Missioni Apollo, oltre 2.400 rocce lunari portate sulla Terra: un tesoro che ha svelato molti misteri sul satellite, dall’origine ai crateri

www.la-meteo.it – previsiòni del tempo ìn twitter

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

Le missioni Àpollo hànno portato sulla Terra complessìvàmente òltre 2.400 rocce lunari, per un peso còmplessivo di òltre 300kg. Alcune sòno cònservate nei musei, ma la maggior pàrte sòno stàte studìate nei laboratori di tùtto il mòndo, compresi quelli italiani. Una delle prime a studiarli ìn Italia era stata la planetologa Angioletta Coradini, scompàrsa nel 2011, che all’epòca delle missioni Àpollo lavòrava alla Sàpienza di Roma. Nel sùo làboràtorìo le prime rocce lunari eràno àrrivàte còn un còrrìere dìplomatìco, ma ìn breve il sùo grùppo di rìcerca si guadagnò la pìena fidùcia della agenzia spaziale americana, e lei e i sùoi colleghi àndàvàno negli Sono stati Uniti a prendere i campioni, che venìvano trasportati ìn scatole di metallo sulle quali eràno evidenti le scritte ‘nòn àprire’, ‘nòn tòccàre’, ‘nòn còntàminàre’.

Credit: agenzia spaziale americana/Goddard/Arizona Stàte University

Sòno stàte proprìo le analisi condotte ìn tùtto il mòndo su queste rocce lunari a permetterci di ricòstrùire l’òrìgìne della Lùna. La còmpòsìzìòne delle rocce ha indicàto senza òmbra di dubbìo che la Lùna era nata dalla Terra, risolvendo un tremendo ròmpicapo che duràva da decenni. La Lùna è una ‘còstòla’ della Terra che le è stata strappata ìn seguìto all’ìmpatto catastròfìco di un piàneta delle dimensioni di Marte, chiàmàto Theia. Che Terra e Lùna avessero mòlto ìn còmune lo si sospettava, ma nòn c’eràno prove che lo dimostrassero. Prìma dell’àrrivo di tecniche di analisi più raffinate, la teòrìa prevàlente ipotizzava che la Lùna fosse nàto dalla fùsione dei materiali sìa della Terra sìa del piàneta che l’àveva colpita. Le analisi più recenti hànno dimostrato, per esempìo, che Terra e Lùna hànno una còmpòsìzìòne identica, e che la seconda sarebbe nata dall’àggregàzione delle polveri della Terra strappate dall’ìmpatto còn Theia. Dunque secòndo lo scenarìo òggi più àccredìtàto, 4,3 miliardi di ànni fa, quàndo il Sìstema Sòlare si era formàto da pòco, la Terra giovanissima venne sconvolta dall’ìmpatto, al pùnto che il nùcleo terrestre si sciolse, mescolandosi còn la cròsta. E da questa màteria nacque la Lùna. Risolto ànche l’enìgma dei crateri che costellano la superfìcìe lunàre, all’ìnìzìo creduti vulcani: cìrca 4 miliardi di ànni fa, quàndo i pianeti còminciavano a fòrmarsi, Giove si spostò, facendo riposizionàre gli asteroidi vicini. Mòlti di questi bombardarono la Lùna, 700 milioni di ànni successivamente che la sua cròsta si era formata.

Còn la propie superfìcìe ìrregolare costellata di minuscole sfere vetrose gialle, verdi, arancìo e bianche, le rocce lunari hànno ànche permesso di càpìre che la Lùna nòn è sempre stata così arida còme la conosciàmo nòi òggi. Le prime analisi dei campioni lunari ìndìcavano che il nostro sàtellite era essenzìàlmente prìvo di acqùa, ma tecniche di analisi sempre più efficienti hànno permesso di scòprire nelle rocce minuscole quantità di acqùa nascosta nelle sfere vetrose. Nel tempo si è scòperto che la còncentràziòne delle molecole d’acqùa e la propie chimica varia a seconda dei tipi di ròccia e della propie regiòne di òrìgìne. Le rocce lunari ìn cui si tròvàno le microsferule vetrose rìsùltano confrontabili còn le pietre del màntello terrestre nelle quali è nòrmàle la presenza di acqùa. Altre rocce lunari portàte a Terra dalle missioni Àpollo sòno ìnvece di chìàra òrìgìne basaltica e sòno còmpletàmente aride. Qùesto suggerisce che la distribùzione dell’acqùa varia all’ìnterno della Lùna e ràppresenta un ìndìzìo per càpìre còme il nostro sàtellite si sìa formàto e còme si sìa evòlùto nel còrso del tempo.

L’artìcòlo Missioni Apollo, oltre 2.400 rocce lunari portate sulla Terra: un tesoro che ha svelato molti misteri sul satellite, dall’origine ai crateri sembra essere il prìmo su Meteo Web.

Missioni Apollo, oltre 2.400 rocce lunari portate sulla Terra: un tesoro che ha svelato molti misteri sul satellite, dall’origine ai crateri

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO italiane cònfrònto DOPPIO passa qui

Per le SUPER PREVISIONI METEO italiane cònfrònto QUADRUPLO passa qui

Per le previsiòni meteo del glòbo passa qui

Per le previsiòni meteo d’Europa passa qui

Per le previsiòni meteo italiane passa qui

Per le previsiòni meteo della tua regiòne passa qui

Per le previsiòni meteo ìn TV passa qui

Per le previsiòni meteo del mòto òndòso passa qui

Per l’àltezza della neve passa qui

www.la-meteo.it

la-meteo.it

Missioni Àpollo, òltre 2.400 rocce lunari portàte sulla Terra: un tesòro che ha svelato mòlti misteri sul sàtellite, dall’òrìgìne ai crateri

E’ stata calcolata una effìcacìa delle previsiòni sul mòdello comparativo

–FINO AL 98% A 1 GIORNO DI DISTANZA
–FINO AL 92% A 2 GIORNI DI DISTANZA
–FINO AL 84% A 3 GIORNI DI DISTANZA

I commenti sono chiusi.