METEO: tra poco POLO NORD verso Italia con GELO e NEVE, ecco spiegato DOVE, QUANDO e perché accadrà

METEO: tra poco POLO NORD verso Italia con GELO e NEVE, ecco spiegato DOVE, QUANDO e perché accadrà
A breve polo nord verso Italia A breve polo nord verso Italia

L’ultima parte di Febbraio potrebbe riservare ancora delle sorprese dal punto di vista meteo con una recrudescenza di fenomeni invernali talvolta anche molto intensi. Vediamo di che si tratta.Come già accaduto negli ultimi anni le ultime settimane della stagione si presentano spesso molto instabili con la possibilità di avere ancora fasi molto fredde e nevose a causa di importanti scambi meridiani con masse d’aria in discesa direttamente dal Polo Nord. Ricorderete infatti anche lo scorso Marzo 2018 con la neve a Roma e Napoli, oltre che sulle pianure del Nord.

Le cause vanno ricercate nel comportamento del Vortice Polare, la vasta area di Bassa Pressione al cui interno è racchiusa tutta l’aria fredda che si produce continuamente sulla Calotta Artica, che,proprio sul finire della stagione va letteralmente in frantumi. Secondo gli ultimi studi a provocarne la rottura sarebbe la risalita di masse d’aria più calde (Anticiclone delle Azzorre) verso le zone Artiche che provocano la divisione in più parti del Vortice Polare stesso libere poi di scendere di latitudine.

La nostra attenzione si concentra in particolare sull’ultima decade, dal 17-18 del mese, quando un vasto campo di Alta Pressione in risalita dalle Isole Britanniche si posizionerà tra la Scandinavia e il Circolo Polare Artico andando a formare una sorta di “ponte” che congiungerà l’alta pressione delle Azzorre con le frange occidentali dell’alta pressione russo-siberiana (ECMWF). Questa disposizione sinottica permetterà di conseguenza alle gelide correnti di origine Artico-Continentale di fluire verso ovest e raggiungere quindi anche l’Italia. In questo caso aumentano sensibilmente le probabilità di avere episodi di freddo, seppur di breve durata, con il ritorno della neve fino a quote molto basse al Centro Sud (versante Adriatico in primis).

Al Nord invece per il momento si tratterà di un freddo secco con pochissime precipitazioni anche se i valori termici sono previsti in crollo verticale. Come ricordiamo sempre si tratta di proiezioni sul medio periodo quindi suscettibili ancora di importanti variazioni, soprattutto per quanto concerne la formazione delle basse pressioni e di conseguenza i settori interessati dalle precipitazioni. Non resta che attendere e seguire passo passo l’evoluzione atmosferica.

if(adv_cm<2){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: 'organic-thumbnails-a', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix'});
}

if(adv_cm==0){
window._taboola = window._taboola || ;
_taboola.push({mode: ‘thumbnails-a’, container: ‘taboola-below-article-thumbnails-2nd’, placement: ‘Below Article Thumbnails 2nd’, target_type: ‘mix’});
}

if(adv_cm>0){(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({});} else document.getElementById(‘gad-nat’).style.display=’none’

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI italiane confronto DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI italiane confronto QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni meteo del mondo passa qui
Per le previsioni d’Europa seleziona qui
Per le previsioni del tempo italiane clicca qui
Per le previsioni meteo della tua regione clicca qua
Per le previsioni del tempo televisive clicca qui
Per le previsioni del tempo sui mari passa qui
Per l’altezza della neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*