METEO sino al 27 Marzo: fra una settimana GELO su Europa. ITALIA freddo crescente



EVOLUZIONE METEO PROBABILE SINO AL 27 MARZO 2018
Sempre più appare probabile che l’evoluzione meteo avrà caratteristiche peculiari del mese di marzo, ma con fulmini modifiche atmosferici bene più evidenti riguardo a la media.

Uno sconquasso accaduto in alta atmosfera, che per altro si è replicato qualche giorno fa, sta innescando un’evoluzione nel medio termine, che avrà caratteristiche non solo invernali, ma da duro inverno.

Nelle vicinanze, o appena successivamente il fine settimana, aria molto fredda si potrebbe mettere in moto verso l’Europa dalla Russia, con una rotta che influenzerebbe l’Italia.

Il mese di marzo è il periodo dell’anno dal tempo più capriccioso e mutevole: reiteratamente abbiamo scritto che il Ciclone Polare è ancora molto attivo, ma che tende a collassare gradualmente con l’avvento de la Primavera. Nel frattempo, in Siberia e le zone antartici sono ancora gelide, perciò quando avvengono scambi di masse d’aria fra i meridiani (nord sud e viceversa), si originano passaggi di gelo sparse per l’Emisfero.

Contemporaneamente, aria più piacevole si mette in rotta da le zone tropicali verso nord, generando modifiche delicati di temperatura, con improvvise giornate dal tempo primaverile. Nel frattempo, anche aria gelida migra verso sud, e rapidamente si può passare da una fase piacevole ad una fredda.

Dai contrasti fra diversissime masse d’aria ne scaturisce un’escalation di episodi meteo che possono anche essere estremi. Ed è quello che stiamo osservando e vedremo ne i prossimi giorni.

Il Ciclone Polare, nella seconda metà di Marzo si avvia ad una fase di collasso, e genera passaggi di freddo, se non di gelo verso le medie latitudini, ovvero le nostre. Questo vuol dire che anche l’Italia “potrebbe” esserne investita, ma la previsione di tali episodi viene prospettata solo con l’ausilio dei modelli numerici e l’utilizzo di derminate cautele.

Va detto che non è escludibile un severo colpo di coda dell’Inverno in Europa. Lo scorso anno avvenne a fine aprile, con gelate da record in Europa del centro, neve a altezze basse sul Nord Italia.

Anche quest’anno ci potrebbero essere episodi meteo consistenti.

METEO SINO AL 19 MARZO
Questa prima parte de la settimana il tempo sarà variabile, con fugaci annuvolamenti e scrosci. Verso giovedì dovrebbe transitare una nuova forte bassa pressione associata ad una bassa pressione, e maggiormente sul Nord Italia sono attese forti precipitazioni.

Le giornate seguenti vedranno tempo instabile, con scrosci qua e la lungo la Peninsula.

TENDENZA METEO PROBABILISTICA PER I SUCCESSIVI 7 GIORNI da confermare
Crescono sensibilmente le possibilità di una fase che potrebbe essere caratterizzata dal tempo molto duro, con precipitazioni nevose anche a altezze basse, sino su la pianura in certune zone, ma sara’ da confermare.

CONCLUDENDO
Molto spesso le stagioni dette forti, come inverno ed estate, in questi ultimi decenni si sono estese a quelle intermedie, e anche quest’anno assistiamo a questo sconquasso meteo. Le previsioni di un forte raffreddamento a cavallo fra seconda e terza decade di marzo, sono state predette in ampio anticipo, e osserverete che le previsioni a lungo termine, se osservate in una visione d’insieme, hanno una buona affidabilità. Il freddo predetto giungerà, ma chiamarlo Burian o Buran è precoce.

Aggiornamenti e controllo evoluzione meteo, 24 ore su 24, a cura dello Staff

Vi suggeriamo di diventare nostri fan per rimanere aggiornati:
www.facebook.com/tempoitalia.it
twitter.com/tempoitaliait

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*