PREVISIONI METEO: un mutamento del tempo noto per la terza decade

Sfogate le ire del nostro alta pressione, un mutamento significativo delle situazioni dell’atmosfera si preannuncia nel prossimo futuro, certi indici descrittivi fra che citiamo la NAO (North Atlantic Oscillation) e la AO (Arctic Oscillation) segnalano un rallentamento del Vortice depressionario Polare e lo sviluppo di una significativo ondulazione prevista coinvolgere l’Europa nell’ultima decade di ottobre. Badate bene, questa volta stiamo parlando di ondulazione, vale a dire un ramo de la corrente a getto polare che scivolerebbe di grande carriera verso l’Europa, dando luogo ad un sistema coperto di nuvole organizzato, una vera e propria perturbazione come non la si vedeva più da parecchio tempo sull’Europa. 

Tutto questo dovrebbe verificarsi non prima de la prossima settimana.

In mezzo a la realizzazione di questa significativo manovra, dovranno consumarsi altri due avvenimenti sul nostro continente;

– il primo, quello che nelle prossime ore ci riguarderà più da vicino, sarà lo scivolamento di una massa d’aria più fredda dalla regione balcanica verso le aree dell’italia del mezzogiorno, garanzia di instabilità ed una riduzione delle temperature che su i versanti basso adriatici fra lunedì e martedì potrebbe risultare anche sensibile

– Il secondo avvenimento è rappresentato dal feroce rinforzo di una area d’alta pressione con perno sul Regno Unito giusto con l’inizio de la prossima settimana. Conseguentemente, un episodio di Favonio potrebbe interessare le aree di nord ovest giusto nella giornata di mercoledì, accompagnato ancora da temperature estremamente alte

Ne i giorni seguenti è predetto il distacco di una massa d’aria fredda di origine dell’artico, direttamente da le alte latitudini d’Europa per arrivare in breve tempo la striscia delle medie latitudini. A cominciare da sabato 27, il bacino del centro del Mediterraneo ne potrebbe essere immischiato in maniera diretta, quandanche attualmente rimane ancora molto anticipato stabilire se l’aria fredda in discesa da nord prenderà un percorso più occidentale, dunque dando il via ad un richiamo di venti da sud in grado di portare precipitazioni estese sul nostro Paese, ovvero se riversarsi sull’Europa del centro o addirittura orientale, portando con sè aria più fredda ma scarse precipitazioni.

Attualmente la prima ipotesi appare essere un po’ più prevedibile. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it
 

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone DOPPIO seleziona qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone QUADRUPLO seleziona qui
Per le previsioni meteo del pianeta seleziona qui
Per le previsioni meteo d’Europa seleziona qui
Per le previsioni meteo in Italia seleziona qui
Per le previsioni meteo de la tua regione seleziona qui
Per le previsioni meteo in TV seleziona qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso seleziona qui
Per l’quota de la neve seleziona qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*