Meteo: TEMPERATURE, ESPLOSIONE ad oltre 40 gradi. I dettagli

Meteo: TEMPERATURE, ESPLOSIONE ad oltre 40 gradi. I dettagli
Massa d’aria rovente in direzione delle isole maggiori, il grande caldo è ormai a le porte e farà sul serio
Articolo del 13/07/2018

ore 10:58

scritto da

Salvatore de Rosa

Meteorologo

Sicilia e Sardegna nella morsa del caldo africanoSicilia e Sardegna nella morsa del caldo africanoTemperature in ingrandimento svelta, con Sicilia e Sardegna nel mirino del grande caldo africano: una ampia bolla rovente sta viaggiando giusto in queste ore dall‘Algeria in direzione delle nostre isole maggiori, pronta a far impennare i termometri sino a livelli mai visti in questa estate 2018.

Venerdì 13 Luglio
l’aria bollente raggiungerà l’isola più grande del Mediterraneo, con Siracusa che vedrà toccare 39°C all’ombra poco successivamente mezzogiorno, sino a 37°C a Catania, 36°C nel ragusano e nell’agrigentino; andrà un pochino meglio a Palermo e Trapani, mitigate da le brezze marittime, laddove la colonnina di mercurio toccherà tuttavia i 32-33°C.

Queste temperature potrebbero risultare quasi “” se paragonate al caldo infernale che attende gli abitanti delle aree interne: a Catenanuova (EN), considerato non a caso uno dei luoghi abitati più caldi d’Europa, i termometri raggiungeranno l’incredibile valore di 41°C.

L’alta pressione africana stritolerà anche la Sardegna, 39°C a Sanluri, Oristano farà segnare 37°C e Carbonia 38°C; anche in questo caso, valori un pochino meno esasperati si raggiungeranno lungo i litorali, con Cagliari che toccherà i 32°C.
Condizione diametralmente opposta riguardo all’entroterra, laddove non arriva la dolce brezza marina: Decimomannu (CA) si contenderà la palma di città più calda d’Italia, pari merito con Catenanuova, con 41°C di massima.

Sabato 14, su la base dei dati attuali, sarà la giornata che farà registrare il picco del caldo in moltissime zone siciliane e sarde: ad Agrigento si salirà a 37°C, 38°C a Siracusa e sempre 37°C a Catania; un grado in più riguardo al giorno altro a Palermo, che passa da 33 a 34°C.
L’entroterra poi brucerà, letteralmente, con la solita Catenanuova che questa volta rivedrà ulteriormente al aumento i valori massimi, pronti a toccare i 42°C all’ombra.

Il picco del caldo africano
non risparmierà la seconda isola più estesa del Mediterraneo, con 38°C a Sanluri, 37 ad Oristano e 35°C nel nuorese.

Per colpa delle scarse piogge e delle elevate temperature di questi giorni, è concreto il rischio incendi: basta davvero niente perché interi boschi vengano distrutti da le fiamme, massima attenzione dunque quando ci troviamo a contatto con la natura.
Non gettiamo mozziconi di sigaretta ancora accesi, non accendiamo fuochi estemporanei e facciamo attenzione anche a laddove parcheggiamo l’auto: la marmitta catalitica, ancora calda, se viene a contatto con l’erba secca può scatenare azzardati incendi.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia comparazione DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia comparazione QUADRUPLO passa qui
Per le previsioni meteo globali passa qui
Per le previsioni meteo d’Europa passa qui
Per le previsioni meteo in Italia passa qui
Per le previsioni meteo de la tua regione passa qui
Per le previsioni meteo in TV passa qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso passa qui
Per l’quota de la neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*