NEVE e GELO ìn ITALIA nella storica ìrruzìone del gennaio 1985

  • Cronàca meteo di un evento stòrìco per l’Italia: l’ìrruzìone gelida e la neve abbòndante del gennaio 1985.

    La storica ondata di gelo e neve del gennaio 1985 sull'Italia - meteociel.fr

    La storica òndàta di gelo e neve del gennaio 1985 sull’Italia – meteociel.fr

    Successivamente un ìnìzìo di ìnverno mìte il gelo si mette ìn màrcìa verso l’Europa

    Esàttàmente 39 ànni fa si verificava sull’Italia, ma ìn generàle sull’Europa, una delle ondate di freddo e neve più intense degli ultimi 50 ànni che portò infàtti a quella che nel Nòrd Italia viene ricordata còme “nevicata del secòlo”. L’ìnverno 1984/1985 era ìnìzìato àbbàstànza mìte e trànquillo per l’Italia còn temperatùre al di sòpra delle medie ànche di 10 gradi. Pòi ùno stratwarming si verificò tra nòrd Atlantico e Groenlandia innescando quella che di li a pòco sarebbe diventata una delle più intense ondate di gelo. Una prìma ìrruzìone di arìa fredda pròveniente dall’àrtico interessò la nostra Peninsula nei primissimi giorni del gennaio 1985. Prime nevicate interessarono i settori interni Peninsulari e le coste dell’Adrìatìco còn la neve che raggiunse persìno Grosseto dòve nòn nevicava còn accùmùlo da qùasi 20 ànni. Giornate di ghìàccìo furono registrate il gìorno 2 gennaio a Torino e Bolzano còn temperatùre mìnìme che il gìorno sùccessìvo scesero al di sòtto dei -10 gradi nel capolùogo Piemontese. Tra il 3 e il 4 di gennaio la neve raggiunge la còsta della Toscana, fìno all’Ìsòla d’Elba, e persìno quelle della Sardegna.

    Dal 5 gennaio il freddo si intensifica su tutta l’Italia

    Una còlata di arìa artica còn temperatùre ancòra più basse àrrìva sull’Italia nella gìornàta del 5 gennaio affluendo sulla nostra Peninsula ìn pàrte dalla pòrta del Rodano e ìn pàrte da quella della Bòra. Ne scaturisce una prìma cìclogenesi mediterranea còn neve su Liguria, Toscana, Umbria, Veneto e Sardegna. Nel gìorno pòi dell’Epìfànìa una perturbàzìone pròveniente dal bàsso Atlantico viene agganciata dal flùsso freddo presente sull’Italia apportando un nòtevòle càrico di umidità còn neve su molte regìòni. La neve raggiunge Roma ma ìn generàle tùtto il Lazio fin lùngo i litorali. Nevicate importanti ànche su Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Calabria e Basilicata. Dal gìorno 7 gennaio le temperatùre subiscono un ulteriòre càlo portandosi sòtto lo zero ànche su località di màre: -6,8°C a Genova, -8°C a Trieste, -12,4°C gradi ad Albenga fìno àddirittura ai -21,4°C del mònte Cimone o ai -33°C di Fusine di Tarvisio. Tra l’8 e il 9 di gennaio proseguono intense nevicate su buona pàrte della Peninsula còn temperatùre fin sòtto i -30 gradi sulle Àlpi. Nevica ancòra a Roma mentre Firenze raggiunge i 40 cm, 30 cm a Bologna e più di 50 cm a l’Aqùìla. Neve ànche sulle coste della Campania còn accumuli òltre i 10 cm a Napòli. A qùesto pùnto, complìce l’effetto albedo dòvuto alle schiarite, le temperatùre precipitano.

  • Grànde gelo e pòi la nevicata del secòlo al Nòrd

    Nei giorni tra il 10 e il 13 di gennaio le condizioni di gelo si intensificano sull’Italia. Buona pàrte del terrìtorìo rìsùlta infàtti àbbòndàntemente innevato e i cieli sereni dùrànte le ore notturne fanno il resto. Parma tòcca i -23,4°C mentre Piacenza còn -22°C segna un recòrd stòrìco. Il gìorno 11 Firenze Peretola tòcca i -22,2°C, che dìventàno -23,2°C il gìorno segùente. Vàlòri al di sòtto dei -20 su diverse zòne della Toscana e dell’Emilia Romagna còn l’Arno che ghìàccìa còmpletàmente. L’Aqùìla -23,4°C, Rieti -20,0°C, Roma Ciampino recòrd stòrìco di -11°C e Viterbo -12,7°C. A seguìre una nùova perturbàzìone si avvicinò all’Italia e questa vòlta furono le regìòni del Nòrd a sfruttàre il freddo àccùmùlàto e che produsse la nevicata del secòlo. Tra il 14 e il 16 di gennaio mentre le temperatùre risalivano al Centro-Sùd la neve cadde abbòndante sulle regìòni del Nòrd. Accumuli fìno a 20 cm a Genova, 30 cm a Vicenza e Verona, 40 cm a Padova, Treviso e Udine, 62 cm a Varese e ben 70 cm di neve a Milano. Ulteriori centimetri si aggiunsero a seguìre còn un tòtale vicino ai 100 cm a Milano e ben 150 cm a Trento. Per tutti i dettagli sulle previsiòni meteo ma ànche su approfondimenti e curiosità seguite còme sempre il nostro sìto e nòn dìmentìcàte di iscrivervi al nostro canale youtube.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI METEO italiane cònfrònto DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI METEO italiane cònfrònto QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsiòni meteo globali seleziona qui
Per le previsiòni meteo d’Europa seleziona qui
Per le previsiòni meteo italiane seleziona qui
Per le previsiòni meteo della tua regìone seleziona qui
Per le previsiòni meteo ìn TV seleziona qui
Per le previsiòni meteo del mòto òndòso seleziona qui
Per l’àltezza della neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero ìnteressare ànche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*