Meteo >> MARZO finirà con SORPRESE GELIDE e anche un CLAMOROSO ritorno della NEVE. Ecco DOVE e QUANDO

Meteo >> MARZO finirà con SORPRESE GELIDE e anche un CLAMOROSO ritorno della NEVE. Ecco DOVE e QUANDO

Seconda metà di Marzo piuttosto instabile con il possibile ritorno della neve nell'ultima settimanaSeconda metà di Marzo piuttosto instabile con il possibile ritorno della neve nell’ultima settimanaIn quest’ultimo periodo la PRIMAVERA si sta mostrando piuttosto instabile e capricciosa con frequenti rovesci temporaleschi, freddo e venti intensi dai quadranti settentrionali. Dallo studio dei principali modelli meteo a nostra disposizione (ECMWF e GFS), anche la seconda parte del mese di Marzo sarà molto movimentata e ricca di colpi di scena con possibili SORPRESE GELIDE proprio nell’ultima settimana e il ritorno della NEVE fino a quote bassissime.

Dando uno sguardo allo scacchiere europeo possiamo vedere come già dalla serata di Domenica 17 Marzo il tempo comincerà a peggiorare dai settori di Nord Ovest con le prime precipitazioni su Alpi occidentali e Liguria. Nel corso di Lunedì 18 in particolare la perturbazione poi si estenderà al resto delle regioni settentrionali con piogge e temporali. Sull’arco Alpino attese nevicate copiose oltre i 1200 metri di quota ma, in concomitanza di rovesci particolarmente intensi e con l’ingresso impetuoso della Bora, i fiocchi di neve potrebbero farsi vedere molto più in basso fin quasi a quote di pianura (oltre i 200 metri) tra Veneto e soprattutto Friuli Venezia Giulia. Poi il maltempo si sposterà investendo tutto il centro sud e tra Martedì 19 e Mercoledì 20 con rovesci temporaleschi specie tra Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Sardegna e Sicilia.

Successivamente, dopo una pausa dettata dalla rimonta dell’alta pressione con prevalenza di sole, crescono le possibilità di attacco invernale in piena regola.Nel dettaglio secondo le ultime proiezioni del modello americano GFS intorno al 24 25 Marzo l’alta pressione salirà parecchio di latitudine posizionandosi tra le Isole Britanniche e la penisola Scandinava. Questo movimento potrebbe favore la discesa di una massa d’aria gelida (valori termici fino a -7/-8°C a 850 hPa, circa 1450 m, decisamente freddi per fine Marzo) dalla Russia accompagnata da correnti direttamente dal Polo Nord. Manca ancora tanto tempo per capire dove si formeranno i minimi depressionari e di conseguenza le precipitazioni e come ricordiamo sempre si tratta solo di un’ipotesi a livello generale suscettibile di cambiamenti anche importanti. Detto questo non è da escludere la possibilità di un clamoroso ritorno della NEVE con fiocchi fino a quote bassissime al Centro Nord, specie lungo i settori adriatici.

if(adv_cm<2){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: 'organic-thumbnails-a', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix'});
}

if(adv_cm==0){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: ‘thumbnails-a’, container: ‘taboola-below-article-thumbnails-2nd’, placement: ‘Below Article Thumbnails 2nd’, target_type: ‘mix’});
}

if(adv_cm>0){(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({});} else document.getElementById(‘gad-nat’).style.display=’none’

Seconda metà di Marzo piuttosto instabile con il possibile ritorno della neve nell'ultima settimanaSeconda metà di Marzo piuttosto instabile con il possibile ritorno della neve nell’ultima settimanaIn quest’ultimo periodo la PRIMAVERA si sta mostrando piuttosto instabile e capricciosa con frequenti rovesci temporaleschi, freddo e venti intensi dai quadranti settentrionali. Dallo studio dei principali modelli meteo a nostra disposizione (ECMWF e GFS), anche la seconda parte del mese di Marzo sarà molto movimentata e ricca di colpi di scena con possibili SORPRESE GELIDE proprio nell’ultima settimana e il ritorno della NEVE fino a quote bassissime.

Dando uno sguardo allo scacchiere europeo possiamo vedere come già dalla serata di Domenica 17 Marzo il tempo comincerà a peggiorare dai settori di Nord Ovest con le prime precipitazioni su Alpi occidentali e Liguria. Nel corso di Lunedì 18 in particolare la perturbazione poi si estenderà al resto delle regioni settentrionali con piogge e temporali. Sull’arco Alpino attese nevicate copiose oltre i 1200 metri di quota ma, in concomitanza di rovesci particolarmente intensi e con l’ingresso impetuoso della Bora, i fiocchi di neve potrebbero farsi vedere molto più in basso fin quasi a quote di pianura (oltre i 200 metri) tra Veneto e soprattutto Friuli Venezia Giulia. Poi il maltempo si sposterà investendo tutto il centro sud e tra Martedì 19 e Mercoledì 20 con rovesci temporaleschi specie tra Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Sardegna e Sicilia.

Successivamente, dopo una pausa dettata dalla rimonta dell’alta pressione con prevalenza di sole, crescono le possibilità di attacco invernale in piena regola.Nel dettaglio secondo le ultime proiezioni del modello americano GFS intorno al 24 25 Marzo l’alta pressione salirà parecchio di latitudine posizionandosi tra le Isole Britanniche e la penisola Scandinava. Questo movimento potrebbe favore la discesa di una massa d’aria gelida (valori termici fino a -7/-8°C a 850 hPa, circa 1450 m, decisamente freddi per fine Marzo) dalla Russia accompagnata da correnti direttamente dal Polo Nord. Manca ancora tanto tempo per capire dove si formeranno i minimi depressionari e di conseguenza le precipitazioni e come ricordiamo sempre si tratta solo di un’ipotesi a livello generale suscettibile di cambiamenti anche importanti. Detto questo non è da escludere la possibilità di un clamoroso ritorno della NEVE con fiocchi fino a quote bassissime al Centro Nord, specie lungo i settori adriatici.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO in Italia confronto DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI METEO italiane confronto QUADRUPLO passa qui
Per le previsioni meteo mondiali passa qui
Per le previsioni meteo in Europa clicca qui
Per le previsioni del tempo italiane seleziona qui
Per le previsioni del tempo regionali clicca qui
Per le previsioni meteo in TV clicca qua
Per le previsioni sui mari clicca qua
Per l’altezza della neve clicca qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Diversi siti Web (incluso il nostro) forniscono mappe grafiche con vari parametri (nuvolosità, pressione, temperatura , precipitazioni, ecc.).

Di conseguenza le mappe simboliche (continuamente monitorate) possono essere viste come , con buona approssimazione, il risultato anche della nostra interpretazione.

Il clima, uno dall’altra parte della moneta mano , è il coppia di condizioni meteorologiche che sono contesto nel corso di un anno, dipendente sui sondaggi eseguiti per un periodo di almeno 3 decadi.

Le frecce dark-colored sono l’aria fredda che arriva dal nord, che produce un’ampia nevicata.

Domenica passage da ovest a est di a perturbazione debole con precipitazioni molto estese e deboli deboli . Venerdì e Mercoledì Correnti occidentali in alta quota con nuvolosità variabile ma senza precipitazioni.

Sud: alcuni nebbia su tra Campania, Molise e Gargano senza fenomeni, sole-inzuppato o più velato l’altro lato della moneta regioni.

Centro: Principalmente soleggiato, tranne alcuni sparsi ispessimenti che arrivano in Toscana con pioviggine locale nelle aree settentrionali industrie nella notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*