Meteo > PROSSIMA SETTIMANA, fine MARZO col BOTTO, con ASSALTO GELIDO e NEVE. Ecco DOVE…

Meteo > PROSSIMA SETTIMANA, fine MARZO col BOTTO, con ASSALTO GELIDO e NEVE. Ecco DOVE…

Prossime settimana assalto gelido all'ItaliaProssime settimana assalto gelido all’ItaliaDopo lo spavaldo pavoneggiarsi in area mediterranea, l’anticiclone delle Azzorre, forse troppo pieno di se, spingerà il suo baricentro verso l’europa settentrionale. Uno scenario già visto e rivisto nel corso di questo “strano” inverno. Gli effetti saranno sempre i medesimi. Anticiclone troppo in alto ed aria gelida che scende sul suo bordo più orientale, con obbiettivo l’Italia.

Da lunedì sera infatti, ecco pronto quello che potrebbe essere l’ultimo ASSALTO GELIDO INVERNALE. Una massa d’aria molto fredda in discesa direttamente dal Polo infatti, comincerà ad addossarsi all’arco alpino, il quale, fungerà da barriera. I venti gelidi saranno dunque costretti ad entrare parzialmente da est (correnti di Bora) e dal versante opposto e cioè dalla valle del Rodano, favorendo la formazione di un vortice di bassa pressione sull’alto Tirreno. Da lunedì sera gli effetti negativi di questa situazione non si faranno attendere. Forti temporali potranno scoppiare dapprima al Nord-Est ma in rapido movimento verso il resto delle regioni settentrionali. Comincerà a cadere la neve via via a quote sempre più basse specie fra la notte e le prime ore di Martedì. Nel contempo, Martedì mattina, il freddo maltempo insisterà ancora su tutto il Nord ma comincerà a coinvolgere la Toscana e a seguire l’Umbria e le Marche. Fra il pomeriggio e la sera avremo un miglioramento al Nord mentre il meteo diverrà perturbato su tutte le regioni centrali e sulla Sardegna. Rinforzo dei venti di Bora e freddo in intensificazione.

Attenzione a Mercoledì, in quanto, il vortice di bassa pressione, sfilerà in direzione delle le isole Baleari pilotando le masse d’aria fredda in direzione di un altro minimo depressionario nord africano. Il tempo peggiorerà di conseguenza sulle due isole maggiori, sul Lazio con forti temporali anche a Roma. Ma il meteo peggiorerà altresì su parte del Sud. Giovedì invece, la situazione migliorerà ulteriormente su tutto il Nord e su gran parte del Centro. Brutto tempo ancora su isole maggiori e su parte del Sud specie su Calabria tirrenica, sud della Campania. In seguito, se tutto verrà confermato, da Venerdì, l’alta pressione potrebbe riaffacciarsi in modo più deciso al nostro Paese con generale miglioramento.

if(adv_cm<2){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: 'organic-thumbnails-a', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix'});
}

if(adv_cm==0){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: ‘thumbnails-a’, container: ‘taboola-below-article-thumbnails-2nd’, placement: ‘Below Article Thumbnails 2nd’, target_type: ‘mix’});
}

if(adv_cm>0){(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({});} else document.getElementById(‘gad-nat’).style.display=’none’

Prossime settimana assalto gelido all'ItaliaProssime settimana assalto gelido all’ItaliaDopo lo spavaldo pavoneggiarsi in area mediterranea, l’anticiclone delle Azzorre, forse troppo pieno di se, spingerà il suo baricentro verso l’europa settentrionale. Uno scenario già visto e rivisto nel corso di questo “strano” inverno. Gli effetti saranno sempre i medesimi. Anticiclone troppo in alto ed aria gelida che scende sul suo bordo più orientale, con obbiettivo l’Italia.

Da lunedì sera infatti, ecco pronto quello che potrebbe essere l’ultimo ASSALTO GELIDO INVERNALE. Una massa d’aria molto fredda in discesa direttamente dal Polo infatti, comincerà ad addossarsi all’arco alpino, il quale, fungerà da barriera. I venti gelidi saranno dunque costretti ad entrare parzialmente da est (correnti di Bora) e dal versante opposto e cioè dalla valle del Rodano, favorendo la formazione di un vortice di bassa pressione sull’alto Tirreno. Da lunedì sera gli effetti negativi di questa situazione non si faranno attendere. Forti temporali potranno scoppiare dapprima al Nord-Est ma in rapido movimento verso il resto delle regioni settentrionali. Comincerà a cadere la neve via via a quote sempre più basse specie fra la notte e le prime ore di Martedì. Nel contempo, Martedì mattina, il freddo maltempo insisterà ancora su tutto il Nord ma comincerà a coinvolgere la Toscana e a seguire l’Umbria e le Marche. Fra il pomeriggio e la sera avremo un miglioramento al Nord mentre il meteo diverrà perturbato su tutte le regioni centrali e sulla Sardegna. Rinforzo dei venti di Bora e freddo in intensificazione.

Attenzione a Mercoledì, in quanto, il vortice di bassa pressione, sfilerà in direzione delle le isole Baleari pilotando le masse d’aria fredda in direzione di un altro minimo depressionario nord africano. Il tempo peggiorerà di conseguenza sulle due isole maggiori, sul Lazio con forti temporali anche a Roma. Ma il meteo peggiorerà altresì su parte del Sud. Giovedì invece, la situazione migliorerà ulteriormente su tutto il Nord e su gran parte del Centro. Brutto tempo ancora su isole maggiori e su parte del Sud specie su Calabria tirrenica, sud della Campania. In seguito, se tutto verrà confermato, da Venerdì, l’alta pressione potrebbe riaffacciarsi in modo più deciso al nostro Paese con generale miglioramento.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO italiane confronto DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI in Italia confronto QUADRUPLO clicca qui
Per le previsioni del mondo passa qui
Per le previsioni meteo in Europa passa qui
Per le previsioni meteo nazionali clicca qui
Per le previsioni meteo della tua regione seleziona qui
Per le previsioni televisive seleziona qui
Per le previsioni del tempo del moto ondoso seleziona qui
Per l’altezza della neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Qualunque meteorologo dipende da il risultato di modelli fisico-matematici per interpretare l’evoluzione del futuro prossimo .

Dati satellitari meteorologici può essere usato in aree dove i dati tradizionali risorse non sono disponibili.

Previsioni previsioni sono fabbricate da raccogliendo dati quantitativi su lo stato corrente dell’atmosfera e usando tecnici conoscenza della dei processi atmosferici per proiettare come si evolverà l’atmosfera.

Per quanto riguarda le previsioni, si può immaginare, in una semplicistica e superficiale valutazione , che tutto questo questo caso si stia muovendo verso est e quindi accreditato frontiera su Oceano atlantico si sta spostando verso Europa , così come la vasta area di anticiclonica in Portogallo, si estende sopra Mediterraneo.

Domani Sabato20 Maggio

Sud: alcuni cloud tra Campania, Molise e Gargano senza fenomeni, sole-inzuppato o più velato sull’altro regioni.

Temperature stabili, massimo tra 15 e diciotto .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*