Pericoloso ciclone ad inizio settimana, condizioni estreme per il sud

 Eloquenti le piogge previste per le prime 12 ore di martedì. Rischio nubifragi al sud, accumuli ingenti in Puglia - Fonte: <span style=

Quel che inizialmente era una lontana ipotesi sta ora divenendo una previsione sempre più concreta e soprattutto piuttosto pericolosa per le nostre regioni meridionali. Avevamo già parlato del possibile ciclone ad inizio prossima settimana nel cuore del Mediterraneo, ed ora siamo qui con un nuovo aggiornamento per approfondire questa situazione.

Il treno di perturbazioni atlantiche che sta attraversando l’Italia, con tante piogge e anche neve in montagna, proseguirà nella sua azione fin oltre metà mese. L’apice di questa fase perturbata al sud Italia è atteso ad inizio prossima settimana, in particolare tra martedì 12 e mercoledì 13: in questi due giorni si formerà con alta probabilità un vasto ciclone all’interno del Mediterraneo, con minimo barico che potrebbe clamorosamente portarsi sotto i 985 hpa.

Ciclone in arrivo al sud, situazione da monitorare

Il ciclone si svilupperà tra Tunisia e Canale di Sicilia nella giornata di lunedì 11, dove si approfondirà rapidamente grazie ai contrasti termici elevatissimi tra l’aria fresca nord atlantica che si getterà sin sul nord Africa e l’aria calda rilasciata dal Mediterraneo. Lunedì sarà proprio la Sicilia e il litorale tirrenico sino alla Toscana a fare i conti col maltempo. A seguire buona parte del sud dovrà dunque fare i conti con questo temibile vortice ciclonico e i suoi effetti: venti impetuosi di scirocco sferzeranno gran parte del centro-sud e successivamente anche il nord-est (tra mercoledì e giovedì) mentre le piogge saranno estese e a tratti molto intense.

Molto alto il rischio di grossi temporali V-shaped che dalla Sicilia potranno estendersi, nella giornata di martedì, su Calabria, Basilicata e Puglia. Questi temporali possono rilasciare importanti quantità di pioggia (anche oltre 100 mm in breve tempo), numerosi fulmini e violenti colpi di vento. Attualmente, secondo gli ultimissimi aggiornamenti emessi dai modelli matematici, le aree a maggior rischio sono la Sicilia orientale, la Calabria centrale, il metapontino e tutta la Puglia centro-meridionale. Tutto questo è atteso nella sola giornata di martedì 12.

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia confronto DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI italiane confronto QUADRUPLO clicca qua
Per le previsioni meteo del globo seleziona qui
Per le previsioni europee seleziona qui
Per le previsioni del tempo italiane passa qui
Per le previsioni meteo della tua regione passa qui
Per le previsioni meteo TV seleziona qui
Per le previsioni del tempo sui mari passa qui
Per l’altezza della neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

 

Ciascun meteorologo utilizza questi prodotti di modelli fisici per interpretare l’evoluzione a lungo termine .

Disegni sono inizializzati usando questo i dati osservati.

Le previsioni del tempo sarà l’applicazione dell’utilizzo di tecnologia per predire lo stato dell’atmosfera a il prossimo tempo e posizione.

Le particolari zone cicloniche segnate con la lettera B o in inglese L Low.

In generale temperature significativamente più di rispetto alla norma durante il fine settimana, leggermente minori a Martedì .

Temperature in aumento, massime fra diciassette e quattordici.

Attenzione diretta al Tirreno Marina: Chiaro sulle coste , nuvolosità sparse con grandi aperture sul soldi e dorsale laziale, Spread nuvole con grandi schiarite sulla Toscana, nuvoloso con moderatea precipitazioni sulla toscana. Sull’Adriatico: Spread nuvolosità con ampie radure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*