METEO sino 19 ottobre. Italia divisa con TEMPORALI al Sud e SOLE altrove



METEO DAL 13 AL 19 OTTOBRE 2018, ANALISI E PREVISIONE
Il fronte, responsabile del meteo malevolo dei giorni scorsi prima in Sardegna e poi al Nord-Ovest, non è potuta sfilare verso est ed è rimasta arenata sul Mare Tirreno. Pur indebolita, ora quest’area d’instabilità, in rotta verso sud, incontra terreno fertile per alimentarsi, con la formazione di un vortice depressionario ciclonico a ridosso de la Sicilia e che rimarrà poco evolutivo per diversi giorni.

Si va a consolidare una condizione meteo amica per instabilità anche decisa all’estremo Sud, con rischio nubifragi che va a riguardare la Sicilia ed in parte la Calabria. Sul resto d’Italia predomina un contesto soleggiato che caratterizzerà l’intero weekend, per merito del consolidamento di un campo d’alta pressione.

L’alta pressione è giunta su le zone centro-settentrionali dell’italia dalla Spagna, andando poi a congiungersi con l’esteso alta pressione presente sull’Europa Centro-Orientale. In tal maniera, grande parte d’Europa vede prevalere situazioni di bel tempo e principalmente caldo atipico, con i fronti forti dell’atlantico che si limitano a coinvolgere le Isole Britanniche.

NOVITA’ METEO IN AVVIO DI SETTIMANA
Weekend soleggiato e caldo su grande parte d’Italia. Il meteo sarà viceversa agitato all’estremo Sud e Isole Maggiori laddove saranno probabili nuovi nubifragi acquazzoni localmente forti su Sicilia e Calabria, poi da domenica incombono altre infiltrazioni instabili da ovest che proveranno ancora a forzare il muro anticiclonico, riuscendo ad indebolirlo.

Andremo dunque verso uno situazioni di generale maggiore variabilità per i primi giorni de la nuova settimana, ma con brutto tempo che potrebbe ancora penalizzare più pesantemente le estreme zone del mezzogiorno e le Isole. In tutto questo, le temperature resteranno bene oltre la norma e d’altronde questo caldo è altro energia a disposizione per i nubifragi acquazzoni purtroppo crudeli sul Mediterraneo.

METEO SABATO 13 OTTOBRE TRA TEMPORALI AL SUD E SOLE AL CENTRO-NORD
Circostanza solitamente soleggiato su le zone centro-settentrionali, fatta eccezione per addensamenti coperto di nuvoli di poco conto su le regioni interne e montane. L’instabilità si concentrerà in Sicilia laddove si rinnoverà il rischio di qualche rovescio o temporale anche forte sul settore ionico. Precipitazioni di un certo rilievo interesseranno anche il reggino orientale.

METEO DOMENICA 14, TANTO SOLE MA ANCORA ACQUAZZONI AL SUD
Non si avranno grossi scossoni domenica, con altri nubifragi acquazzoni attesi fra Calabria ed Isole, più intensi su la Sicilia Orientale e su la Calabria ionica. Crescita delle nubi, in giornata, su le Alpi Occidentali, per la parte avanzata di una perturbazione che andrà ad approssimarsi dalla Francia. Non è escluso qualche blando precipitazioni.

TEMPERATURE OLTRE LA NORMA, L’AUTUNNO NON C’E’
Il soleggiamento manterrà tepore nel fine settimana su tutto il Centro-Nord con la colonnina di mercurio che dovrebbe attestarsi su valori massimi fin a 25/26 gradi e punte anche maggiori su la zona tirrenica. Tempo lievemente più fresco su le Adriatiche, mentre una leggero flessione termica potrebbe esserci fra Sicilia e Calabria, per via dei nubifragi acquazzoni.

ULTERIORI TENDENZE
L’alta pressione è atteso in indebolimento ad inizio settimana. Eppure, non è atteso specifico brutto tempo e le precipitazioni maggiori dovrebbero ancora penalizzare l’estremo Sud, in specifico la zona ionica fra Calabria e Sicilia con possibilità di nubifragi. Tornerà il rischio brutto tempo anche su la Sardegna orientale.

Aggiornamenti e controllo evoluzione meteo, 24/24 ore a cura dello Staff

LINK svelto a le PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d’Italia, o vai su CERCA la tua zone nel campo form su a la pagina:

Aggiornamenti e controllo evoluzione meteo, 24 ore su 24, a cura dello Staff

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*