METEO: Il SOLE è MOLTO DEBOLE. Il prossimo INVERNO potrebbe essere più freddo

METEO: Il SOLE è MOLTO DEBOLE. Il prossimo INVERNO potrebbe essere più freddo
Articolo del 11/09/2018

ore 20:56

scritto da

Marco Castelli

Meteorologo

Le conseguenze di una bassa attività solare sul ClimaLe conseguenze di una bassa attività solare sul Tempo

Abbiamo già visto in altre occasioni come il tentativo di predire, con molto anticipo, l’andamento meteorologico a grandi linee su ampie scale areali rappresenti una grande sfida per la ricerca, per questo motivo il grado di incertezza è ancora elevato.

Per ipotizzare come sarà la prossima stagione invernale solitamente vengono valutati una serie di indici come ad esempio le correnti grandiose, le temperature superficiali, le pressioni dell’atmosfera in diverse zone decisive e le proprie probabili teleconnessioni. Risulta dunque di capitale importanza l’interazione fra la componente atmosferica e quella oceanica (correnti) per meglio simulare il sistema Terra nella sua complessità ne i energici computer che poi ci restituiscono le proiezioni stagionali.

C’è un altro fattore ma che può influenzare il tempo non solo per la prossima stagione ma anche addirittura per più anni: la radiazione solare in arrivo dal Sole. Gli studi de gli ultimi anni hanno dimostrato come la quantità di radiazione in ingresso sul nostro Pianeta non è sempre la medesima, anzi mostra dei picchi molto decisi come per esempio ne gli ultimi decenni e altrettanti momenti nella quale appare quasi la nostra Stella sia silente. In specifico vengono analizzare le macchie luminosi, porzioni scure su la superficie del Sole, che sono indice de la radiazione solare trasmessa al nostro pianeta. Più macchie ci sono più la radiazione è forte e conseguentemente la temperatura media terrestre è più elevata.

Queste macchie luminosi furono analizzate da molti astronomi, fra cui anche Galileo Galilei, già fra il XVI e l’inizio del XVII secolo quando (periodo che va dal 1645 al 1717 con attività solare minima) non è rivelata nessuna macchia su la superficie del Sole. In concomitanza di questo periodo di bassa attività solare su buona parte dell’Europa le temperature scesero di molti gradi innescando la così detta Piccola Età Glaciale.

Da gli ultimi aggiornamenti queste macchie vengono viste in diminuzione per i prossimi mesi (http://sidc.oma.be). Se queste prime proiezioni venissero confermate ne i prossimi mesi è lecito aspettarsi situazioni invernali più rigide riguardo a gli ultimi anni nella quale il riscaldamento climatico l’ha fatta da padrona. Non escludiamo dunque la possibilità de la presenza di aria più fredda del normale nelle zone artici con conseguente formazione di cicloni più arcani e di scambi termici lungo i meridiani anche più decisi e dopotutto di stagioni altamente dinamiche.

Ultima immagine del Sole che mostra solamente 5 macchie solari (fonte: SOHO-MDI (Michelson Doppler)Ultima immagine del Sole che mostra solamente 5 macchie luminosi (fonte: SOHO-MDI (Michelson Doppler)

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia comparazione DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia comparazione QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni meteo globali seleziona qui
Per le previsioni meteo d’Europa seleziona qui
Per le previsioni meteo in Italia seleziona qui
Per le previsioni meteo de la tua regione seleziona qui
Per le previsioni meteo in TV seleziona qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso seleziona qui
Per l’altitudine de la neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*