Sereno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*