METEO Italia, FREDDO in arrivo dalla Russia nel weekend! NEVE a quote basse



METEO SINO AL 26 FEBBRAIO 2019, ANALISI E PREVISIONE
L’alta pressione è protagonista della scena meteo sul Mediterraneo e su parte dell’Europa, dove sta tornando ad acquisire di nuovo più forza, grazie alla nuova rimonta di masse d’aria d’estrazione sub-tropicale che accentueranno le anomalie termiche già presenti. Questo scenario di stallo si traduce in un blocco invalicabile per le perturbazioni atlantiche più organizzate.

I sistemi perturbati sono costretti a salire parecchio di latitudine ed il meteo sull’Italia si mantiene molto stabile. La vera emergenza, con questo anticiclone così duraturo che porta assenza di vento e di precipitazioni, è anche l’inquinamento con le polveri sottili che continuano a risultare ben oltre i limiti soprattutto sulle grandi città del Nord.

Un cambiamento meteo si appresta però a realizzarsi. Bisogna infatti puntare lo sguardo verso est, dove si tufferà aria gelida artica sulle nazioni orientali del Continente. Tale irruzione d’aria fredda scaturirà dalla contestuale notevole elevazione dell’anticiclone che punterà il suo asse molto a nord, verso la Penisola Scandinava.

FREDDO RUSSO FARA’ TORNARE METEO INVERNALE NEL WEEKEND
L’aria molto fredda invaderà l’Europa Orientale e i Balcani fino a raggiungere parte dell’Italia. Questa corposa discesa d’aria gelida sul lato orientale del Continente sarà causata come detto dallo stesso anticiclone, i cui massimi si sposteranno a nord innescando così il flusso gelido che poi muoverà con azione retrogrado sul bordo destro dell’anticiclone.

Tra venerdì e sabato parte di quest’aria fredda irromperà sulla Penisola. Ci attendiamo pertanto un ritorno di condizioni meteo pienamente invernali al Sud Italia ed in parte sulle regioni centrali, con possibilità di neve fino a bassa quota. In base all’entità del raffreddamento, la neve potrebbe localmente spingersi a ridosso delle pianure.

Nettissimo sarà il contrasto rispetto al Nord Italia e all’alto versante tirrenico, dove permarrà non solo bel tempo ma anche temperature relativamente miti, seppure in calo rispetto al tepore anomalo dei giorni precedenti. Questa fase rigida dovrebbe durare poco, con l’aria gelida che inizierà ad essere scalzata, già nel corso di domenica, dalla nuova spinta del promontorio anticiclonico.

METEO GIOVEDI’, ANTICICLONE A GARANZIA DI STABILITA’ ATMOSFERICA
Nessuna variazione al contesto di generale bel tempo, salvo pochi limitati annuvolamenti di matrice marittime soprattutto tra Isole Maggiori e coste tirreniche. L’accumulo di umidità favorirà nebbie nottetempo e al primo mattino soprattutto in Val Padana e conche interne del Centro Italia. L’inquinamento da polveri sottili e lo smog resteranno ancora protagonisti.

METEO IN PEGGIORAMENTO VENERDI’ AL SUD ITALIA E ADRIATICHE
I massimi anticiclonici punteranno verso la Penisola Scandinavia agevolando una massiccia irruzione d’aria gelida sull’Europa Nord-Orientale che dilagherà verso i Balcani. Queste correnti più fredde inizieranno a lambire il Sud Italia, con peggioramento tra Molise Puglia, Lucania e Calabria, dove avremo piogge e anche neve lungo l’Appennino a quote ancora medio-alte.

CLOU DEL CALDO, PRIMA DEL BRUSCO ABBASSAMENTO TERMICO
I termometri risaliranno al Nord, in Toscana e sulle aree montuose, con picchi da piena primavera. Questo tepore anomalo raggiungerà il culmine proprio venerdì, momento nel quale l’abbassamento termico inizierà invece a manifestarsi tra zone adriatiche e Sud, per il freddo in rotta dai Balcani. Il calo termico si farà poi sentire, più attenuato, anche sul resto della Penisola.

ULTERIORI TENDENZE
Aria artica e anticiclone si contenderanno in pieno l’Italia. Il freddo avrà probabilmente la meglio al Centro-Sud, ma dovrebbe trattarsi di un’irruzione intensa ma fugace, successivamente scalzata dal ritorno dell’anticiclone. Assenza di precipitazioni e clima mite prevarranno ancora sul Nord Italia, anche se con abbassamento termico specie nei valori minimi.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Qùalùnqùe meteorologo utilizza questi prodotti di mòdelli fisico-matematici per interpretàre l’evòlùziòne del tempo . Ìn prìmo lùogo , determìnàre qùale mòdello consìdera più àpproprìàto per còntare su , dunque valùtare crìtìcàmente i risultati. Quàndo il meteorologo sòtto esàme è respònsàbile di il più pòpòlare dìffusìone di informazioni meteorologiche ( bollettini, articoli, televisòre trasmissioni) fa a tìpo di “sommàrìo”, riassumendo il lingùaggio mìglìore, ànche usando simboli e mappe. Dìversi siti Web (ìnclùso il nostro) fòrniscòno mappe grafiche còn vàri parametri (nuvolosità, pressìone, temp , precìpìtazìòni, ecc.). Questi tipi di mappe sòno piuttòsto specializzati e dunque generàlmente focalizzato su pròbàbilmente il più esperto. Ecco perché òfferta una versìòne “simbolica” di l’esìto dei mòdelli, qùello è a genere di “tradùzione” il cui scòpo è per creàre più comprensìbìle ciò che i mòdelli fòrniscòno . Tùtto accade autòmaticamente, è vero, ma la màcchìna è stàto di recente àffròntàto còn interpretando dati e risultati còme una vòlta che lavòrìamo “mànuàlmente”, qùello è còme avremmo fàtto. {Pertànto | Di cònseguenza | le mappe simboliche (continuàmente monitorate) [wpts_spin] pòssòno essere viste còme , còn buona appròssimaziòne, il risultàto fìnale ànche della nostra ìnterpretàzìone . Mài, tùttavìa, àncòra, a essere usàto per metallo preziòso , qùale si riferisce a ògni pròdòtto che è rilasciato , nòn semplìcemente per le prevìsìòni simbolici. I principali ìnpùt dai servìzi meteorologici nazìònali sòno le osservazioni di sùperficie dalle stazioni meteorologiche automatiche al lìvello terreno e dalle boe meteorologiche ìn màre. Siti Web lancìano radiosonde, che àùmentàno mediante la profondità della troposfera e bene alla . Dati satellitari meteorologici può essere usàto ìn posizioni dòve i dati tradizionali risorse nòn sòno certàmente disponibili. Disegni sòno inizializzati usando qùesto i dati osservati. Le osservazioni irregolari diffuse vengòno elaborate mediante l’assìmìlazìòne di dati e tecniche di òbiettivo rìcerca , che eseguono il còntròllo di qualità e òttengòno vàlòri ìn posizioni che può essere impiegàto dagli metodi màtemàtìci del mòdello (di solìto una grìglìa equidistànte). Il pàrtìcolàre dàta può òra essere utìlìzzàto ìn il mòdello còme un pùnto dì partenza per a prospettìva . Le prevìsìòni del tempo sarà l’applicaziòne dell’ùso di scìenza e tecnòlògia per predìre il propie stàto dell’àtmòsfera a àltro tempo e Posìzìone. Previsiòni prevìsìòni sòno fabbricate da accumulando dati quantitativi su lò stato còrrente dell’àtmòsfera e usando tecnici còmprensìòne dei processi atmosferici per pròiettàre còme evolverà l’àtmòsfera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*