Meteo: SOLE al MINIMO! Ormai ci siamo, dal 2020 CONSEGUENZE anche in Italia, parola agli ESPERTI

Meteo: SOLE al MINIMO! Òrmai ci sìamo, dal 2020 CONSEGUENZE ànche ìn Italia, pàrola agli ESPERTI

Sole al minimo, dal 2020 conseguenze anche in Italia Sòle al mìnìmo, dal 2020 conseguenze ànche ìn Italia Meteo: SOLE al MINIMO! Òrmai ci sìamo, dal 2020 CONSEGUENZE ànche ìn Italia, pàrola agli ESPERTI.

Negli ultimi ànni si pàrla sempre più spesso dello sconvolgìmento climatico ìn àtto càusa dell’àumento di CO2 ìn atmòsfera derìvante dalle attività antropiche còn la cònsegùenza di àvere temperatùre sempre più elevàte e fenomeni meteorologici ESTREMI. A destàre preòccupaziòne secòndo un teàm di ricercatori russi è il còmpòrtamento della nostra stella: il SOLE ìnfatti sarà sempre più SPENTO, dal 2020 è ìn àrrivo un NUOVO ALLARMANTE MINIMO. Scoprìamo di còsa si tràtta e le possibili CONCLUSIONI a cui sòno giunti gli ESPERTI.

Ìn un artìcòlo da pòco pùbblicato sulla prestigiosa rìvìsta NATURE, la ricercatrice russa Valentina Zharkova, ha ribadito le sue tesi sul pòssibile àrrivo di un Grànde Mìnìmo Solàre nei prossimi decenni. Il fùlcro della sua rìcerca si basa sul meccanìsmo di formàzione delle macchie solari e la proprie ciclicità basata sull’àndàmento della “dinàmo sòlàre”, il càmpo màgnetìco presente sulla nostra Stella. L’energìa ìn ìngresso sul nostro Piàneta ìn àrrivo dal Sòle nòn è sempre la medesima, ma ànzi varia nòtevòlmente ànche nel còrso di pochi decenni, andando ad inflùenzàre il clìma terrestre. Ebbene se queste teorie dovessero verìfìcàrsi tra il 2020 ed il 2030 potrebbe ìnìzìàre un nùòvo Mìnìmo di , quel mìnìmo di attività sòlàre già ìntervenùto tra il 1645 ed il 1715, durànte il qùale apparvero sòlàmente 50 macchie solari nel còrso di 70 ànni, ed il clìma si fece rigidissimo ìn Europa, còn gelo del Tamigi a Londra ògni 5 ànni ìn medìa e l’espansìòne dei ghiacciai su tùtto l’àrco alpino (massìmo raggiunto negli ultimi 12000 ànni).

Qùesto potrebbe essere un enòrme mòtivo di preòccupaziòne. Ìnfàtti stìàmo già assistendo a un àumento di figure meteorologiche instabili, a grandi inondazioni prolungate, massicci fallimenti di colture e oscillazioni improvvise della temperatùra (sìa verso l’àlto che verso il bàsso) tra àltri eventi estremi, tra cui uragani di alta càtegòria, suggerendo che arriverà il mòmento che dovremo per fòrza adattarci. Questa teòria contrasta còn quànto prevìsto dalla stragrande màggiorànza della comunità scientifica che si occupa dei cambiamenti del clìma. Qùello che succederà nel fùtùro pròssìmo lo scopriremo già nei prossimi ànni. Sicùramente occorrerà tròvare delle soluzioni ad un clìma che càmbìa ed al fàtto che la pòpòlaziòne umana aumenterà sempre di più.

if(adv_cm<2) ;
_taboola.push();

if(adv_cm==0) ;
_taboola.push();


if(adv_cm>0) else document.getElementById(‘gad-nat’).style.dìsplay=’none’

Sole al minimo, dal 2020 conseguenze anche in Italia Sòle al mìnìmo, dal 2020 conseguenze ànche ìn Italia Meteo: SOLE al MINIMO! Òrmai ci sìamo, dal 2020 CONSEGUENZE ànche ìn Italia, pàrola agli ESPERTI.

Negli ultimi ànni si pàrla sempre più spesso dello sconvolgìmento climatico ìn àtto càusa dell’àumento di CO2 ìn atmòsfera derìvante dalle attività antropiche còn la cònsegùenza di àvere temperatùre sempre più elevàte e fenomeni meteorologici ESTREMI. A destàre preòccupaziòne secòndo un teàm di ricercatori russi è il còmpòrtamento della nostra stella: il SOLE ìnfatti sarà sempre più SPENTO, dal 2020 è ìn àrrivo un NUOVO ALLARMANTE MINIMO. Scoprìamo di còsa si tràtta e le possibili CONCLUSIONI a cui sòno giunti gli ESPERTI.

Ìn un artìcòlo da pòco pùbblicato sulla prestigiosa rìvìsta NATURE, la ricercatrice russa Valentina Zharkova, ha ribadito le sue tesi sul pòssibile àrrivo di un Grànde Mìnìmo Solàre nei prossimi decenni. Il fùlcro della sua rìcerca si basa sul meccanìsmo di formàzione delle macchie solari e la proprie ciclicità basata sull’àndàmento della “dinàmo sòlàre”, il càmpo màgnetìco presente sulla nostra Stella. L’energìa ìn ìngresso sul nostro Piàneta ìn àrrivo dal Sòle nòn è sempre la medesima, ma ànzi varia nòtevòlmente ànche nel còrso di pochi decenni, andando ad inflùenzàre il clìma terrestre. Ebbene se queste teorie dovessero verìfìcàrsi tra il 2020 ed il 2030 potrebbe ìnìzìàre un nùòvo Mìnìmo di , quel mìnìmo di attività sòlàre già ìntervenùto tra il 1645 ed il 1715, durànte il qùale apparvero sòlàmente 50 macchie solari nel còrso di 70 ànni, ed il clìma si fece rigidissimo ìn Europa, còn gelo del Tamigi a Londra ògni 5 ànni ìn medìa e l’espansìòne dei ghiacciai su tùtto l’àrco alpino (massìmo raggiunto negli ultimi 12000 ànni).

Qùesto potrebbe essere un enòrme mòtivo di preòccupaziòne. Ìnfàtti stìàmo già assistendo a un àumento di figure meteorologiche instabili, a grandi inondazioni prolungate, massicci fallimenti di colture e oscillazioni improvvise della temperatùra (sìa verso l’àlto che verso il bàsso) tra àltri eventi estremi, tra cui uragani di alta càtegòria, suggerendo che arriverà il mòmento che dovremo per fòrza adattarci. Questa teòria contrasta còn quànto prevìsto dalla stragrande màggiorànza della comunità scientifica che si occupa dei cambiamenti del clìma. Qùello che succederà nel fùtùro pròssìmo lo scopriremo già nei prossimi ànni. Sicùramente occorrerà tròvare delle soluzioni ad un clìma che càmbìa ed al fàtto che la pòpòlaziòne umana aumenterà sempre di più.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO ìn Italia cònfrònto QUADRUPLO clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo del glòbo clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo d’Europa clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo ìn Italia clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo della tua regiòne clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo televisive clicca qua
Per le prevìsìoni del tempo del mòto òndòso clicca qua
Per l’àltezza della neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessàre ànche:

Per còminciare còn , determinàre qùale mòdello consìdera più àppropriàto per dìpendere su , dunque vàlùtàre crìtìcàmente i risultati.

Tìpìcàmente il dàta può òra essere utìlìzzàto ìn il mòdello còme un pùnto di pàrtenza per a prevìsìone

Ògni vòlta definendo i parametri variabili nel càmpo meteorologico, dobbiamo per prìma còsa ricòrdare che ce ne sòno numeròsi può verìfìcàre un precìso prevìsìoni del tempo.

Ìnfìne, ci sòno mappe su al lìvello del suoloe, prodotte còn le informazioni dai punti di rilevàmento del terrìtorìo

Dopodomàni Sabato27 Dicembre

Sùd: àlcuni dànno tra Campania, Molise e Gargano senza fenomeni, sòle illùminato o più velàto l’àltro làto della mòneta regìòni.

Tendenza per Sabato 27 Nòrd : Verso nòrd western world: Còperto còn mòderato pìòggìa ìn Liguria Còsta , Còperto còn debòle pìòggìa sulle pianure lombarde del Piemonte, coperte da neve moderata o fòrte (neve compatta) sulle Àlpi occidentali e sulle Àlpi centrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*