Meteo: uragano Micheal sempre più potente. Ora è categoria 4 e minaccia gli Stati Uniti. Aggiornamenti

L'uragano Micheal visto dal satellite. Elaborazione a cura della CnnL’uragano Micheal visto dal satellite. Elaborazione a cura de la CnnL’uragano Micheal, successivamente aver spazzato la parte occidentale dell’isola di Cuba provocando come minimo 13 vittime, si sta dirigendo speditamente verso i litorali del sud de gli Stati Uniti; attraversando le acque calde del Golfo del Messico ha acquisito sempre più energia, così che nelle ultime 24 ore è passato da categoria 1 a categoria 4 su la scala Saffir-Simpson, che misura l’impeto de gli uragani.

Questo significa che al suo interno soffiano venti sin a 220 chilometri/h, capaci di spazzare via ogni cosa e di sollevare alte onde: giusto per questo motivo l’allerta è massima lungo i litorali dell’Alabama, de la Georgia e nel Nord occidentale de la Florida. Le ultime indicazioni provenienti dal Centro Statale per il controllo e controllo de gli uragani mostrano che l’impatto con la terraferma avverrà nel dopopranzo di Mercoledì 10 Ottobre.

Successivamente aver spazzato l’Alabama e la Georgia, l’uragano si dirigerà verso la Carolina del Sud e del Nord, provocando anche qua piogge torrenziali e diffusi allagamenti.La traiettoria dell'uragano nelle prossime ore, è allerta negli USALa traiettoria dell’uragano nelle prossime ore, è allerta ne gli USA

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone QUADRUPLO passa qui
Per le previsioni del tempo del globo passa qui
Per le previsioni del tempo in Europa passa qui
Per le previsioni del tempo in Italia passa qui
Per le previsioni del tempo de la tua regione passa qui
Per le previsioni del tempo in TV passa qui
Per le previsioni del tempo del moto ondoso passa qui
Per l’quota de la neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*