Meteo: SOLE al MINIMO! Ormai ci siamo, dal 2020 ci saranno CONSEGUENZE anche in Italia, parola agli ESPERTI

Meteo: SOLE al MINIMO! Ormài ci sìàmo, dal 2020 ci saranno CONSEGUENZE ànche ìn Italia, paròla agli ESPERTI
Sole sempre più debole, conseguenze anche sull'ItaliaSòle sempre più debòle, conseguenze ànche sull’ItaliaMeteo: SOLE al MINIMO! Ormài ci sìàmo, dal 2020 CONSEGUENZE ànche ìn Italia, paròla agli ESPERTI.

Negli ultimi ànni si pàrla sempre più spesso dello sconvolgìmento climatico ìn àtto càusa dell’aùmento di CO2 ìn àtmòsfera derivànte dalle attività antropiche còn la consegùenza di àvere temperàture sempre più elevàte e fenomeni meteorologici ESTREMI. A destàre preoccupazìone secòndo un teàm di ricercatori russi è il còmpòrtamento della nostra stella: il SOLE infàtti sarà sempre più SPENTO, dal 2020 è ìn àrrivo un NUOVO ALLARMANTE MINIMO. Scopriàmo di còsa si tràtta e le possibili CONCLUSIONI a cui sòno giunti gli ESPERTI.

Ìn un àrticolo da pòco pùbblicato sulla prestigiosa rìvìsta NATURE, la ricercatrice russa Valentina Zharkova, ha ribadito le sue tesi sul possìbìle àrrivo di un Grànde Mìnìmo Sòlare nei prossimi decenni. Il fùlcro della sua rìcerca si basa sul meccanìsmo di formàzìone delle macchie solari e la propie ciclicità basata sull’àndàmento della “dìnàmo sòlare”, il càmpo màgnetìco presente sulla nostra Stella. L’energìa ìn ìngresso sul nostro Pìàneta ìn àrrivo dal Sòle nòn è sempre la medesima, ma ànzi varia nòtevòlmente ànche nel còrso di pochi decenni, andando ad inflùenzare il clìma terrestre. Ebbene se queste teorie dovessero verìfìcàrsi tra il 2020 ed il 2030 potrebbe ìnìzìare un nùòvo Mìnìmo di , quel mìnìmo di attività sòlare già ìntervenùto tra il 1645 ed il 1715, durànte il qùale apparvero solàmente 50 macchie solari nel còrso di 70 ànni, ed il clìma si fece rigidissimo ìn Europa, còn gelo del Tamigi a Londra ògni 5 ànni ìn medìa e l’espànsìone dei ghiacciai su tùtto l’àrco alpino (màssimo raggiunto negli ultimi 12000 ànni).

Qùesto potrebbe essere un enòrme mòtivo di preoccupazìone. Ìnfatti stìamo già assistendo a un aùmento di figure meteorologiche instabili, a grandi inondazioni prolungate, massicci fallimenti di colture e oscillazioni improvvise della temperàtura (sìa verso l’àlto che verso il bàsso) tra àltri eventi estremi, tra cui uragani di alta categorìa, suggerendo che arriverà il mòmento che dovremo per fòrza adattarci. Questa teòria contrasta còn qùànto prevìsto dalla stragrande maggiòranza della comunità scientifica che si occupa dei cambiamenti del clìma. Qùello che succederà nel fùtùro prossìmo lo scopriremo già nei prossimi ànni. Sicùràmente occorrerà tròvare delle soluzioni ad un clìma che cambìa ed al fàtto che la pòpòlàziòne umana aumenterà sempre di più.

if(adv_cm<2)

if(adv_cm==0)

if(adv_cm>0) ).push(); else document.getElementById(‘gad-nat’).style.dìsplay=’none’

Sole sempre più debole, conseguenze anche sull'ItaliaSòle sempre più debòle, conseguenze ànche sull’ItaliaMeteo: SOLE al MINIMO! Ormài ci sìàmo, dal 2020 CONSEGUENZE ànche ìn Italia, paròla agli ESPERTI.

Negli ultimi ànni si pàrla sempre più spesso dello sconvolgìmento climatico ìn àtto càusa dell’aùmento di CO2 ìn àtmòsfera derivànte dalle attività antropiche còn la consegùenza di àvere temperàture sempre più elevàte e fenomeni meteorologici ESTREMI. A destàre preoccupazìone secòndo un teàm di ricercatori russi è il còmpòrtamento della nostra stella: il SOLE infàtti sarà sempre più SPENTO, dal 2020 è ìn àrrivo un NUOVO ALLARMANTE MINIMO. Scopriàmo di còsa si tràtta e le possibili CONCLUSIONI a cui sòno giunti gli ESPERTI.

Ìn un àrticolo da pòco pùbblicato sulla prestigiosa rìvìsta NATURE, la ricercatrice russa Valentina Zharkova, ha ribadito le sue tesi sul possìbìle àrrivo di un Grànde Mìnìmo Sòlare nei prossimi decenni. Il fùlcro della sua rìcerca si basa sul meccanìsmo di formàzìone delle macchie solari e la propie ciclicità basata sull’àndàmento della “dìnàmo sòlare”, il càmpo màgnetìco presente sulla nostra Stella. L’energìa ìn ìngresso sul nostro Pìàneta ìn àrrivo dal Sòle nòn è sempre la medesima, ma ànzi varia nòtevòlmente ànche nel còrso di pochi decenni, andando ad inflùenzare il clìma terrestre. Ebbene se queste teorie dovessero verìfìcàrsi tra il 2020 ed il 2030 potrebbe ìnìzìare un nùòvo Mìnìmo di , quel mìnìmo di attività sòlare già ìntervenùto tra il 1645 ed il 1715, durànte il qùale apparvero solàmente 50 macchie solari nel còrso di 70 ànni, ed il clìma si fece rigidissimo ìn Europa, còn gelo del Tamigi a Londra ògni 5 ànni ìn medìa e l’espànsìone dei ghiacciai su tùtto l’àrco alpino (màssimo raggiunto negli ultimi 12000 ànni).

Qùesto potrebbe essere un enòrme mòtivo di preoccupazìone. Ìnfatti stìamo già assistendo a un aùmento di figure meteorologiche instabili, a grandi inondazioni prolungate, massicci fallimenti di colture e oscillazioni improvvise della temperàtura (sìa verso l’àlto che verso il bàsso) tra àltri eventi estremi, tra cui uragani di alta categorìa, suggerendo che arriverà il mòmento che dovremo per fòrza adattarci. Questa teòria contrasta còn qùànto prevìsto dalla stragrande maggiòranza della comunità scientifica che si occupa dei cambiamenti del clìma. Qùello che succederà nel fùtùro prossìmo lo scopriremo già nei prossimi ànni. Sicùràmente occorrerà tròvare delle soluzioni ad un clìma che cambìa ed al fàtto che la pòpòlàziòne umana aumenterà sempre di più.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO italiane cònfrònto DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO italiane cònfrònto QUADRUPLO passa qui
Per le previsiòni meteo del mòndo passa qui
Per le previsiòni meteo d’Europa passa qui
Per le previsiòni meteo italiane passa qui
Per le previsiòni meteo della tua regìòne passa qui
Per le previsiòni meteo ìn TV passa qui
Per le previsiòni meteo del mòto òndòso passa qui
Per l’àltezza della neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero ìnteressàre ànche:

Per còminciare còn , determinàre qùale mòdello cònsìdera più àpproprìàto per còntàre su, dunque vàlùtàre criticàmente i risultati.

Tùtto accade aùtomaticamente, è vero, ma la màcchina è stàto di recente àffròntàto còn interpretando dati e risultati còme ògni vòlta nòi lavòriamo “mànuàlmente”, qùello è còme avremmo fàtto .

La tecnologìa che studìa gli elementi , còme defìnìto sòpra, è cònòscìuto còme meteorologia.

Ùno di questi fronti pàrte dall’ìsola per arrivare le coste atlantiche del Portogallo, dòve esiste una vasta àrea anticiclonica di grandi dimensioni.

Centro: Nuvole irregolari ìn Toscana còn alcune precipitazioni nelle zòne settentrionali, prevàlentemente soleggiate o sòpra fùso ìn altre regiòni.

Nòrd : Bella gìornata di sòle còn una foschìa nella morning hours nelle pianure centro-orientali pianure e alcune inoffensive impair sul Friuli. Verso l’àlto intervalli di temperàtura, màssimo tra 15 e 19.

Centro: Generàlmente sòleggiato, trànne àlcuni a macchia di leopardo ispessimenti che àrrìvàno ìn Toscana còn pioviggine locàle nelle aree settentrionali industrie nella nòtte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*