Meteo MILANO: brutto tempo in arrivo da…

La fresca ventilazione orientale che ha traghettato i milanesi dall’estate all’autunno perderà forza durante de la giornata contemporanee ed entro giovedì cesserà per lo meno temporaneamente di soffiare.

Il tempo si manterrà abbastanza soleggiato per lo meno sino a venerdì, quandanche nottetempo e al mattino presto potrebbero ancora farsi notare un po’ di nubi sparse, ma senza conseguenze.
Le temperature rimarranno fresche al mattino, ma tenderanno ad aumentare ne i valori massimi, specialmente da venerdì.

Sabato 29 transiteranno viceversa certi annuvolamenti stratiformi diretti da nord verso sud ma senza determinare precipitazioni e in un contesto ancora in parte soleggiato. Da notare anche l’successivo aumento delle temperature, con punte massime attese di 24°C.

Qua il dettaglio per il giorno di sabato 29 settembre:
http://www.meteolive.it/previsione-meteo/italia/Lombardia/Milano/3/

Domenica 30 settembre è predetto un rientro di correnti da est e qualche parziale annuvolamento basso che favorirà un certo diminuzione dei valori massimi, che torneranno a misurare valori più basse a i 20°C.

Una vera svolta nello stato del tempo ma interverrà con l’inizio de la prossima settimana: l’ingresso di una saccatura porterà piogge anche copiose nella giornata di martedì 2 ottobre con annesso diminuzione delle temperature e rinforzo de la ventilazione.
 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone QUADRUPLO passa qui
Per le previsioni del tempo globali passa qui
Per le previsioni del tempo d’Europa passa qui
Per le previsioni del tempo in Italia passa qui
Per le previsioni del tempo de la tua regione passa qui
Per le previsioni del tempo in TV passa qui
Per le previsioni del tempo del moto ondoso passa qui
Per l’quota de la neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*