METEO Italia: estremo in molteplici aree, con forti rovesci e altre tempeste di grandine



Il meteo malevolo predetto diversi giorni fa si è mostrato con tutta la sua ira nelle giornate di lunedì e martedì (ieri), e continua oggi maggiormente sul Nord Italia, laddove in certune zone si sono verificati enormi nubifragi, con ingentissimi quantitativi pioggia caduti in un breve lasso di tempo, e accompagnati da una tempesta di improvvisi.

Certi forti rovesci hanno generato al sino a 15.000 fulminazioni, una frequenza simile da produrre il caratteristico audioleso rumore del tuono senza fine. E con simile boato si sono accompagnati lo scrosciare de la pioggia e non raramente la grandine, solitamente grandine sottile, dannosa tuttavia per l’agricoltura, le raffiche di vento fresco, ma in certune zone la grandine ha davvero accentuato e si sono avute serie conseguenze, con danni maggiormente a le automobili, ma anche a le cose.

I maggiori forti rovesci di questi giorni hanno interessato il Piemonte, la Lombardia, il sud del Trentino, il Veneto, il Friuli, certune zone dell’Emilia e altre delle Marche.
In queste aree, ma in certune zone, fortunatamente celate zone, sono registrate grandinate con chicchi sino a 6-8 centimetri di diametro. Grandine così grossa da sfondare vetrate, causare danni a le tapparelle, ma maggiormente danneggiare irreparabilmente le zone agreste.

E’ notizia di stamattina la formazione di importanti zone perturbate in Toscana, un’altra regione che in questi anni ha visto aumentare le grandinate ed i eventi meteo estremi.

Numerosi lettori ci chiedono perchè siano avvenuti questi eventi.

Ebbene, è da aprile che vi parliamo di elevate temperature. Rammenterete che la seconda metà del mese è caratterizzata da caldo estivo, maggiormente al Nord Italia, con valori termici che sono stati anche di oltre 10°C sovra la media.
Maggio è trascorso caldo e umido, con tantissimi forti rovesci.

Giugno, primo mese dell’estate meteorologica inizia caldo, con temperature che sono caratteristiche de la fine di luglio e i primi di agosto, con elevato tasso di umidità atmosferica, ma maggiormente senza uno costante alta pressione, cosicché aria umida proveniente dall’Oceano Atlantico raggiunge le nostre aree, e determina acute irruzioni di cattivo tempo estivo.

Il cattivo tempo d’Estate è maggiormente caratterizzato dai forti rovesci, eventi atmosferici che hanno solitamente una breve persistenza. Un temporale permane mediamente da poche decine di minuti a qualche ora ne i casi estremi, poi seguono le aperture ed il tempo appare tornare a essere bello. E mentre il calore del sole riscalda il suolo, sale ancora dell’aria, si patisce l’afa per l’alto tasso di umidità, ed il mix di situazioni meteo innescano altre nubi, con turbolenze, si formano altri forti rovesci intensi, se non più, di questi avvenuti qualche ora antecedente.

I forti rovesci scaraventano al suolo tantissima pioggia in tempi angusti. In certune zone sono registrate precipitazioni maggiori a 60 mm nell’arco di un’ora, in talune i forti rovesci si sono molteplici anche 2-3 volte nella medesima giornata causando parecchi disagi, e accumuli di oltre 100 millimetri nelle 24 ore.

Il giorno di oggi (mercoledì) vedrà tempo variabile, con nuovi forti rovesci sul Nord Italia, ma stavolta maggiormente su le aree centro orientali, mentre la possibilità di forti forti rovesci nell’ovest de la Lombardia ed il Piemonte appare più bassa riguardo a gli scorsi giorni, quandanche sono attese piogge su Liguria, Lombardia, Piemonte.

I forti rovesci raggiungeranno il Centro Italia, già in queste ore in Toscana e Lazio, ma a tratti anche la Sardegna, con eventi più discontinui.

Quello che succede è il risultato dell’estremizzazione climatica di questo periodo.

I forti forti rovesci estivi ci sono sempre stati, ma quest’anno la proprie frequenza è molto superiore a la norma.
In certi Stati d’Europa, come la Francia, maggio è un mese da record di improvvisi.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*