Qualche TEMPORALE in arrivo fra giovedì e venerdì ma il vero autunno rimane ancora lontano

Giusto in questi giorni l’alta pressione sul Mediterraneo raggiungerà l’apice di massimo vigore, lasciando in eredità una condizione piuttosto anormale di caldo. Masse d’aria africane si portano a ridosso del Mediterraneo del centro e contribuiscono a dare un’impennata a la colonnina di mercurio anche a le altezze maggiori, laddove troviamo uno zero delle temperature posto a altezze maggiori a i 4000 m. E’ una condizione che, così per cambiare, regala una stagione autunnale travestita da estate che non vuole mollare la presa.

Nel tempo del prossimo futuro, l’Europa subirà dunque l’influenza di due grandi circolazioni; la prima, quella che ci riguarda più da vicino, è rappresentata da le fasce anticicloniche subtropicali, ancora estese in maniera anormale verso le medie latitudini, la seconda grande movimentazione è quella legata all’aria fredda del Ciclone Polare, con una grande attività delle perturbazioni dell’atlantico oltre i 50° grado di latitudine nord. 

Da parte di queste perturbazioni, penetrare all’interno dell’area mediterranea non sarà un’impresa facile ed i modelli a tal proposito rimangono ancora piuttosto dubbiosi, lasciando trasparire una grande incertezza di fondo. In più, a complicare ulteriormente la condizione, abbiamo di mezzo l’Uragano Helene che potrebbe disturbare la movimentazione atmosferica europea nel momento nella quale quest’ultimo verrà appeso dalla corrente a getto polare, avvicinandosi parecchio a le coste occidentali dell’Europa. 

Attualmente l’unica cosa relativamente affidabile, appare il disturbo d’instabilità preventivato dai modelli fra giovedì e venerdì con qualche temporale in arrivo principalmente al centro Italia, le zone più colpite includeranno Sardegna, Toscana e Lazio, forse anche la Liguria. Il weekend trascorrerà sotto situazioni dell’atmosfera costanti e calde. 

In linea generale, per lo meno per altri 7-10 giorni il tempo predetto sul nostro Paese sarà di tipo estivo, le temperature normalmente sovra la media, sia al suolo che in quota. I valori previsti sul piano isobarico di 850hpa (circa 1500 m) compresi fra i +14°C ed i +17°C. Superato l’exploit di calore di questa prima metà di settimana, le temperature al suolo resteranno tuttavia bene salde in un range compreso fra +25°C e +30°C. Tutto questo per lo meno sino a mercoledì 19 settembre.

Il seguito è ancora tutto incerto. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it

Fonte

Segui i nostri aggiornamenti su Facebook e Twitter:

Follow Us on Facebook Follow Us on Twitter

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone DOPPIO passa qui
Per le SUPER PREVISIONI DEL TEMPO in Italia paragone QUADRUPLO passa qui
Per le previsioni meteo globali passa qui
Per le previsioni meteo in Europa passa qui
Per le previsioni meteo in Italia passa qui
Per le previsioni meteo de la tua regione passa qui
Per le previsioni meteo in TV passa qui
Per le previsioni meteo del moto ondoso passa qui
Per l’quota de la neve passa qui

www.la-meteo.it
la-meteo.it

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*