METEO LUGLIO: rovente cappa d’Africa, poi super TEMPORALI


immagine 1 articolo 51537

Prepariamoci a vivere una settimana che dal opinione meteo, principalmente su certe zone, avrà poco o nulla d’Estate. Prepariamoci a stilare un bilancio mensile che d’estivo ha lasciato giusto qualche breve episodio di caldo. Certo, visto quanto avveniva gli anni scorsi, stiamo affrontando un inizio stagione tutt’altro che “grave” (dal opinione de la canicola chiaramente).

Detto che il sunto si farà a tempo debito, fra una settimana esatta, stiamo già provando a comprendere cosa ci riserverà Luglio. Entreremo nel cuore de la bella stagione, senza se e senza ma, eppure le proiezioni mensili non lasciano intravede un consolidamento decisivo dell’Alta Pressione. Più facile che si possa continuare sul trend dell’alternanza, de gli estremi meteo, dei improvvisi ribaltoni. Poi chiaro, basterà un non nulla a far sì che sole e caldo prendano piede e non ci abbandonino più.

La tendenza mensile verrà trattata dettagliatamente in altra sede, qua cercheremo di sorvegliare a la prima settimana del prossimo mese. I modelli numerici di previsione, questi in grado di proiettarsi a più lunga gittata, stanno cercando affannosamente di comprendere se la prima vera fiammata africana avrà vita lunga ovvero no. Sì, perché dobbiamo confermare un vivace intervento del promontorio anticiclonico del nord Africa, dunque l’arrivo di una massa d’aria molto calda direttamente dall’entroterra sahariano.

Gli effetti li conosciamo bene: brusco incremento delle temperature, conseguenti anomalie termiche positive, calura in ampliamento e localmente situazioni d’afa. Ma attenzione, perché l’arrivo dell’Alta Pressione sarà il risultato di un affondo ciclonico sull’Europa occidentale e molto probabilmente su la Peninsula Iberica. Ovest Europa che rimarrà preda di disturbi atlantici importanti, tant’è che sempre gli stessi modelli numerici suggeriscono una breve persistenza dell’ondata di caldo.

Cosa potrebbe accadere? Diciamo che potremmo assistere al per gradi cedimento del promontorio ad opera di correnti instabili provenienti da ovest e come spesso capita non è da escludere l’isolamento di un piccolo ciclone ciclonico giusto su i nostri mari. E’ evidente che se simile prospettiva trovasse riscontro i contrasti termici che andrebbero a generarsi – uno dei temi dominanti di questo inizio stagione – potrebbero dar vita a forti rovesci particolarmente brutali.

In fin dei conti, gira che ti rigira non s’intravede quella stabilità atmosferica decisiva che avrebbe già causato prendere il sopravvento. Magari arriverà, magari no, lo scopriremo solo vivendo…

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia comparazione DOPPIO clicca qua

Per le SUPER PREVISIONI METEO dell’italia comparazione QUADRUPLO clicca qua

Per le previsioni meteo del globo clicca qua

Per le previsioni meteo in Europa clicca qua

Per le previsioni meteo dell’italia clicca qua

Per le previsioni meteo de la tua regione clicca qua

Per le previsioni meteo televisive clicca qua

Per le previsioni meteo del moto ondoso clicca qua

Per l’altitudine de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

I commenti sono chiusi.