Meteo mercoledì 16 maggio: ancora nubifragi acquazzoni e grandine. Le regioni coinvolte

Il ciclone depressionario, responsabile del fresco e del brutto tempo di quest’inizio settimana, sta spostando il giusto baricentro sul comparto balcanico-danubiano dell’Europa. Su la nostra Peninsula continuerà ad affluire aria instabile, ma non più così fredda come quella che ha riportato la neve in montagna.


immagine 1 articolo 50940

L’instabilità non mollerà minimamente la presa per mercoledì, giornata segnata da situazioni di meteo instabile, amico a nubifragi acquazzoni, quandanche i eventi più importanti tenderanno progressivamente ad essere più chiusi a brevi eventi, in maggior numero limitati a le regioni interne e nelle ore più calde diurne.



immagine 2 articolo 50940

Nel dettaglio, già in mattina qualche rovescio si avrà sul medio settore tirrenico anche su le coste e su i confini delle alpi con ulteriori spruzzate di neve in quota, mentre sul resto de la Peninsula abbiamo nubi alterni, ma con bassa eventualità di precipitazioni.

Al nel primo pomeriggio prenderanno forma consistenti nubifragi acquazzoni su regioni interne del Centro Italia, laddove i eventi saranno diffusi e localmente forti con anche grandine. Non mancheranno nubifragi acquazzoni di un certo rilievo, sempre al nel primo pomeriggio, su regioni delle alpi, prealpine, Alto Appennino sin verso pianura emiliana, e Gargano.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia paragone DOPPIO clicca qua

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia paragone QUADRUPLO clicca qua

Per le previsioni meteo del globo clicca qua

Per le previsioni meteo in Europa clicca qua

Per le previsioni meteo dell’italia clicca qua

Per le previsioni meteo de la tua regione clicca qua

Per le previsioni meteo televisive clicca qua

Per le previsioni meteo del moto ondoso clicca qua

Per l’quota de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

I commenti sono chiusi.