MODELLO EUROPEO: nuova BEFFA per gli amanti del sole e del caldo in Italia?

Vi ricordate gli “effetti miraggio” con le depressioni e le piogge nel corso di le fasi anticicloniche più dure? Ora sta capitando l’esatto contrario.

Questo succede perchè la natura è un’entità indolente: se non è limitata, non cambia mai uno circostanza sperimentato e dunque più facile da eseguire.

Lo scorso anno lo circostanza sperimentato era l’alta pressione sul Mediterraneo occidentale; quest’anno viceversa le alte pressioni sono presenti a i lati (una su le Azzorre e l’altra sull’Europa nord orientale) ed in mezzo vi è un canale depressionario laddove passano perturbazioni e gocce fredde. Questa condizione sta andando avanti da mesi…quasi a segnare un solco nelle anomalie termo-bariche sul nostro emisfero.

Successivamente un fine settimana meno instabile, i forti rovesci subiranno una nuova recrudescenza maggiormente al nord e al centro fra lunedi 21 e mercoledi 23 maggio. La prima mappa mostra il ampio bacino instabile che agirà su una buona fetta di continente nella giornata di martedi 22 maggio.

Solo le aree del sud avranno eventi quasi assenti e temperature piuttosto elevate; il resto d’Italia (specialmente il nord) dovrà fare i conti con forti rovesci a macchia di leopardo più o meno intensi alternati ovviamente a belle pause soleggiate e gradevoli.

L’illusione di una possibile stabilizzazione del tempo sull’Italia ci viene proposta dal modello caratteristico per giovedì 24 maggio (seconda mappa).

In questo frangente si nota un certo crescita dei geopotenziali sul Mediterraneo associato ovviamente ad un crescita delle temperature.

Questo determinerà una riduzione dei eventi instabili che si arroccheranno su i monti del nord e del centro segnatamente nelle ore pomeridiane e serali.

Tutto sembrerebbe pronto per un allungo azzorriano sul Mediterraneo e sull’Italia…viceversa guardate cose succederà (terza mappa).

L’alta pressione disdegnerà ancora una volta il Mare Nostrum per puntare nuovamente il suo naso verso le Isole Britanniche e il Mare del Nord. Di rimando, sul suo fianco orientale, scenderà aria fredda che si getterà nel calderone mediterraneo rinnovando l’egemonia perturbata ed instabile su tutta l’Italia.

Un duro colpo per chi aspettava il sole e il caldo come minimo a fine mese. Si tratta ovviamente di proiezioni a la lontana che possono subire cambi se non addirittura ribaltoni. Conseguentemente chi aspetta la stabilità non si perda d’animo e continui a seguire tutti i nostri aggiornamenti.

Se metti “Mi piace” su la nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente su la tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive 

 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia comparazione DOPPIO clicca qua
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO dell’italia comparazione QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni meteo del pianeta clicca qua
Per le previsioni meteo in Europa clicca qua
Per le previsioni meteo dell’italia clicca qua
Per le previsioni meteo de la tua regione clicca qua
Per le previsioni meteo in TV clicca qua
Per le previsioni meteo del moto ondoso clicca qua
Per l’altitudine de la neve clicca qua

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*